SBK | Motul Dutch Round, Gara2: Tom Sykes uomo solo al comando

Il pilota Kawasaki coglie la prima vittoria della stagione davanti a Rea e Van der Mark. Male Ducati

SBK | Motul Dutch Round, Gara2: Tom Sykes uomo solo al comandoSBK | Motul Dutch Round, Gara2: Tom Sykes uomo solo al comando

L’avevamo detto ieri e oggi è arrivata la conferma del diretto interessato: Tom Sykes in Gara 1 aveva la velocità e il passo per giocarsi almeno il podio e solo una brutta partenza lo ha relegato al quarto posto.
In Gara 2 Tom scattava dalla prima casellina e non ha sbagliato: ha mantenuto la testa del gruppo dal primo all’ultimo giro, tenendo un ritmo impressionante a suo di 1.36 bassi, 1.35 alti, insostenibile per gli inseguitori.

Sykes coglie la prima vittoria della sua stagione che raddrizza un 2018 fin qui avaro di risultati il positivi: vederemo se il Motul Dutch Round sarà uno spartiacque per lui e per Kawasaki, mai così competitiva come al TT Circuit di Assen.
Competitività dimostrata appieno anche dalla gara del Campione del Mondo che non supera il record di vittorie di CArl Fogarty su questa pista ma consolida la leadership in classifica generale con un secondo posto conquistato con autorevolezza.
Festeggia anche Michael Van der Mark che bissa il podio di ieri davanti al proprio pubblico, anche se l’amarezza di non essere riuscito a cogliere una vittoria con una R1 molto competitiva su questa pista rimane.

Solido fine settimana per Xavi Fores (Barni Racing Ducati) che chiude quarto: lo spagnolo è il primo dei piloti Ducati in pista, precedendo quindi tutti gli ufficiali a partire da Chaz Davies, quinto, che compromette la sua gara con una partenza non felice, in cui è stato costretto anche a un’uscita di pista per non entrare in contatto con Rea.

Bene anche Jordi Torres in sesta posizione con MV Agusta davanti a un Marco Melandri che archivia finalmente un weekend di sofferenza in cui non è mai stato competitivo: in casa Ducati bisognerà analizzare a fondo i dati ricavati da questo weekend in vista dell’appuntamento di casa a Imola, tra tre settimane.
Completano la top ten Lorenzo Savadori ottavo con Aprilia, Loris Baz nono con BMW e

Prossimo appuntamento, come anticipato, tra tre settimane, dall’11 al 13 maggio in Italia all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Di seguito l’ordine di arrivo di Gara 2 del Motul Dutch Round:
1. Tom Sykes GBR Kawasaki Racing Team WorldSBK ZX-10RR 21 Laps
2. Jonathan Rea GBR Kawasaki Racing Team WorldSBK ZX-10RR +5.445s
3. Michael Van Der Mark NED Pata Yamaha Official WorldSBK Team R1 +7.507s
4. Javier Fores ESP Barni Racing Team Panigale R +11.316s
5. Chaz Davies GBR Aruba.it Racing – Ducati Panigale R +18.953s
6. Jordi Torres ESP MV Agusta Reparto Corse 1000 F4 +22.414s
7. Marco Melandri ITA Aruba.it Racing – Ducati Panigale R +22.515s
8. Loris Baz FRA GULF ALTHEA BMW Racing Team S1000RR +23.997s
9. Toprak Razgatlioglu TUR Kawasaki Puccetti Racing ZX-10RR +24.245s
10. Lorenzo Savadori ITA Milwaukee Aprilia RSV4 +24.653s
11. Davide Giugliano ITA Milwaukee Aprilia RSV4 +41.807s
12. Michael Ruben Rinaldi ITA Aruba.it Racing – Junior Team Panigale R +41.846s
13. Patrick Jacobsen USA TripleM Honda World Superbike Team CBR1000RR SP2 +47.516s
14. Alex Lowes GBR Pata Yamaha Official WorldSBK Team R1 +53.355s
15. Ondrej Jezek CZE Guandalini Racing R1 +54.065s
16. Yonny Hernandez COL Team Pedercini Racing ZX-10RR +57.758s
Leandro Mercado ARG Orelac Racing VerdNatura ZX-10RR DNF
Roman Ramos ESP Team GoEleven Kawasaki ZX-10RR DNF

Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati