MotoGP | Petrux Vs Petrucci, ovvero, la storia di padre e figlio [Video]

Il padre di Petrux racconta: "Avevo il poster di Capirossi, ma l'ho tolto e sostituto con uno di Danilo"

MotoGP | Petrux Vs Petrucci, ovvero, la storia di padre e figlio [Video]MotoGP | Petrux Vs Petrucci, ovvero, la storia di padre e figlio [Video]

MotoGP – Tutti conoscono Danilo Petrucci, pilota in forza al team Ducati Pramac che il prossimo anno passerà alla ‘Rossa’ ufficiale, in pochi invece conoscono Danilo Petrucci, ovvero, il padre del #09.

Potrà sembrare strano , invece i Petrucci hanno lo stesso nome e la stessa passione. Danilone, il padre, lavorava già nel Motomondiale negli anni novanta nel Team Pileri e guidava il camion di Capirossi.

Come racconta nel video, ‘il babbo’ in garage aveva il poster di Loris, sostituito prontamente con uno del figlio appena arrivato in MotoGP.

Daniletto da parte sua, si porta dietro ancora i ricordi delle persone che lavoravano insieme al padre nel paddock e che, appena arrivato, o meglio ritornato, nel Motomondiale lo hanno sin da subito associato a Petrucci Senior.

“Per tutte le persone io sono il piccolo Danilo, Daniletto, mentre lui è Danilone, il grande Danilo.” Racconta Petrux, poi il padre aggiunge: “A casa questo non è un problema perchè la madre chiama lui Danilo e me con ‘oh!’.”

Il padre poi racconta: “Ho cominciato nel 1991 e lui era sempre nel paddock con la sua bicicletta. Non potevo immaginare che sarebbe diventato pilota in MotoGP. Avevo un grande poster di Capirossi in garage. L’ho tolto e ho messo lui. Vado nel box solo per pochi minuti, lui è un uomo non ha bisogno di me intorno. Il posto migliore dove un padre può stare è sulla tribuna.”

Il #09 dice: “Sono arrivato nel paddock del Motomondiale quando avevo 3 o 4 anni con mio padre. Tutte le persone quando mi hanno visto tornare nel paddock come pilota mi dicevano di avermi visto crescere e che ero il Danilo piccolo. Nei weekend di gara non lo vedo ma so che è presente”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati