MotoGP | Gp Thailandia: Tardozzi (Ducati) conferma, “Caduta Lorenzo causata da un guasto”[Video]

Il team Manager della Ducati preferisce però non chiarire cosa non abbia funzionato sulla GP18

MotoGP | Gp Thailandia: Tardozzi (Ducati) conferma, “Caduta Lorenzo causata da un guasto”[Video]MotoGP | Gp Thailandia: Tardozzi (Ducati) conferma, “Caduta Lorenzo causata da un guasto”[Video]

MotoGP Gp Buriram Jorge Lorenzo nel corso della seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Thailandia, quindicesima tappa del Motomondiale 2018, è stato vittima di un violento high-side.

Il maiorchino in ingresso di curva tre, a circa 150 km/h, è stato lanciato in aria dalla sua Gp18 impattando violentemente sull’asfalto.

Fortunatamente il #99 non ha riportato ulteriori fratture oltre a quelle già presenti dopo la caduta al Gp di Aragon, ma vederlo in pista per le qualifiche, per sua stessa ammissione (qui la news), sarà molto difficile.

Le cause dell’incidente sono ancora da chiarire. Inizialmente, ascoltando il rumore del motore sembrava che questo si fosse spento e che avesse bloccato la ruota posteriore. Tale ipotesi è stata però subito smentita da Ducati stessa. Si era ipotizzato anche che la caduta fosse avvenuta per un errore del pilota. Magari con il piede infortunato, appunto il destro, vista la poca sensibilità, potesse aver accidentalmente spinto il freno più del dovuto. Ma anche questa ipotesi è stata scartata grazie alla telemetria.

Davide Tardozzi (Team Manager Ducati), intervistato da Sky Sport MotoGP, non si espone e, pur ammettendo il gusto tecnico, preferisce non puntare il dito verso un settore specifico della moto.


Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati