MotoGP | Gp Austria Gara: Lorenzo, “Una parte di me sarà sempre Ducatista” [Video]

Terzo successo stagionale per il maiorchino della Ducati, battuto Marquez

MotoGP | Gp Austria Gara: Lorenzo, “Una parte di me sarà sempre Ducatista” [Video]MotoGP | Gp Austria Gara: Lorenzo, “Una parte di me sarà sempre Ducatista” [Video]

MotoGP Gp Austria Ducati Gara – Uno straordinario Jorge Lorenzo ha vinto al Red Bull Ring il Gran Premio d’Austria classe MotoGP, undicesima tappa del Motomondiale 2018.

Il centauro maiorchino della Ducati ha battagliato a lungo e senza esclusione di colpi con il connazionale Marc Marquez, tagliando il traguardo davanti allo spagnolo della Honda.

Per Lorenzo si tratta della terza vittoria con la Ducati dopo quelle del Mugello e Barcellona. Questa è la 47esima vittoria di Lorenzo in MotoGP, la 68esima in carriera. Per Lorenzo arriva anche il 152esimo podio nel Motomondiale. E’ quarto all time, a -1 dal terzo posto di Pedrosa.

Il prossimo anno sarà in sella alla Honda del Team Repsol, ma ora il presente è Ducati, a lui la parola.

BATTAGLIA LORENZO MARQUEZ

“Oggi ho perso qualche mese di vita per la tensione nella lotta con Marc (Marquez, ndr). Ne è valsa la pena, perchè ho lottato fino alla fine con una strategia calcolata, alla fine ho fatto passare Marc per riposarmi un po’, poi all’ultimo giro l’ho passato dove sapevo di averne di più. Marc era forte alla frenata della tre, però al’ultimo tentativo ha pensato che avrei chiuso di più, invece gli ho tenuto l’esterno e sono uscito più veloce.”

GESTIONE GOMME E STILE DI GUIDA DUCATI

“Come detto a Brno ho imparato molto a gestire le gomme. Non è detto che la gomma morbida cali più alla fine, dipende dallo stile di guida e come lo gestisci. Marc all’inizio stava andando via, per fortuna però l’accelerazione di Marc ha cominciato a calare e ho cominciato a recuperare. Lui poi si è accodato come il vagone di un treno e non mi ha più lasciato. Penso che la cosa più difficile per uno sportivo sia reinventarsi, questo con la Ducati l’ho dovuto fare. Ho cambiato molto il mio stile di guida. Quando molti non ci credevano l’ho fatto. Questo matrimonio verrà ricordato come molto forte, entrambi abbiamo guadagnato cose positive per il futuro. Penso che anche la Honda sia molto forte, le forze però sono allo stesso livello. Il prossimo anno partirò svantaggiato perchè Marc avrà 7 anni di esperienza. L’anno scorso Andrea era molto più forte di me per quel motivo. Quando capisci una moto, poi vai forte.”

TENSIONE GARA MOTOGP

“Mi diverto più nei box che in gara. La mia passione è guidare, però la tensione e le pulsazioni non ti fanno divertire come quando festeggi una vittoria al box. Quando uno non può vincere il mondiale, cosa che ancora non è detta, la cosa migliore che può fare è arrivare secondo. Sono stati due anni di passione con la Ducati, tanti bassi nel primo anno e tanti alti nel secondo. Una parte di me sarà sempre Ducatista.”


MotoGP | Gp Austria Gara: Lorenzo, “Una parte di me sarà sempre Ducatista” [Video]
5 (100%) 2 vote[s]
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

6 commenti
  1. Avatar

    MSC crociere

    12 agosto 2018 at 17:50

    Che dire, non porterà il mondiale a casa ma quello che sta facendo è incredibile. Stile di guida pazzesco, quasi inattacabile in staccata, resiste ai sorpassi come nessuno, duramente ma mai senza lasciare lo spazio all’altro pilota se sono affiancati. Oggi con marquez se le sono date ma gli ha sempre lasciato lo spazio cosi come a brno. Poi bellissimo vedere come derapa in staccata per poi essere pulitissimo in curva e in uscita..il motore ducati lo aiuta ma ora ci sta mettendo molto di suo

  2. Avatar

    TONYKART

    12 agosto 2018 at 20:35

    Oggi si è visto qualcosa di straordinario ed è merito tutto suo , il motore ducati con Petrucci non serve a niente …

  3. Avatar

    ueueue

    12 agosto 2018 at 21:33

    Hahahaja una piccolissima parte di Ducati resterà in loprenzo
    Tanta è stata la fretta per andarsene!

    Bellissima gara

    • Avatar

      TONYKART

      13 agosto 2018 at 10:11

      C è chi va dopo aver contribuito dopo averla fatta diventare la migliore moto al mondo e c è chi è andato dopo averla fatta diventare la peggiore ,come la Yamaha in questo momento …

      • Avatar

        fatman

        13 agosto 2018 at 11:38

        …bravissimo…ricordo ancora il casco RESTIAMO UNITI al GP d’Italia per poi filarsela come un ladro di polli senza vincere una benemerita cippa…a proposito: canarini? Restate Uniti al vostro idoletto di latta che noi veri motociclisti godiamo nel vedervi disperati ed in crisi di nervi, non ha prezzo!!!

  4. Avatar

    ueueue

    13 agosto 2018 at 20:55

    E tu pipman saresti un vero motociclista?!
    Hahahahahahhahahahahaha

    Sportivone soprattutto

    Hahahahahahaahah

    Godo

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP | Gp Assen: Le novità della Ducati [VIDEO]

Andrea Dovizioso nel corso delle libere del Gp d'Olanda proverà un nuovo telaio già visto nei test
Condividi su WhatsApp MotoGP Gp Olanda Ducati – Nonostante l’ampio divario in campionato la Ducati non getta la spugna. In