MotoGP | Gp Austria: Lin Jarvis (Yamaha), “Spero che questo sia il momento più basso della stagione” [Video]

"Complimenti a Lorenzo, sono contento per lui" ha detto il il Managing Director di Yamaha

MotoGP | Gp Austria: Lin Jarvis (Yamaha), “Spero che questo sia il momento più basso della stagione” [Video]MotoGP | Gp Austria: Lin Jarvis (Yamaha), “Spero che questo sia il momento più basso della stagione” [Video]

MotoGP Gp Austria Yamaha – Quello del Gran Premio d’Austria è un weekend da dimenticare per la Yamaha. Sin dal venerdì erano evidenti le difficoltà che attanagliavano la M1 di Valentino Rossi e Maverick Vinales.

Il primo vero colpo è arrivato in qualifica quando il ‘Dottore non è riuscito a fare meglio del 14esimo tempo, mentre il team-mate non è andato oltre il decimo. Al termine della sessione è accaduto qualcosa mai visto prima, il Project Leader di Yamaha in conferenza stampa ha pubblicamente chiesto scusa ai piloti. Un evento più unico che raro e che, considerando le origini giapponesi dell’ingegnere, assume una rilevanza profonda.

Al termine della gara, conclusa con il sesto posto di Valentino Rossi e il dodicesimo di Maverick Vinales, Lin Jarvis ha parlato ai microfoni di sky. Ecco cosa ha detto:

“E’ chiaro che noi siamo in difficoltà. Ieri con la conferenza stampa il capo del progetto ha ammesso le difficoltà. Lui si è scusato con i piloti perché è brutto sentire i piloti dire di non essere contenti e che stano aspettando aggiornamenti. Io spero che questo sia il momento peggiore della stagione. Ieri la qualifica è stata disastrosa e lui si è assunto le colpe per la difficoltà tecnica. Stiamo lavorando, oggi sono contento della gara di Vale, lui ha fatto sesto. Non è fantastico. Abbiamo visto la bella gara che hanno fatto Ducati e Honda e noi vogliamo giocarcela con loro, ma in questo circuito non era possibile. Oggi per Maverick è stata difficile, all’inizio, come sempre, aveva difficoltà e non è riuscito a fare meglio”.

e scuse nella cultura giapponese hanno un valore molto importante

“Credo che quello visto ieri non sia una cosa normale. Per un giapponese la cultura dell’onore è importante. Stare davanti ad una sala piena di giornalisti e assumersi le colpe è una cosa molto importante”.

Vinales al momento sembra il pilota più in difficoltà

“Sicuramente Maverick è in difficoltà, all’inizio dello scorso anno era molto veloce, ha vinto tre gare poi non è più riuscito a stare davanti. Lui ha tanto talento ed è giovane. Deve imparare a gestire non solo le buone situazioni ma anche quelle brutte. E più di un anno che non vinciamo una gara ed è normale che lui in questo momento stia soffrendo. Bisogna rispettarlo”.

La domanda che tutti si pongono è quanto tempo sarà necessario per risolvere i problemi

“Io non sono ingegnere, quindi non conosco le tempistiche. Stiamo lavorando e siamo in ritardo. Avremo un test domenica prossima a Misano, poi un altro a d Aragon dopo Silverstone quindi facciamo il più possibile per andare avanti, ma non è facile. E’ chiaro che abbiamo carenze rispetto agli altri e non è facile recuperare. Sicuramente all’inizio della prossima stagione saremo lì, ma ovviamente non abbiamo pazienza. Ci sono ancora otto gare e vogliamo fare il meglio possibile per dare ai piloti quello che vogliono”.

Rossi nella conferenza del sabato ha chiesto di riprodurre anche in Yamaha una struttura simile a quella delle squadre di Formula 1

“Noi abbiamo sbagliato, è chiaro. Abbiamo sottovalutato l’importanza del nuovo software e della nuova centralina e abbiamo preso la strada sbagliata. Ieri Vale ha detto che la moto è a posto dal punti di vista della ciclistica e che gli piace guidarla quindi non siamo così lontani. Noi siamo qui per vincere, e penso che in Yamaha abbiamo capito la situazione. Dobbiamo correggere e sicuramente dovremo investire di più. Dovremo cambiare il sistema. Lo possiamo fare perché siamo bravi. Lo abbiamo fatto nel passato e lo faremo in futuro.”

Il Gp d’Austria è stato vinto da Lorenzo

“Sono molto contento per lui. Io tengo a lui come amico, abbiamo lavorato e vinto insieme. Lui ha preso la decisione di cambiare moto non è stato facile. L’anno scorso è stato sicuramente difficile, ma passo dopo passo lui è riuscito a capire la moto. Adesso ha vinto 3 gare è terzo nel mondiale. Ha fatto una gara strepitosa quindi complimenti a lui”.


Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

4 commenti
  1. Avatar

    fatman

    12 agosto 2018 at 18:51

    …sei quello che ha fatto scappare Jorge preferendogli il geriatra ed adesso fa l’amicone…meno male che quella c@cc@ ripiena del giallastro ha intenzione di silurarlo come ha fatto con Burgess, allora vedremo se le parole saranno le stesse…

  2. Avatar

    TONYKART

    12 agosto 2018 at 20:21

    Questo non è il momento più basso queste sono le conseguenze di far fare il padrone del team a rossi, siete rovinati come la ducati nel 2011/12

  3. Avatar

    cujo

    12 agosto 2018 at 21:18

    Vedo che siete nuovamente passati dal bar……

    Ahahahahahahahah

  4. Avatar

    ueueue

    12 agosto 2018 at 21:41

    Al bar sedetevi uno per sedia non in 4 su una sedia al contrario..

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati