MotoGP | Tito Rabat dimesso dall’ospedale, obiettivo Mugello

Escluse fratture, il pilota del Team Reale Avintia Ducati "vuole" il Mugello

MotoGP | Tito Rabat dimesso dall’ospedale, obiettivo MugelloMotoGP | Tito Rabat dimesso dall’ospedale, obiettivo Mugello

Reale Avintia Ducati Test Barcellona – Tito Rabat è stato dimesso dall’ospedale di Barcellona, dove era stato ricoverato ieri dopo una brutta caduta. Il pilota spagnolo del Team Reale Avintia aveva perso il controllo della sua Ducati all’ultima curva del circuito catalano.

La moto era andata in fiamme e il pilota aveva subito avvertito un forte dolore al braccio sinistro. (clicca qui per vedere il video della caduta).

Gli esami a cui si è sottoposto il #53 non avevano evidenziato fratture, ma “solo” una lesione muscolare di tre centimetri al braccio sinistro, per cui non è stata necessaria l’operazione chirurgica.

L’iridato 2014 della classe Moto2 dovrà fare una fisioterapia conservativa e solo allora sapremo se lo vedremo in pista al Mugello.

“Ieri pensavamo che non sarebbe stato possibile correre al Mugello, perché sembrava fosse necessaria un’operazione, ma questa mattina dopo i controlli è stato deciso di immobilizzare il braccio per una settimana, per poi fare altri esami – ha detto Tito Rabat – Quest anno sono competitivo e  farò il possibile per tornare in forma e correre al Mugello. Ringrazio tutti per il grande sostegno ricevuto dopo la caduta.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati