Superbike|Motul Thai Round, Gara2: vittoria autorevole per Chaz Davies

Il ducatista ha la meglio sulle Yamaha di Van der Mark e Lowes. Male Kawasaki

Superbike|Motul Thai Round, Gara2: vittoria autorevole per Chaz DaviesSuperbike|Motul Thai Round, Gara2: vittoria autorevole per Chaz Davies

Al Chang International Circuit l’Aruba Racing Ducati si riprende il gradino più alto del podio con Chaz Davies, autore di una Gara2 autorevole in cui è riuscito ad avere la meglio delle due Yamaha di Michael Van der Mark e Alex Lowes, oggi in grande spolvero.

Per la Ducati si tratta della terza vittoria su quattro gare sin qui disputate: la Panigale di Davies è stata per larghissimi tratti la moto più veloce in pista permettendo al gallese di rimontare agevolmente dalla settima posizione in griglia di partenza e di tentare anche una mini-fuga ai danni delle due R1.

Per Van der Mark e Lowes dopo tre gare un po’ in sordina arriva finalmente una corsa solida in cui sono stati in grado di far vedere il potenziale di una moto che nei test invernali aveva molto impressionato, salvo poi “nascondersi” nelle prime tre uscite ufficiali della stagione.

Al quarto posto troviamo Jonathan Rea: per il Campione del Mondo oggi non è stata una giornata facile: se Gara1 aveva lasciato la sensazione che la sua vittoria fosse più frutto del suo talento che della superiorità della moto, la seconda corsa lo ha confermato.
La Ninja è stata per lunghi tratti in difficoltà rispetto agli avversari, non solo per la velocità, ma anche in percorrenza e stabilità: Rea è riuscito ad agguantare un quinto posto ma Tom Sykes si è dovuto ritirare a causa di problemi tecnici.

Rea ha ottenuto la posizione proprio nelle ultime fasi di gara ai danni di Xavi Fores, che dopo lo splendido podio di ieri ha accusato qualche problema sulla sua Panigale: il quinto posto posto comunque consente allo spagnolo di arrivare alle gare europee in terza posizione in classifica iridata, con 60 punti.

Sesta posizione per Leon Camier con la CBR Honda: oggi l’inglese non è stato efficace come in Gara1 e ha pagato lo scotto di qualche sbavatura di troppo.

In casa Ducati c’è rammarico per Marco Melandri che ha dovuto affrontare in entrambe le gare vistosi problemi di aderenza e stabilità che non gli hanno permesso di battagliare con gli avversari, relegandolo al settimo posto: il ravennate è ora secondo in classifica iridata a due punti da Rea.

La top ten è completata dal giovane e talentuoso pilota del team Puccetti Kawasaki, Ragazioglou, da un Lorenzo Savadori che è riuscito a completare una gara molto buona nonostante i postumi della frattura alla spalla, rimediata in Australia, e da PJ Jacobsen con la CBR del team Triple T.

Grande spavento infine per Eugene Laverty, autore di una brutta caduta a circa metà gara: il pilota Aprilia sta ora effettuando controlli medici in infermeria.

Il Campionato tornerà ora in Europa con il Round di Aragon dal 13 al 15 aprile: vedremo quindi quali saranno gli effetti del nuovo regolamento, intravisti in Australia e Thailandia, con piste più tecniche e difficili in cui le differenze tra le moto sono sempre emerse maggiormente.

Di seguito l’ordine di arrivo di Gara2 del Motul Thai Round, al Chang International Circuit:

1. Chaz Davies GBR Aruba.it Racing Ducati Panigale R 20 laps
2. Michael van der Mark NED PATA Yamaha YZF-R1 +2.185s
3. Alex Lowes GBR PATA Crescent Yamaha R1 +3.884s
4. Jonathan Rea GBR Kawasaki Racing ZX-10RR +6.554s
5. Xavi Fores ESP Barni Ducati Panigale R +8.973s
6. Leon Camier GBR Red Bull Honda CBR1000RR SP2 +10.647s
7. Marco Melandri ITA Aruba.it Racing Ducati Panigale R +17.523s
8. Toprak Razgatlioglu TUR Puccetti Kawasaki ZX-10RR +21.618s
9. Lorenzo Savadori ITA Milwaukee Aprilia RSV4 +25.345s
10. PJ Jacobsen USA TripleM Honda CBR1000RR SP2 +27.076s
11. Yonny Hernandez COL Team Pedercini Kawasaki ZX-10RR +28.668s
12. Loris Baz FRA Althea BMW S1000RR +29.004s
13. Roman Ramos ESP Team GoEleven Kawasaki ZX-10RR +30.434s
14. Jake Gagne USA Red Bull Honda CBR1000RR SP2 +30.527s

Did not finish
Leandro Mercado ARG Orelac Racing VerdNatura Kawasaki ZX-10RR
Tom Sykes GBR Kawasaki Racing ZX-10RR
Jordi Torres ESP MV Agusta 1000 F4
Eugene Laverty IRE Milwaukee Aprilia RSV4
Ondrej Jezek CZE Guandalini Yamaha YZF-R1

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

3 commenti
  1. Avatar

    nandop6

    25 marzo 2018 at 15:28

    Oggi un Melandri penoso.

    • Avatar

      nandop6

      25 marzo 2018 at 15:28

      Come ieri.

      • Avatar

        fatman

        25 marzo 2018 at 16:52

        …ma pensa al geriatra, incompetente motoristico…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati