MotoGP | Gp Assen Conferenza Stampa: Marquez, “Impossibile stabilire un avversario per il mondiale”

"Siamo tutti molto vicini e restano da affrontare ancora tante gare", ha concluso

MotoGP | Gp Assen Conferenza Stampa: Marquez, “Impossibile stabilire un avversario per il mondiale”MotoGP | Gp Assen Conferenza Stampa: Marquez, “Impossibile stabilire un avversario per il mondiale”

Presente nella conferenza stampa di presentazione del Gran Premio d’Olanda, Marc Marquez ha parlato delle proprie aspettative per il prossimo appuntamento di Assen, sottolineando come l’obiettivo principale sia mantenere a distanza le Yamaha e le Ducati nella classifica piloti. Il layout della pista è particolarmente gradito al pilota spagnolo, ragion per cui l’obiettivo sarà spingere al massimo fin dalla prima sessione del giovedì-

Ecco le parole di Marc Marquez: “Quello in Spagna è stato un buon week-end dove siamo riusciti ad allungare nella classifica del campionato. Inoltre nei test siamo riusciti a fare qualche passo in avanti con la moto e ci lavoreremo anche qui, cercando di capire se si trattano di migliorie efficaci. A parte questo, Assen è un circuito che mi piace, in particolar modo il quarto settore”.

“E’ un bellissimo tracciato in cui riesco a divertirmi”, ha aggiunto. “Ovviamente non è uno dei miei preferiti in assoluto, tipo come Austin o il Sachsenring, però riesco ad essere abbastanza continuo con le mie prestazioni. Speriamo di riuscire a proseguire con questa progressione anche quest’anno. Inoltre il tempo potrebbe darci una grossa mano. Parlando del campionato, risulta impossibile, al momento, stabilire un reale avversario per il mondiale”.

“Ci sono tanti punti da attribuire e tante situazioni che possono verificarsi. Mancano ancora tante gare. Le Yamaha vicine e le Ducati in ottima forma, quindi vedremo di proteggere la nostra posizione”, ha concluso.

MotoGP | Gp Assen Conferenza Stampa: Marquez, “Impossibile stabilire un avversario per il mondiale”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati