MotoGP | Gp Argentina Day 1: Lorenzo, “Non mi sentivo a mio agio”

A chi chiedeva chiarimenti sulle dichiarazioni riguardanti Dovi ha detto: "Ne parliamo la prossima settimana"

MotoGP | Gp Argentina Day 1: Lorenzo, “Non mi sentivo a mio agio”MotoGP | Gp Argentina Day 1: Lorenzo, “Non mi sentivo a mio agio”

MotoGP Gp Lorenzo Ducati Day 1 – Giornata difficile in casa Ducati sul circuito di Termas de Rio Hondo, nessuno dei piloti equipaggiati con una GP18 è riuscito ad entrare nei 10.

Jorge Lorenzo ha chiuso con il sedicesimo tempo nella classifica combinata dei tempi. Il maiorchino nella FP1 era riuscito a centrare il nono posto, ma nel pomeriggio Argentino non è riuscito a migliorare il proprio crono.

Queste le parole di Jorge Lorenzo: “Questa mattina non sono andato male, nei primi due settori andavamo forte ma negli ultimi perdiamo. La condizione sono cambiate nelle FP2 e anche per colpa del vento si sono accentuati i punti deboli. La moto impenna tanto all’uscita della curva prima del lungo rettilineo e tutti i piloti ufficiali hanno faticato. Solo un quel punto perdo mezzo secondo. Solo Danilo riusciva a tenere aperto il gas in uscita curva. Non mi sentivo a mio agio sulla moto. Domani dobbiamo trovare qualche soluzione. Oggi non era una situazione normale, penso che in situazioni normali siamo un po’ meglio.”

Il maiorchino ha poi rilasciato alcune dichiarazioni a Movistar e a chi gli ha chiesto delle spiegazioni ha detto: “Niente, perché siamo in modalità corsa ora. Forse giovedì prossimo ne riparleremo. Mi occupo solo di domande sul weekend di gara. Ma puoi guardare l’intervista. Non mento, dico sempre quello che penso. Quello che dico è la verità”.

MotoGP | Gp Argentina Day 1: Lorenzo, “Non mi sentivo a mio agio”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

2 commenti
  1. ueueue

    7 aprile 2018 at 11:59

    Buffone

  2. rolando gassoso

    7 aprile 2018 at 20:31

    La potenza mentale del dovi ti ha fatto sbagliare la strategia q1 oppure proprio non ne avevi più?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati