MotoGP | Gp Aragon Preview: Lorenzo, “Ho capito dove abbiamo sbagliato a Misano, continueremo a lottare fino alla fine” [VIDEO]

"Il MotorLand è un circuito dove credo potremo sfruttare i punti di forza della nostra moto" ha aggiunto il maiorchino

MotoGP | Gp Aragon Preview: Lorenzo, “Ho capito dove abbiamo sbagliato a Misano, continueremo a lottare fino alla fine” [VIDEO]MotoGP | Gp Aragon Preview: Lorenzo, “Ho capito dove abbiamo sbagliato a Misano, continueremo a lottare fino alla fine” [VIDEO]

MotoGP Gp Aragon Ducati Preview – Dopo la delusione rimediata nel Gp di Misano, quando è caduto mentre era in seconda posizione, Jorge Lorenzo punta a rifarsi nel Gp di casa, il Gran Premio di Aragon, quattordicesima tappa del Motomondiale 2018.

La Ducati, come altre squadra, ha partecipato ad una giornata di test al Motorland, cosa che da molta fiducia al #99.

Il circuito di Aragon ha regalato sempre grandi emozioni al maiorchino. Qui è infatti salito sul podio in sette delle otto edizioni, conquistando due vittorie, nel 2014 e nel 2015.

Il divario in campionato rispetto al leader è ampio, ma la Ducati ha dimostrato i essere la moto più competitiva della griglia, conquistando tre vittorie nelle ultime tre gare, di cui una di Lorenzo, e aggiudicandosi la pole negli ultimi due weekend (contando anche quella di Silverstone), entrambe siglate dal #99.

Queste le parole di Jorge Lorenzo: “Dopo la gara di Misano sono riuscito a girare pagina con relativa facilità: ho capito dove abbiamo sbagliato ed ho tratto alcune conclusioni interessanti. Ora andiamo al MotorLand, un circuito dove credo potremo sfruttare i punti di forza della nostra moto e dove l’anno scorso sono riuscito a salire sul podio. Il test che abbiamo fatto venti giorni fa è stato molto positivo e ora torniamo qui ben preparati e con le idee molto chiare. Dopo una caduta si scende in pista nella gara successiva con ancora più voglia di far bene e per dimostrare che continueremo a lottare fino alla fine.”


Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati