Superbike|Motul Thai Round, Gara1: risultati differenti per i piloti Kawasaki

Rea centra la sesta vittoria in Thailandia mentre Sykes è solo sesto

Superbike|Motul Thai Round, Gara1: risultati differenti per i piloti KawasakiSuperbike|Motul Thai Round, Gara1: risultati differenti per i piloti Kawasaki

Al Chang International Circuit, dove si sta disputando il secondo appuntamento del Campionato Mondiale delle derivate di serie, il Kawasaki Racing Team ottiene risultati contrastanti che testimoniano come la riduzione dei giri motore imposta dal nuovo regolamento abbia livellato un po’ i valori in pista.

Se guardiamo al sesto posto di Tom Sykes, che ha combattuto per tutta la corsa con un problema ai freni, si comprende quanto la vittoria di Jonathan Rea molto dipenda dalle abilità dello stesso Campione del Mondo, che ha saputo guidare sopra errori propri e scarso feeling con la moto.

Rea e Sykes sono scattati bene dalle prime due posizioni e hanno dato vita nelle fasi iniziali della corsa a una lotta per il vertice: il Campione in carica una volta preso il comando, nonostante non si sentisse pienamente a suo agio sulla moto, ha controllato il tentativo di rimonta di Fores e si è involato fino al traguardo, mentre il pilota inglese è progressivamente stato sopravanzato fino alla sesta posizione finale.

“Sono molto, molto felice” – ha affermato il tre volte Campione del Mondo – “perché avevamo iniziato il weekend con un set-up ed eravamo un po’ indietro. Ma ho avuto piena fiducia del mio team e non abbiamo mai perso la concentrazione e l’obiettivo, quindi ringrazio tutti. Sto lentamente ma senza dubbio trovando un buon feeling con questa moto. Ho commesso un errore sciocco nel T3, sono andato fuori pista. Questo ha ridotto il gap e ho dovuto ricominciare dall’inizio per guadagnare a metà gara. Comunque, il mio team mi ha dato una buona moto questo weekend per riavere fiducia dopo Phillip Island. Non direi di avere un grande feeling con la moto ancora, ma arriverà.”

“Sfortunatamente ho avuto un problema ai freni” – ha spiegato Tom Sykes – “Nella lotta con Jonathan al secondo giro stavo già provando a gestire i freni. Dopo cinque giri non ci sono riuscito, è stata una lunga gara ed ero deluso. La moto in sé ha lavorato senza problemi per tutto il weekend, mi sono sentito molto forte e penso di aver mostrato nelle libere ed in Superpole. Quindi domani dobbiamo recuperare terreno e stiamo già provando a fare del nostro meglio per far sì che questo problema con i freni non succeda di nuovo.”

Superbike|Motul Thai Round, Gara1: risultati differenti per i piloti Kawasaki
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati