MotoGP Gp Austria: Sunday Guide, statistiche pre-evento

E’ la prima volta che tra i primi quattro posti in griglia ci sono tre Ducati, per la precisione Dovizioso, Lorenzo e Petrucci.

MotoGP Gp Austria: Sunday Guide, statistiche pre-eventoMotoGP Gp Austria: Sunday Guide, statistiche pre-evento

Marc Marquez si è qualificato in pole position per la seconda volta consecutiva al GP d’Austria. Il Red Bull Ring è il secondo circuito dell’attuale calendario MotoGP, insieme a Buriram in Tailandia (pista su cui si correrà per la prima prima volta quest’anno), dove Marquez non ha vinto nella classe regina.

Questa è la 49esima pole position per Marc Marquez al 101esimo start nella classe regina (48,5%), e la 77esima in carriera.

Andrea Dovizioso parte dal secondo posto della griglia, è la sua seconda prima fila consecutiva dal 2015 (Francia / Italia).

Andrea Dovizioso si è qualificato di soli 2 millesimi dietro a Marc Marquez; è il distacco più vicino in una sessione di qualifica MotoGP dal GP di Germania nel 2003, quando Jeremy McWilliams si era qualificato sempre a 2 millesimi, quella volta da Max Biaggi.

Jorge Lorenzo parte dalla terza posizione in griglia; è la sua quarta prima fila nel 2018, una in più della scorsa stagione.

Danilo Petrucci (quarto tempo) è il miglior pilota di un Team “Indipendent”. E’ il suo miglior risultato in qualifica dal secondo posto del GP di Germania 2018. Petrucci si è qualificato quinto lo scorso anno al Red Bull Ring, ma si era poi dovuto ritirare in gara.

E’ la prima volta che tra i primi quattro posti in griglia ci sono tre Ducati, per la precisione Dovizioso, Lorenzo e Petrucci.

Cal Crutchlow, che ha chiuso al 15° posto al Red Bull Ring sia nel 2016 che nel 2017, si è qualificato quinto per la seconda volta consecutiva.

Johann Zarco, che nel 2016 ha vinto la gara della Moto2 nel GP d’Austria, parte dalla sesta posizione in griglia e terzo pilota di un Team “Indipendent”, ma è il miglior pilota della Yamaha. Questo è il suo miglior risultato in qualifica dalla pole del GP di Francia 2018.

I piloti Yamaha non vincono vinto da Assen 2017 con Valentino Rossi (20 gare consecutive senza vittorie). L’ultima volta che la casa dei Tre Diapason ha avuto una striscia senza vittorie di oltre 20 gare è stata la sequenza di 22, comprese le 15 gare del 1997 e le sette gare di apertura del 1998.

Tito Rabat apre la terza fila in griglia ed è il quarto pilota Ducati; è il suo miglior risultato in qualifica dal GP d’Argentina, quando si qualificò quarto.

Andrea Iannone, che ha vinto la sua unica gara in MotoGP nel 2016 proprio al Red Bull Ring partendo dalla pole, si è qualificato all’ottavo posto per la terza volta consecutiva.

Dani Pedrosa, che ha tagliato il traguardo al terzo posto l’anno scorso al Red Bull Ring, parte dalla nona posizione della griglia; è il suo miglior risultato in qualifica dal secondo posto al GP di Spagna di inizio stagione a Jerez.

Maverick Viñales si è qualificato all’11° posto in griglia, secondo pilota Yamaha, è la sua seconda quarta fila consecutiva.

Dopo essere passato alla Q1 per la prima volta da Phillip Island 2017, Valentino Rossi ha perso la Q2 per la prima volta dal GP della Catalogna 2017 e si è qualificato al 14° posto. E’ la peggiore qualifica da Phillip Island 2016 quando si qualificò 15esimo ed eguaglia la peggiore sull’asciutto dal 2011, ad Indianapolis.

MotoGP Gp Austria: Sunday Guide, statistiche pre-evento
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati