Superbike| Motul Thai Round: Ducati è pronta alla sfida

Melandri e Davies puntano forte alla vittoria

Superbike| Motul Thai Round: Ducati è pronta alla sfidaSuperbike| Motul Thai Round: Ducati è pronta alla sfida

Marco Melandri arriva al Chang international Circuit da leader della classifica ed è determinato a mantenere la posizione: su questo tracciato lo scorso anno è stato protagonista di grandi battaglie con Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) in entrambe le corse, ottenendo un podio in Gara2.

Il pilota italiano quest’anno ha maturato più esperienza in sella alla sua Panigale R ed è pronto per la lotta: “Il Buriram è un tracciato indubbiamente particolare, ma mi piace. Nonostante non abbia uno dei layout più tecnici, è comunque divertente da guidare. Lo scorso anno il nostro rivale principale è stato il caldo e ho lottato più di quanto pensassi con i 40 gradi, quindi spero che le condizioni siano un po’ più favorevoli questa volta. Comunque dovremo considerare che ho poca esperienza con la Panigale R qui. Nelle gare del 2017, Sykes mi ha passato due volte all’ultima curva. Ma ora mi sento più determinato e pronto, quindi non vedo l’ora di tornare in pista.”

Chaz Davies è pronto a riscattarsi dopo la caduta il Gara 2 in Australia: “Dopo un inizio positivo in Australia, mi sento bene in vista del secondo round in Tailandia. Il Buriram è un bel circuito per capire il nostro livello e vedere come siamo messi in generale con la moto del 2018, ma servirà a ripartire da dove ci siamo fermati a Phillip Island. La caduta in Gara 2 ovviamente non ci ha giovato, ma la cosa positiva è che mi sentivo bene sulla moto, sia fisicamente che come feeling. Vogliamo confermare qui quanto possiamo essere competitivi. Il caldo renderà le cose un po’ più complicate per tutti, ma siamo arrivati sempre più vicini alla vittoria nel corso degli anni, quindi speriamo di poter chiudere ancora un po’ il gap. Sono veramente motivato e non vedo l’ora che arrivi il weekend.”

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati