MotoGP Test Jerez Day 3: Iannone, “Non mi aspettavo un grande passo avanti, invece sono positivamente colpito”

Il compagno di squadra, Alex Rins, ha detto: "Stiamo lavorando sulla costanza, migliorando le aree che riteniamo deboli"

MotoGP Test Jerez Day 3: Iannone, “Non mi aspettavo un grande passo avanti, invece sono positivamente colpito”MotoGP Test Jerez Day 3: Iannone, “Non mi aspettavo un grande passo avanti, invece sono positivamente colpito”

MotoGP Test Jerez Day 3 Suzuki – La tre giorni di test si è rilevata molto prolifica per la casa di Hamamatsu. Entrami i piloti, Andrea Iannone e Alex Rins, hanno provato moltissimo materiale.

Molte delle componenti provate non erano del tutto inedite, infatti, per lo più si è trattato di provare le varie combinazioni e trovare quelle che insieme funzionassero meglio.

Il bilancio finale dei test è stato molto positivo, sopratutto per Andrea Iannone, che sembra aver ritrovato fiducia nella moto, chiudendo la prima e la terza giornata in cima alla classifica dei tempi.

A causa della pessima stagione appena trascorsa, la Suzuki il prossimo anno gareggerà con il regolamento “open” che gli permetterà più test rispetto alle altre case, anche se dalla casa giapponese non si sbilanciano, sostenendo che probabilmente, visto il programma fitto di impegni durante la stagione, non riusciranno a sfruttare tutte le giornate di test a loro disposizione. L’importante al momento era indirizzare lo sviluppo per la moto del prossimo anno.

Queste le parole di Andrea Iannone: “Questo test è stato molto intenso perché volevamo provare tante cose, e nel complesso sono stanco, ma soddisfatto. Prima di tutto, ci siamo concentrati sul feeling, il nuovo telaio e diverse configurazioni. Nel complesso posso sentire i numerosi miglioramenti. Sono stato efficace sia nel time attack che nel ritmo. Una delle aree che volevamo migliorare era la costanza delle prestazioni con il decadimento della gomma, il che significa essere in grado di rimanere competitivi per il periodo ideale di una gara. Poi abbiamo avuto il motore con nuove specifiche, e siamo stati in grado di fare molti giri al fine di fare un confronto adeguato. La sensazione è migliorata. Non mi aspettavo un grande passo avanti, invece sono positivamente colpito. Ad ogni modo, dobbiamo restare con i piedi per terra e continuare a lavorare. È bello aver fatto questi passi, ma abbiamo ancora aree in cui possiamo migliorare.”

Il compagno di squadra, Alex Rins, è rimasto positivamente colpito della moto. Il feeling e la costanza sembrano essere notevolmente migliorati, ma sostiene che ci sia ancora molto lavoro da fare.

Queste le parole di Alex Rins : “Il test è stato positivo perché siamo stati in grado di provare molte cose diverse e fornire informazioni importanti agli ingegneri in modo che siano in grado di indirizzare nella giusta direzione lo sviluppo della GSX-RR 2018. Abbiamo testato alcune nuove parti che avevamo già provato a Valencia, e anche ad Aragon, perché avevamo bisogno di confermare i dati. I componenti si sono rivelati efficaci e il mio feeling con la moto nel complesso è migliorato. Sento di poter essere più fiducioso alla guida, il che si traduce in un miglioramento del tempo sul giro. Sono rimasto impressionato dal ritmo con il telaio evolutivo. Non stiamo cambiando la natura della moto; stiamo lavorando sulla costanza, migliorando le aree che riteniamo deboli.”

MotoGP Test Jerez Day 3: Iannone, “Non mi aspettavo un grande passo avanti, invece sono positivamente colpito”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati