MotoGP | Le ultime decisioni della Grand Prix Commission

Gare bagnate più corte di un giro e Wild card abolite in Moto2 nel 2019

MotoGP | Le ultime decisioni della Grand Prix CommissionMotoGP | Le ultime decisioni della Grand Prix Commission

MotoGP – Nel corso del Gran Premio di San marino e della Riviera di Rimini, la Grand Prix Commission si è riunita ed ha apportato alcune modifiche riguardanti: gare con la pioggia, sostituzione piloti e wild card Moto2.

Gare bagnate – In caso di partenza con pista bagnata la gara verrà accorciata di un giro a causa dell’impossibilità di compiere un calcolo esatto del consumo del carburante.

Penalizzazione con cambio di posizione in gara – Attualmente ai piloti viene segnalata la sanzione di cedere una posizione sia tramite dashboard che sulla tabella esposta dalla corsia box per 5 giri. Con la nuova regola la tabella potrà essere esposta solo per tre, men sul cruscotto rimarrà per cinque.

Sostituzione di un pilota – A causa della possibilità di manipolazione del regolamento, con uno scambio di moto all’interno di un team o con un’altra squadra, un pilota con un contratto nel campionato del mondo non potrà fare il sostituto in un altro team, se non previa approvazione della Grand Prix Commission.

Wild card Moto2 – A causa del cambio dei motori nella categoria intermedia a patire dalla prossima stagione, la disponibilità di propulsori sarà limitata ed è stato quindi deciso di abolire le wild card per la prossima stagione, dovrebbero tornare nel 2020.

MotoGP | Le ultime decisioni della Grand Prix Commission
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP: Pit board virtuale ammesso dal 2018

Tante le novità dal punto di vista tecnico, sportivo e disciplinare
Condividi su WhatsApp La Grand Prix Commission composta da Carmelo Ezpeleta (CEO Dorna), Paul Duparc (FIM), Herve Poncharal (IRTA), Takanao