MotoGP | Gp Assen Gara: Lorenzo, “La perdita di grip al posteriore ci ha rallentato”

Dopo due vittorie arriva un settimo posto per il maiorchino della Ducati

MotoGP | Gp Assen Gara: Lorenzo, “La perdita di grip al posteriore ci ha rallentato”MotoGP | Gp Assen Gara: Lorenzo, “La perdita di grip al posteriore ci ha rallentato”

MotoGP Gp Olanda Ducati Gara – Dopo due vittorie consecutive (Mugello e Barcellona), per Jorge Lorenzo è arrivato ad Assen un settimo posto a 4.462s dal vincitore Marc Marquez.

Questo risultato potrebbe far pensare ad un Lorenzo sottotono e invece la gara del maiorchino, prossimo pilota Repsol Honda, è stata molto aggressiva.

Pronti-via ha recuperato ben 10 posizioni, portandosi subito in testa e poi ha battagliato a lungo prima di arrendersi nel finale di gara a causa di un calo della gomma posteriore.

Nel mezzo c’è stato anche il contatto con Valentino Rossi, che ha tamponato il #99 della Ducati, dopo che quest’ultimo aveva perso l’avantreno della sua GP18 a circa 220 Km/h.

Le conseguenze del contatto con Rossi

“Oggi il vento ha reso difficili le condizioni della pista e sapevo che sarebbe stata una gara complicata, ma ho fatto una partenza molto buona, una delle mie migliori con la Ducati, ed ho potuto guadagnare molte posizioni e chiudere il primo giro al comando. Il ritmo non era molto elevato e sono rimasto in testa per molti giri – ha detto Jorge Lorenzo – Poi, quando Dovizioso mi ha superato, ho perso un po’ il mio ritmo, ho iniziato a sentire il progressivo deterioramento della gomma posteriore, e diversi piloti sono riusciti a superarmi. La parte positiva di questo fine settimana è che, anche se non avevamo il miglior passo, siamo riusciti lo stesso a fare una grande gara e ad essere competitivi per molti giri, anche se la posizione finale al traguardo non mi può certamente soddisfare.”

MotoGP | Gp Assen Gara: Lorenzo, “La perdita di grip al posteriore ci ha rallentato”
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

9 commenti
  1. MSC crociere

    1 luglio 2018 at 22:51

    Settimo ma tanto di cappello per quello che ha fatto vedere in pista finchè ha potuto, per me ha corso in modo quasi impeccabile. Gli unici errori, purtroppo non di poco conto, sono stati il non riuscire a trovare il setup perfetto e forse l’aver tentato quel sorpasso non indispensabile a Dovizioso, che lo ha portato a perdere il ritmo e a farsi attaccare uno dopo l’altro da tutti quelli che lo seguivano li dietro. Però rimane una gran gara sua e di tutti i primi 8 oggi

  2. TONYKART

    2 luglio 2018 at 00:46

    Ha corso molto bene e la posizione non rispecchia la gran gara che ha fatto ,secondo me più che la gomma e’ andato in tilt dopo il sorpasso del dovi e quando ha ripreso il ritmo ormai il gruppetto di testa si era allontanato e impossibile da riprendere altrimenti …

    • Ronnie

      2 luglio 2018 at 17:51

      Solo gli |d|0t| che credono ai cronisti da bar della domenica che non capiscono un caxxo credono che i piloti professionisti che corrono da una vita subiscano i sorpassi ahahah. Che fesserie…

      Vengono superati, perché l’avversario giro dopo giro vede le difficoltà di chi sta davanti aumentare in alcuni punti precisi della pista, o nelle curve a destra piuttosto che a sinistra. Questi problemi aumentano con l’usurarsi degli pneumatici. Quando i piloti fanno i gamberi andando sempre più indietro è perché hanno un problema tecnico, spessissimo di gomme.

  3. MSC crociere

    2 luglio 2018 at 20:44

    Che tradotto in italiano significa subire dei sorpassi…

    • Ronnie

      3 luglio 2018 at 06:54

      No MSC ci sono telecronisti e giornalai che credono e sostengono che piloti come Lorenzo o altri, quando subiscono un sorpasso poi non sanno più guidare, gli va in pappa il cervello, di colpo diventano dei bolliti. A questa gente darei un bel calcio nel di dietro altro che scrivere articoli o commentare le dirette dei GP.

      Se piloti come Lorenzo o come gli altri fanno i gamberi è perché gli finiscono le gomme o hanno altri problemi tecnici, non perché subiscono 1 o 2 sorpassi e di colpo non sanno più guidare…

      E’ come hai detto te, hanno scelto setup o ha guidato in modo troppo aggressivo. Ma questo deriva dalle gomme e da come lavorano. Per me è palese che ci sono mescole carcasse, asfalti e piste che favoriscono un pilota e altre situazioni che ne favoriscono altri. Le mescole di Barcellona e Mugello di quest’anno erano perfette per Lorenzo e ha vinto con distacco, come aveva già fatto in passato e nessuno nemmeno Rossi sulla stessa moto poteva farci nulla, come non ha potuto farci nulla Dovizioso. Poi di colpo un GP dopo l’altro pilota va fortissimo e Lorenzo prende paga. Sono tutti dei campioni, e se la moto è la stessa e i piloti sono gli stessi, mi sembra che a cambiare siano le gomme, e di conseguenza i set up. Poi può starci che le piste, e quindi i layout sono diversi, così come gli asfalti, e le caratteristiche della moto, ma la grande differenza la fanno le gomme, e qui si è visto, che con gomme che per tutti non arrivano alla fine, hanno dovuto amministrare fino agli ultimi 3 o 4 giri. E stranamente andavano tutti circa uguale. Perché? Perché le gomme non favorivano nessuno, non c’era modo di fare 1’34” basso tutta la gara.

      • MSC crociere

        3 luglio 2018 at 12:51

        Sono dei professionisti ma non dei computer, non ci sono solo le gomme, interpretazione della pista, setup, concentrazione, tenuta fisica e mentale..ridurre tutto alle gomme mi sembra sminuire sia chi vince che chi perde

      • Ronnie

        3 luglio 2018 at 18:15

        Sono tutti professionisti e sono in MotoGP da anni, inoltre corrono da una vita. Hanno tecnici e squadre e supporto ufficiali e professionisti. Non si inventano nulla in 2 settimane, e non si possono nascondere nulla tra compagni di squadra oggi giorno, o lo puoi fare il primo anno, ma il secondo sai tutti i segreti. Le differenze che vediamo possono essere spiegate solo dalle gomme, quando si parla di compagni di squadra. Se la differenza è uno o 2 secondi su un GP ci sta. Ma quando sono 6 o 7 secondi non ci sono altre spiegazioni secondo me, se non fanno errori particolari di guida.

  4. ueueue

    5 luglio 2018 at 09:36

    Certo certo gara fenomenale di Loprenzo (7^) e per voi Vale è un bollito se arriva 4 o 5^…

    Mah..

    • fatman

      5 luglio 2018 at 10:40

      …il geriatra è bollito a prescindere…un po’ come te ed il resto dei canarini spellacchiati!!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati