MotoGP | Gp Assen Day 1: Marquez, “Ci aspettavamo la Yamaha forte, ma siamo vicini” [Video]

Il leader del mondiale ha chiuso la prima giornata di libere con l'ottavo tempo

MotoGP | Gp Assen Day 1: Marquez, “Ci aspettavamo la Yamaha forte, ma siamo vicini” [Video]MotoGP | Gp Assen Day 1: Marquez, “Ci aspettavamo la Yamaha forte, ma siamo vicini” [Video]

MotoGP Gp Olanda Honda Repsol Day 1 – Sembrava un inizio di weekend difficile per il campione del mondo in carica e leader della classifica iridata Marc Marquez. Invece, una volta sistemato il bilanciamento della moto, si è concentrato sul passo gara.

Lo spagnolo ha chiuso la prima sessione di libere con il primo tempo, ma il feeling con la moto non sembra essere dei migliori. Nel secondo turno di libere, per lavorare ancora sul set-up in previsione gara, non ha montato gomme nuove come fatto invece dagli altri top rider ed ha così chiuso con l’ottavo tempo.

“Tutto sommato, la giornata è stata abbastanza buona perché qui ad Assen normalmente facciamo fatica. La moto era un po’ instabile, ma abbiamo migliorato che con il set-up. Nel pomeriggio, abbiamo lavorato molto per la gara, con gomme dure.” Ha raccontato Marc Marquez, che poi ha aggiunto: “Sembra che tutto stia andando nella giusta direzione, questo fine settimana però siamo tutti molto vicini. Il meteo è buono, questo permetterà a tutti di preparare bene per la gara. Scegliere le gomme giuste sarà importante, soprattutto la parte posteriore. Abbiamo due opzioni molto simili, che possono portare a un vantaggio o un errore. Dobbiamo scegliere bene.”

In previsione gara, tre sono i piloti che ‘spaventano’ il sei volte iridato: “Ci aspettavamo che la Yamaha sarebbe stata forte. Ma siamo vicini. Cerchiamo di lavorare bene per essere vicini a Vinales e Valentino. Anche Dovizioso ha un buon passo. Questi tre sono quelli che vedo con più grinta.”


MotoGP | Gp Assen Day 1: Marquez, “Ci aspettavamo la Yamaha forte, ma siamo vicini” [Video]
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati