MotoGP | Gp Barcellona Gara: Lorenzo bissa il Mugello e “alza” la voce, Rossi sul podio

Seconda vittoria consecutiva per "Martillo", battuti Marquez e Rossi

MotoGP | Gp Barcellona Gara: Lorenzo bissa il Mugello e “alza” la voce, Rossi sul podioMotoGP | Gp Barcellona Gara: Lorenzo bissa il Mugello e “alza” la voce, Rossi sul podio

MotoGP Gp Catalogna GaraJorge Lorenzo ha vinto il Gran Premio di Catalogna classe MotoGP, tagliando il traguardo davanti alla Honda del leader del mondiale Marc Marquez e alla Yamaha di Valentino Rossi.

Il vincitore del Mugello dopo aver preso il comando al secondo giro, non l’ha più lasciato sin sotto alla bandiera a scacchi, ribadendo che ha davvero trovato il feeling sempre mancato con la Ducati GP18.

In casa Ducati qualcuno dovrebbe iniziare a farsi delle domande, visto anche la caduta di Andrea Dovizioso, sempre più lontano dalla vetta del mondiale e che ora inizia a sentire la pressione del “Martillo”, che con questa vittoria lo appaia in classifica mondiale a 66 punti.

Marc Marquez ha provato a resistergli, ma vedendo che il connazionale non “mollava”, si è “accontentato” della seconda posizione, che lo fa allungare sul mondiale su Valentino Rossi, terzo al traguardo.

Il pesarese non è mai stato in lotta per la vittoria, ma limita comunque di danni in attesa di tempi migliori.

Buona la gara delle Honda di Dani Pedrosa e Cal Crutchlow, giunte in quinta e sesta posizione davanti alle Yamaha di Maverick Vinales e Johann Zarco.

Ottavo al traguardo Danilo Petrucci, che ha preceduto Alvaro Bautista e Andrea Iannone che chiude la Top Ten.

Tornando in casa Ducati, c’è si gioia per le due vittorie consecutive di Lorenzo, ma sicuramente qualche rimpianto per aver criticato apertamente il maiorchino in più occasioni, facendogli poi capire che per lui non ci sarebbe stato futuro a Borgo Panigale, dove si è deciso di puntare sulla coppia Dovizioso – Petrucci.

La classifica mondiale è ora la seguente:

01 Marc Marquez 115
02 Valentino Rossi 88
03 Maverick Vinales 77
04 Johann Zarco 73
05 Danilo Petrucci 71
06 Cal Crutchlow 69
07 Jorge Lorenzo 66
08 Andrea Dovizioso 66
09 Andrea Iannone 66
10 Jack Miller 49

Per vedere la classifica completa clicca qui

MotoGp Gara Barcellona - GP Catalunya - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap
1 93 Marc Marquez Honda Repsol Honda Team 40:31.175
2 20 Fabio Quartararo Yamaha Petronas Yamaha Srt +2.660
3 9 Danilo Petrucci Ducati Ducati Team +4.537
4 42 Alex Rins Suzuki Team Suzuki Ecstar +6.602
5 43 Jack Miller Ducati Pramac Racing +6.870
6 36 Joan Mir Suzuki Team Suzuki Ecstar +7.040
7 44 Pol Espargaro Ktm Red Bull Ktm Factory Racing +16.144
8 30 Takaaki Nakagami Honda Lcr Honda Idemitsu +17.969
9 53 Tito Rabat Ducati Reale Avintia Racing +22.661
10 5 Johann Zarco Ktm Red Bull Ktm Factory Racing +26.228
11 29 Andrea Iannone Aprilia Aprilia Racing Team Gresini +32.036
12 88 Miguel Oliveira Ktm Red Bull Ktm Tech 3 +44.666
13 50 Sylvain Guintoli Suzuki Team Suzuki Ecstar Wild Card +51.363

Barcellona - GP Catalunya - Risultati Gara

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

MotoGP | Gp Barcellona Gara: Lorenzo bissa il Mugello e “alza” la voce, Rossi sul podio
5 (100%) 3 vote[s]
Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

10 commenti
  1. Avatar

    nandop6

    17 giugno 2018 at 16:34

    Come al Mugello do un 10 a Lorenzo, gara perfetta, se quello che ha fatto nelle ultime due gare l’avesse fatto non dico molto ma un paio di gare fa credo che il rinnovo lo avrebbe fatto in Ducati. Comunque aspetto di vedere le prossime per dire che ha risolto tutti i problemi. Comunque complimenti.

  2. Avatar

    MSC crociere

    17 giugno 2018 at 17:05

    Altra gara da incorniciare,e grazie agli ultimi aggiornamenti mirati sembra proprio che Lorenzo stia tornando a divertirsi alla guida e la differenza si vede…
    Sta decisamente mostrando alla Ducati che una moto vincente se messa in mano a un top rider domina le gare, se messa mano a degli ottimi piloti fa qualche podio e quando vince lo fa all’ultima curva

    • Avatar

      TONYKART

      17 giugno 2018 at 17:21

      la stagione e’ ancora molto lunga ed e’ tutto da vedere se veramente lorenzo e ducati sono riusciti a incontrarsi,fino a tre settimane fa era stato un disastro costato 24 milioni di euro con lorenzo che anche fuori dalla corsa al mondiale ha ostacolato dovizioso e rifiutato gli ordini di scuderia,oltre a dichiarare alla stampa che dovizioso cercava di minare la sua serenita’ con dichiarazioni alla stampa ,che la ducati non lo aveva accontentato e che dall igna non si fidava di lui!!!!dimenticavo ,pochi mesi fa aveva dichiarato la moto era un capolavoro….tu cosa avresti fatto????

      • Avatar

        MSC crociere

        17 giugno 2018 at 17:31

        Tu dai per scontato che Lorenzo dica solo ca**ate..a parte l’uscita su dovizioso che poteva risparmiarsi penso che tutto il resto non sia lontano dal vero. La Ducati 2018 è un capolavoro guarda in mano a lui con che facilità ha vinto le ultime due gare. Ducati ha mostrato di credere in lui? L’ha sempre trattato alla stregua di un secondo pilota e probabilmente non sono stati cosi tempestivi nel venire incontro alle sue esigenze

      • Avatar

        nandop6

        17 giugno 2018 at 17:32

        Non avrei mai pensato che un giorno ti avrei dato ragione su un commento.

      • Avatar

        nandop6

        17 giugno 2018 at 17:33

        Questa volta ha ragione Tony.

      • Avatar

        fatman

        17 giugno 2018 at 17:51

        …in ogni caso sta dimostrando che sa ancora vincere e fa bene ad andarsene: notoriamente Ducati non sa tenersi stretti i piloti, vuole vincere subito e questo condiziona le scelte…comunque a me basta che il geriatra lo pigli in c..l0 e son soddisfatto!!!

  3. Avatar

    fatman

    17 giugno 2018 at 17:47

    …ma quanta m&rd@ si stanno pappando sup@rm@rikki@n e soci? Jorge che vince e li mette a tacere tutti…godo immensamente a pensare che stanno picchiando chi sta loro vicino per sfogarsi…

  4. Avatar

    Ronnie

    17 giugno 2018 at 18:43

    Lorenzo ha trovato un modo per andar forte in Ducati, o perlomeno andarci meglio, ma le gare le ha vinte come le vincono tutti, grazie alle gomme fatte per il loro stile.

    Valentino ha cominciato a lamentarsi ora, Lorenzo lo ha fatto prima, Dovizioso e Marquez non si sono lamentati allo stesso modo, ma entrambi hanno fatto presente la questione gomme.

    Vinales stessa cosa. Le moto e i piloti sono tutti buoni, ad altissimi livelli, e se gli danno la gomma giusta tutti diventano dominatori.

    • Avatar

      MSC crociere

      17 giugno 2018 at 19:01

      Si però Lorenzo aveva votato contro le mescole Michelin di questo gran premio

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati