SBK | Prosecco DOC UK Round: Davies e Melandri rilanciano la sfida

L'ultima vittoria Ducati a Donington risale al 2011

SBK | Prosecco DOC UK Round: Davies e Melandri rilanciano la sfidaSBK | Prosecco DOC UK Round: Davies e Melandri rilanciano la sfida

Ducati e Donington hanno fatto, e faranno ancora, la storia del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike, dato che sono il marchio con più vittorie ed il tracciato più “storico”: negli ultimi anni però la loro storia personale sta faticando a intrecciarsi.

Ducati non vince su questo tracciato infatti dal 2011 con Carlos Checa e vuole a tutti i costi interrompere questo digiuno: Chaz Davies in particolare sogna di regalare una vittoria ai suoi tifosi di casa, dopo un round di Imola in cui ha ottenuto buoni risultati ma non è riuscito a fermare Rea.

Il pilota gallese ha vinto qui solo una volta nel WorldSSP, mentre il terzo posto è stato il suo miglior risultato nel WorldSbk: “La prima volta che sono venuto qui era il 1999 e ho ottenuto dei bei risultati con la due tempi, ma in Superbike non ho ancora mai vinto purtroppo”, afferma. “Ma abbiamo fatto dei miglioramenti ogni anno e sembra che siamo più vicini ai nostri principali rivali a Donington. Quindi l’obiettivo è di fare il passo successivo sperando di ottenere dei risultati che ci permettano di concludere il weekend in maniera positiva” – dice Chaz Davies – “Donington è un bel circuito ed essendo inglese, l’atmosfera è sempre bellissima, il supporto del pubblico è sempre enorme”.

Marco Melandri al contrario è l’unico pilota ancora in attività, oltre al duo Kawsaski Rea e Sykes, ad aver vinto a Donington Park, in Gara 1 nel 2011 e nel 2012: “Donington mi piace davvero tanto, è un circuito dove ho disputato delle belle gare in passato. Non è andata bene lo scorso anno, abbiamo avuto delle difficoltà, ma ora conosciamo meglio i nostri punti forti e quelli dove dobbiamo migliorare”.

Melandri è consapevole che temperature miti e moto stabile sono le chiavi per il successo a Donington: “Sembra che il meteo sia buono, questo è un buon punto di partenza. Il nostro pacchetto inoltre sta migliorando sempre di più, anche se pure i nostri rivali migliorano. I test al Mugello ci hanno dato delle conferme importanti, quindi non vedo l’ora di guidare di nuovo” – ha concluso il ravennate.

Atteso al confronto anche il rookie Michael Ruben Rinaldi, che a dimostrato a Imola di poter comandare il gruppo, anche se per pochi giri.
Al rider del team Junior Aruba Racing manca ovviamente ancora l’esperienza necessaria per poter gestire una Superbike per tutta la durata di gara: Donington Park sarà un banco di prova molto importante nel suo percorso da pilota.

“Abbiamo alle spalle tre round, sia il team che io stiamo acquisendo sempre più esperienza” – afferma Michael Ruben Rinaldi – “Imola ha rappresentato un altro weekend positivo ed ora andiamo a Donington, un circuito che mi piace, con più dati disponibili ed l’obiettivo è quello di avvicinarci ancora a quelli davanti. Abbiamo migliorato in maniera consistente e dobbiamo continuare così, lavorando in particolare sul passo gara. Sono fiducioso”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati