Superbike|Motul Thai Round, Tissot-Superpole: pole al cardiopalma per Jonathan Rea

Tom Sykes beffato per soli 3 milesimi, Leon Camier completa la prima fila

Superbike|Motul Thai Round, Tissot-Superpole: pole al cardiopalma per Jonathan ReaSuperbike|Motul Thai Round, Tissot-Superpole: pole al cardiopalma per Jonathan Rea

Quindicesima pole position in carriera per Jonathan Rea: il Campione in carica al Chang International Circuit partirà davanti a tutti in Gara1 grazie a un giro super con cui ha frantumato il record della pista, beffando il compagno di team Tom Sykes per soli 3 millesimi.

Continua quindi la “maledizione” per il pilota inglese: il circuito thailandese è infatti l’unica pista nel calendario WorldSuperbike in cui non ha ancora conquistato la pole.

La terza fila è completata da un sorprendente Leon Camier (Red Bull Honda World Superbike Team), primo pilota ha infrangere il record di 1:32.957, che ottiene alla seconda uscita con Honda un piazzamento importante in griglia, Jordi Torres, che ne ha preso il posto in MV Agusta.

In seconda fila troviamo la migliore delle Ducati, quella del team Barni Racing affidata a Xavi Fores, medicato a un piede dopo la caduta di ieri nelle libere, e la Yamaha R1 di Alex Lowes, chiamata a una prestazione convincente qui in Thailandia.

Le Panigale ufficiali occupano la terza linea dello schieramento: è stata una qualifica sofferta per Marco Melandri, settimo anche a seguito di una caduta in uno dei giri veloci, e per Chaz Davies che non è riuscito a trovare lo spunto decisivo ed è solo nono.
In mezzo a loro scatterà Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) in ottava posizione, che date le precarie condizioni fisiche di Lorenzo Savadori, qualificatosi dalla prima manche a tenuto la spalla a riposo fino alle ultime fasi di Tissot-Superpole, per poi ottenere l’undicesimo tempo.

L’autore della pole del 2016 Michael van der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) non è riuscito a tenere il passo dei primi e scatterà dalla quarta fila, in decima posizione, insieme appunto a Lorenzo Savadori e a Toprak Razgatlioglu, qualificato anche lui dalla prima manche.

I primi nove piloti sono separati da meno di mezzo secondo: si prospetta una grande battaglia in cui il grande caldo potrebbe condizionare le prestazioni.

Di seguito la griglia di partenza di Gara1 del Motul Thai Round, al Chang International Circuit:

1. Jonathan Rea GBR Kawasaki Racing ZX-10RR 1m 32.814s
2. Tom Sykes GBR Kawasaki Racing ZX-10RR 1m 32.817s
3. Leon Camier GBR Red Bull Honda CBR1000RR SP2 1m 32.922s
4. Jordi Torres ESP MV Agusta 1000 F4 1m 32.972s
5. Xavi Fores ESP Barni Ducati Panigale R 1m 33.022s
6. Alex Lowes GBR PATA Crescent Yamaha R1 1m 33.036s
7. Marco Melandri ITA Aruba.it Racing Ducati Panigale R 1m 33.103s
8. Eugene Laverty IRE Milwaukee Aprilia RSV4 1m 33.119s
9. Chaz Davies GBR Aruba.it Racing Ducati Panigale R 1m 33.148s
10. Michael van der Mark NED PATA Yamaha YZF-R1 1m 33.373s
11. Lorenzo Savadori ITA Milwaukee Aprilia RSV4 1m 33.450s
12. Toprak Razgatlioglu TUR Puccetti Kawasaki ZX-10RR 1m 34.570s

Qualifying positions determined by Superpole 1

13. Leandro Mercado ARG Orelac Racing VerdNatura Kawasaki ZX-10RR 1m 34.271s
14. Jake Gagne USA Red Bull Honda CBR1000RR SP2 1m 34.404s
15. Loris Baz FRA Althea BMW S1000RR 1m 34.477s
16. Roman Ramos ESP Team GoEleven Kawasaki ZX-10RR 1m 34.729s
17. PJ Jacobsen USA TripleM Honda CBR1000RR SP2 1m 34.782s
18. Yonny Hernandez COL Team Pedercini Kawasaki ZX-10RR 1m 34.783s
19. Ondrej Jezek CZE Guandalini Yamaha YZF-R1 1m 35.925s

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati