MotoGP | Gp Silverstone Day 1: Marquez, “Il nuovo asfalto è un disastro”

Marquez ha aggiunto: "Abbiamo reagito molto bene in questa situazione difficile"

MotoGP | Gp Silverstone Day 1: Marquez, “Il nuovo asfalto è un disastro”MotoGP | Gp Silverstone Day 1: Marquez, “Il nuovo asfalto è un disastro”

MotoGP Gp Gran Bretagna Repsol Honda Day 1Marc Marquez ha faticato molto nella prima giornata di prove del Gran Premio di Gran Bretagna, dodicesima tappa del Motomondiale 2018.

Il campione della Honda ha chiuso quarto, ma nelle Free Practice 1 era molto indietro e soprattutto molto preoccupato. Il nuovo asfalto di Silverstone non ha migliorato la condizione della pista britannica, che è ancora piena di buche.

Lavorando con la squadra è riuscito tra le FP1 e le FP2 a migliorare il suo feeling con la sua Honda RC213V. Per lui anche una caduta dopo aver tentato uno sei suoi soliti “save”, non riuscito solo perchè la pista era “finita”. A lui la parola.

“Sono felice, perché abbiamo iniziato venerdì nel peggiore dei modi per noi, ma poi siamo riusciti a recuperare. Avevamo tutto “sballato”, assetto, elettronica, la mia guida, ma poi siamo stati bravi a recuperare grazie al lavoro della squadra che è stato incredibile. Ora il nostro ritmo è molto simile ai primi. Siamo vicini a Maverick e Dovi, che sono già i più veloci. Abbiamo reagito molto bene in questa situazione difficile.”

CONDIZIONI ASFALTO SILVERSTONE GP GRAN BRETAGNA

“Tutti si aspettavano che la pista fosse in buone condizioni, ma è stato un disastro. I dossi sono peggiori rispetto allo scorso anno, solo il grip è migliorato.”

CADUTA

“Come detto ci sono ancora i dossi, ma il grip è migliorato, allora ho rischiato spingendo, ma alla curva 16 ho perso l’anteriore e l’ho tenuto fino a che non sono arrivato sull’erba. Non vogliamo avere l’erba proprio accanto alla pista, ma c’era ed ho perso il controllo.”

MotoGP | Gp Silverstone Day 1: Marquez, “Il nuovo asfalto è un disastro”
5 (100%) 1 vote[s]
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati