MotoGP | Gp Barcellona: Domenicali (Ducati), “Peccato non aver avuto più pazienza con Lorenzo”

"Daremo a Jorge la migliore moto possibile fino a Valencia" ha aggiunto l'amministratore delegato di Ducati

MotoGP | Gp Barcellona: Domenicali (Ducati), “Peccato non aver avuto più pazienza con Lorenzo”MotoGP | Gp Barcellona: Domenicali (Ducati), “Peccato non aver avuto più pazienza con Lorenzo”

MotoGP Gp Catalogna Ducati – Il rapporto tra Jorge Lorenzo e Claudio Domenicali, CEO Ducati, nell’ultimo periodo non è stato dei migliori. Tutto è iniziato prima del Gp d’Italia, quando l’AD, rilasciando alcune dichiarazioni alla stampa, aveva di fatto messo il maiorchino alla porta.

Dichiarazioni che nascevano considerando il momento difficile che stava affrontando il #99 in quel momento, va ricordato che nelle prime cinque gara lo spagnolo aveva raccolto solo 16 punti. Durante il Gp del Mugello si è poi consumato lo strappo finale, quando Lorenzo, ormai ‘abbandonato’ dalla sua squadra ha deciso di lanciarsi in una nuova sfida: guidare una Honda dal prossimo anno.

Questa in sostanza è la narrazione dei fatti avvenuti in quei giorni, il problema è che da quella firma in poi il ‘Martillo’ ha cominciato a vincere, forse proprio grazie ai nuovi pezzi forniti da Ducati in occasione della tappa toscana del Motomondiale.

Oggi, dopo la seconda vittoria consecutiva, tutti si chiedono se la scelta della Ducati sia stata quella giusta. L’investimento fatto su Lorenzo è stato importante, da lui ci si aspettava sicuramente di più nel primo anno e mezzo, però è anche vero che avendo speso tanti soldi e avendo in sostanza tra le mani uno dei più grandi campioni degli ultimi anni, serviva più pazienza, come lo stesso Domenicali adesso ammette. Quello del maiorchino era un progetto a lunga scadenza, ma forse il 2017 di Dovizioso ha fatto perdere fiducia nelle qualità dello spagnolo.

“I pezzi che abbiamo dato a Jorge sono il risultato di molto lavoro. Quelli che lo hanno aiutato sono gli ultimi di una lunga serie di tentativi.” Ha detto Claudio Domenicali al sito spagnolo AS.COM, e poi ha aggiunto: “Ci è voluto molto tempo per spiegare bene agli ingegneri quale fosse l’elemento più utile. Dal primo giorno, Gigi Dall’Igna ha cercato di aiutarlo il più possibile. Gigi, più di tutti, voleva avere Jorge nella squadra, ma le soluzioni non sempre davano una mano. Ci è voluto un po’ più di pazienza. Al Mugello, quando mi hanno intervistato dopo la gara, ho detto che non era stato deciso nulla. Dieci minuti dopo, ha detto che aveva già deciso. Ci sarebbe voluta più pazienza. È un peccato averlo perso. Ma non sono arrabbiato, sono felice. Sono felice perché oggi ha vinto con la nostra moto. Lavoreremo al massimo, gli ho dato la mia parola d’onore, per dargli la migliore moto possibile fino alle due del pomeriggio della gara di Valencia. Con più pazienza la situazione sarebbe diversa da come la vediamo ora, ma i tempi, a volte, sono tutto nella vita. Quando acquisti o vendi azioni o quando vengono prese delle decisioni. Per noi è molto importante aver capito oggi come fare per aiutare Jorge.”

Il mondiale

“Tra di Dovi e Jorge lo vedo al 50-50. Nel comunicato stampa in cui abbiamo salutato Jorge, che è stato scritto qualche tempo fa, ho scritto che con combatteremo per la Coppa del Mondo. L’ho scritto quando non ero un sostenitore. Ora ci penso ancora di più. Siamo a 49 punti, molti, ma mancano ancora 12 gare. Diciamo che, sicuramente, ci divertiremo.”

Il prossimo anno un avversario in più

“Marc e Jorge sono due grandi campioni. Sarà molto difficile batterli, ma questo ci darà ancora più soddisfazione.”

MotoGP | Gp Barcellona: Domenicali (Ducati), “Peccato non aver avuto più pazienza con Lorenzo”
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

4 commenti
  1. Bubu

    18 giugno 2018 at 14:02

    Sfigata bene questa Ducati, no…?

  2. MSC crociere

    19 giugno 2018 at 07:28

    Tutti che cadono dalle nuvole perchè Lorenzo è tornato a vincere…mi stupisce come credevano che di colpo fosse diventato un brocco

  3. H954RR

    19 giugno 2018 at 10:05

    Ma dai ?!
    Solo i defic, tutti non solo in ducati, hanno dubitato di un campione come Jorge.
    Bravi svegliatevi sempre tardi, e il bello è che lo stesso errore lo fecero già col mitico Casey, in ducati non imparano mai.

  4. LOW RIDER

    21 giugno 2018 at 09:14

    Lorenzo-Iannone sarebbero stati meglio di Dovizioso-Petrucci per puntare al titolo piloti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati