MotoGP | Gp Jerez Gara: Dovizioso, “La triplice caduta? Più colpa di Pedrosa che di Lorenzo”

Il forlivese spegne subito la polemica: "E' stato un incidente di gara, ma occorre più attenzione"

MotoGP | Gp Jerez Gara: Dovizioso, “La triplice caduta? Più colpa di Pedrosa che di Lorenzo”MotoGP | Gp Jerez Gara: Dovizioso, “La triplice caduta? Più colpa di Pedrosa che di Lorenzo”

MotoGP Gp Spagna Ducati Gara – E’ un Andrea Dovizioso veramente deluso quello che ha parlato al termine del Gran Premio di Spagna classe MotoGP, quarta tappa del Motomondiale 2018.

Il centauro forlivese è rimasto coinvolto in una caduta innescata da un contatto alla curva 6 avvenuto tra Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa, che toccandosi hanno poi coinvolto Desmodovi.

I tre erano in lotta per la seconda posizione e in ottica mondiale è un durissimo colpo per il pilota della Ducati che perde 20 punti “sicuri”. Ecco le parole del #04 della Rossa a due ruote rilasciate a Sky Sport.

“Non ci voleva, stava andando tutto in maniera perfetta, stavamo recuperando con metodo. Avevamo il secondo posto tra le mani e non ci voleva. Prendiamo il positivo perchè eravamo partiti male e abbiamo recuperato. Ci abbiamo metto troppo tempo a passare Lorenzo, aveva difficoltà in centro curva ma accelerava forte. Ho provato a passarlo ma sono arrivato lungo. Erano entrambi al limite (Pedrosa e Lorenzo), non incolpo nessuno, però hanno esperienza e sanno che bisogna preoccuparsi degli altri. Dani è entrato molto veloce dentro, e lui ha la colpa più grossa. All’esterno non vedi e sei tu che da dietro vedi i piloti. Jorge è arrivato largo e doveva preoccuparsi di quelli che arrivano. Con il casco però non vedi bene, ma devi preoccuparti. Mi scoccia un po’, ma do meno colpa a Jorge, lui non sapeva che ci fosse un terzo pilota, nella sua tabella non era segnata e questo è un errore.”

Dovizioso ha poi continuato parlando dei punti persi, almeno 20:

“Andiamo via con meno venti punti e non possiamo permettercelo. Abbiamo lavorato bene con serenità, ma mi girano le balle. La rivalità con Jorge c’è e ci sarà sempre, ma non c’è questo rapporto conflittuale con lui, tranne che per qualche sua uscita. E’ normale che voglia arrivare davanti per il contratto io invece mi sto giocando il campionato.”

Tornando sull’incidente ha aggiunto:

“E’ un incidente di gara, non si può spingere troppo su queste cose. Siamo piloti di esperienza e servirebbe più attenzione. Litigare quando non puoi ottenere niente non serve, alla fine i venti punti non me li ridanno. Prima della gara non pensavo di poter vincere. Quando sono arrivato su Rins, vedevo che le Honda stavano gestendo. Eravamo tutti al limite con l’anteriore. Quando Marc è andato avanti non ne aveva più di tanto. Io potevo andare un po’ di più. Magari non avrei vinto ma avevo il passo più o meno di Marc.”

Prossima Gara di Le Mans.

“Arriviamo a Le mans con zero punti ma con una consapevolezza diversa. Bisogna vivere il weekend. A Austin è andata male. Qui il nuovo asfalto e le “ali” hanno aiutato, bisogna quindi vivere il weekend. Fare pronostici non me la sento, ma la velocità di oggi vuol dire tanto. I punti si possono recuperare, ma ogni weekend è a se. Le gomme sono sempre le stessa, ma qui ad esempio con l’asfalto nuovo e le ali è cambiato tutto. Non è detto che riusciremo ad essere veloci ovunque, ma almeno siamo più sereni.”

Ultime parole sul colloquio avuto con Lorenzo.

“Ho parlato con Jorge, siamo abbastanza sereni. E’ una brava persona ma bisogna stargli un po’ dietro che non è una cosa facile.”

Foto: Alex Farinelli

MotoGP | Gp Jerez Gara: Dovizioso, “La triplice caduta? Più colpa di Pedrosa che di Lorenzo”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in In evidenza

Lascia un commento

16 commenti
  1. Ronnie

    6 maggio 2018 at 15:46

    Lorenzo non sapeva che c’era Pedrosa? Non ci credo manco morto…
    Pedrosa gli era incollato da inizio GP.
    Inoltre la mossa di Lorenzo di chiudere la traiettoria è un palese segno di voler andare a chiudere la porta a chi insegue e Dovizioso era all’esterno.

    Pedrosa ha fatto una curva stretta, strettissima attaccato al cordolo che più stretta non si poteva fare, era nell’unica posizione in cui poteva stare per non dare fastidio e prendere il comando del gruppetto.

    Il tutto è stato innescato dal tentativo di sorpasso di Dovizioso a cui Lorenzo ha resistito tirando lui stesso una staccata lunga aprendo la porta a Pedrosa, e ostacolando oltremodo il compagno di squadra che era più veloce e si sta giocando il mondiale a differenza sua.

    • MSC crociere

      6 maggio 2018 at 16:06

      Non mi risulta che Jorge Lorenzo abbia un contratto da secondo pilota, se avessero voluto un secondo pilota avrebbero preso qualcun altro spendendo meno. Pedrosa ha fatto la curva stretta senza prendere minimamente in considerazione che i due davanti sarebbero tornati dentro la curva..
      Lorenzo ha sbagliato a non controllare l’interno della curva.
      Dovizioso ha tirato una staccata troppo lunga con cui non avrebbe superato Lorenzo.
      Ognuno ha fatto la sua parte in quello che è un normale e sfortunato incidente di gara tra 3 dei piloti più corretti della MotoGp

      • Ronnie

        6 maggio 2018 at 16:14

        Hai ragione Lorenzo non è un secondo pilota, è un terzo quarto o quinto pilota…

        Nemmeno Melandri o Hayden avevano mai fatto così pena… e per di più su una Ducati vincente…

        Dovizioso è finito lungo perché Lorenzo ha tirato la staccata allungandola al Dovi… Ha ostacolato il suo compagno di squadra sapendo benissimo che Dovizioso era più veloce, visto che era partito dietro e rimontato posizione dopo posizione sul gruppo di testa ad una velocità impressionante…

      • MSC crociere

        6 maggio 2018 at 17:13

        Melandri l’hai mai visto in testa a una corsa? Hayden? Dai non diciamo fesserie..il potenziale di Lorenzo è evidente e noto a tutti, anche quando non vince. Poi non so dove sta scritto che Doveva far passare Dovizioso

      • Ronnie

        6 maggio 2018 at 21:00

        2008 Melandri dopo 4 gare 23 punti
        2009 Hayden dopo 4 gare 9 punti
        2010 Hayden dopo 4 gare 39 punti
        2011 Hayden dopo 4 gare 39 punti
        2012 Hayden dopo 4 gare 33 punti

        2018 Lorenzo dopo 4 gare 6 punti

      • MSC crociere

        6 maggio 2018 at 22:21

        peccato che nella prima gli siano saltati i freni, e oggi è caduto mentre era secondo…cose che Melandri e Hayden non hanno mai fatto. Porti numeri insignificanti ma dove ti fa comodo non rispondi.
        Hayden e Melandri li hai mai visti in testa a una gara? Era anche lontanamente paragonabile il loro potenziale con quello di lorenzo. Ti ricordo che erano gli stessi anni in cui l’altra Ducati lottava per il mondiale..
        Ti stai arrampicando sugli specchi caro il mio complottista

      • Ronnie

        7 maggio 2018 at 15:07

        MSC vedi dovresti tacere, io ti ho dato i dati a cui mi riferivo, e mi riferivo ai punti nel mondiale, secondo anno per Jorge oltretutto non il primo. Anche Hayden si era steso quando fece 9 punti in 4 gare e mi pare fosse pure infortunato ad inizio stagione…

        Per quanto riguarda le gare vai a vederti i risultati di quegli anni… Vai a vederti che posizioni hanno fatto in quei 4 GP Melandri e Hayden… Vai va vai.. perché per fare quei punti non sono arrivati m3rd3simi vai va,vai che ci fai bella figura… a fatti anche un’idea degli ingaggi che avevano… vai va vai…

  2. Raziel760

    Raziel760

    6 maggio 2018 at 15:50

    Contatto di gara, giusto a non sanzionare nessuno, dovi ha esitato troppissimo per sorpassare lorenzo, nonostante aveva il passo di marquez non è riuscito a prendere la posizione, poi nel sorpasso fatale, ha portato largo lorenzo che rientrando in traiettoria ha preso pedrosa che faceva la sua bella linea interna.
    Zarco bravo a stare la, yamaha ufficiali troppo indietro, un peccato vedere vinales a quei livelli a metà gara. Bravissimo morbidelli che ha fatto un garone.

    • Raziel760

      Raziel760

      6 maggio 2018 at 16:28

      non mi sembra che lorenzo abbia tirato staccate a dovi, semplicemente hanno 2 modi diversi di correre, lorenzo entra forte, dovi preferisce entrare lento ed andare di percorrenza.
      Dovi ha tirato una staccata oltre il suo limite normale (ma ci stava) per sorpassarlo, ma sono finiti larghi e lenti, onestamente non capisco come non abbia provato tanto prima a farlo (oltre l’errore)

      • Ronnie

        6 maggio 2018 at 17:26

        In realtà è Dovizioso che tira le staccate e entra forte, Lorenzo preferisce frenare di più in ingresso per poi fare la curva con il gas in mano e uscire il più forte possibile.

        Oggi Lorenzo era molto forte in staccata, che non è il suo solito specie in Ducati, tanto che lo ha dichiarato, che forse non aveva mai staccato così forte, il problema è che era più lento di Dovizioso proprio in percorrenza, che di solito è il contrario, o sarebbe il contrario se guidassero altre moto.

  3. TONYKART

    6 maggio 2018 at 20:50

    Dovizioso non ha nessuna colpa ,era leggermente più veloce di Lorenzo quindi lecito il tentativo ,Lorenzo nelle uniche gare che va durante la stagione sembra tenta di resistere fino alla morte quando il sorpasso lo sta per subire dal dovi,non va bene,Marquez ringrazia

    • MSC crociere

      6 maggio 2018 at 22:44

      Lorenzo voleva il secondo posto e ha il sacrosanto diritto di difenderlo, anche alla morte e contro chi gli pare, non è un secondo pilota e non lo sarà mai (e per fortuna è cosi)

      • ueueue

        6 maggio 2018 at 23:20

        Ma Msc quante ne spari..

        “Ti ricordo che erano gli stessi anni in cui l’altra Ducati lottava per il mondiale”….scusa perché invece ora il Dovi non sta lottando per il mondiale?…

        Inoltre ora ha le stesse gomme degli altri non le bridgestoner…
        Loprenzo per una volta che va un po’ più forte si é gasato ed essendo il pilota più forte al mondo sai com’è..
        Fatto sta che se l’interno del casco non si era staccato, un po’ la testa la poteva girare come era normale che fosse..

      • MSC crociere

        6 maggio 2018 at 23:42

        Appunto..ma visto che qualcuno scriveva “Nemmeno Melandri o Hayden avevano mai fatto così pena… e per di più su una Ducati vincente…” gli andava fatto presente che era vincente anche quella nelle mani di Melandri e Hayden.
        Qui se c’è qualcuno che le spara ma veramente grosse siete voi..

        Ah per la cronaca, il monogomma Bridgestone è iniziato nel 2009 e Stoner tra 2009 e 2010 ne ha vinte comunque 7, con 17 podi

  4. ueueue

    7 maggio 2018 at 07:30

    Con tutto il rispetto per il 69..
    Niky e Melandri son sono mai stati considerati molto dei “top rider”..certo hanno vinto ma non così tanto è così a lungo..

    ..è proprio loro hanno fatto meglio di loprenzo fino ad ora..
    Certo si è ripreso..speriamo sia un fuoco di paglia e che continui a stare dietro al Dovi..

    • Ronnie

      7 maggio 2018 at 15:11

      Si anche perché se per sbaglio gli sta davanti abbiamo visto come finisce…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP Gp Austria: Sunday Guide, statistiche pre-evento

E’ la prima volta che tra i primi quattro posti in griglia ci sono tre Ducati, per la precisione Dovizioso, Lorenzo e Petrucci.
Condividi su WhatsApp Marc Marquez si è qualificato in pole position per la seconda volta consecutiva al GP d’Austria. Il