SBK | Acerbis Czech Round: Ducati in cerca di riscatto

Davies e Melandri vogliono dimenticare in fretta Donington

SBK | Acerbis Czech Round: Ducati in cerca di riscattoSBK | Acerbis Czech Round: Ducati in cerca di riscatto

Dopo un ottimo avvio di stagione, in cui Melandri ha aperto con una doppietta e Chaz Davies ha vinto le seconde gare in Thailandia ed in Spagna, Ducati è incappata nel periodo di digiuno di vittorie più lungo dal 2016.

Dopo un round inglese in cui non sono rientrati nemmeno tra i primi 4, è comprensibile quindi che i due piloti vogliano porre fine a questo trend negativo già a Brno, teatro del prossimo appuntamento in Campionato.

“Arriviamo a Donington con la voglia di riprenderci dopo Donington, che non è stato un round facile per noi. Dobbiamo prendere le cose per come vengono, un passo alla volta. Il nostro primo obiettivo è quello di migliorare il nostro pacchetto, dobbiamo solo scendere in pista con i nostri rivali” – ha detto Chaz Davies.

“Siamo impazienti di far bene e siamo positivi, perché ogni gara è una storia diversa quest’anno” – afferma Marco Melandri.

Entrambi i piloti hanno fatto dei abbastanza positivi test a Brno qualche settimana fa: “I test che abbiamo fatto sono andati bene, ma ci siamo concentrati sulla configurazione del setup, mentre nel weekend di gara dovremo mettere tutto insieme” – afferma Davies.

Per Melandri la pista ceca evoca i ricordi molto speciali di quando vinceva parecchio qui con la vecchia 125cc: “I test fatti in Repubblica Ceca sono andati piuttosto bene, anche se la nostra priorità è stata quella di migliorare la stabilità in generale e di non preparare un setup specifico per la gara. Il tracciato in sé è fluido, mi è sempre piaciuto ed in passato ho ottenuto buoni risultati” – ha dichiarato il pilota italiano.

Nel frattempo, il pilota junior Michael Ruben Rinaldi dovrà affrontare una nuova sfida a Brno, un tracciato su cui ha corso una volta sola, nel campionato Moto3™, ma ci sui ha fatto esperienza negli ultimi test: “Il layout lo rende divertente da guidare, anche se ci sono alcuni dossi. I test sono stati positivi, siamo pronti a partire da una buona base, ma sappiamo anche che i nostri rivali sono stati molto competitivi qui. La situazione può cambiare per via delle alte temperature, quindi probabilmente dovremo fare degli aggiustamenti”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati