MotoGP Test Valencia Day 2: Rossi, “Ci siamo concentrati sulla scelta del motore”

Oltre ai diversi propulsori, il pesarese ha provato alcuni nuovi pezzi, ma l'appuntamento importante sarà a fine mese a Sepang

MotoGP Test Valencia Day 2: Rossi, “Ci siamo concentrati sulla scelta del motore”MotoGP Test Valencia Day 2: Rossi, “Ci siamo concentrati sulla scelta del motore”

MotoGP Test IRTA Valencia Yamaha Day 2Valentino Rossi ha chiuso il secondo e ultimo giorno di test sul circuito di Valencia con il settimo tempo.

Il pesarese ieri ha cominciato a un lavoro di confronto tra le varie M1 messe a disposizione dalla Yamaha, oggi si è concentrato sulla scelta del motore in previsione 2018. C’e ancora tanto lavoro da fare, visto che, le novità portate sul circuito spagnolo non hanno risolto del tutto i problemi cronici della moto. Prossimo appuntamento per il “Dottore” saranno i test privai sul circuito malese di Sepang fissati per fine mese.

Queste le parole di Valentino Rossi: “Oggi abbiamo avuto molto lavoro da fare, perché abbiamo dovuto provare alcune versioni diverse di motori. E’ stata una giornata lunga, ma è stata positiva. Ci siamo concentrati su questo e anche provato alcune altre cose, niente di eccezionale. Alla fine non è andata poi così male. Come ho detto, abbiamo principalmente testato i motori, quindi non so molto altro sulle novità. Vedremo in Malesia.

MotoGP Test Valencia Day 2: Rossi, “Ci siamo concentrati sulla scelta del motore”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

10 commenti
  1. TONYKART

    16 novembre 2017 at 00:46

    gli manca di provare a mettere il motore ducati su yamaha poi le ha tentate tutte,ma sempre non va un cazxo …

    • fatman

      16 novembre 2017 at 12:06

      …ahahahahahah vero, che essere inferiore…

    • fatman

      16 novembre 2017 at 12:07

      …un po’ come Bestlap ed il pescatore…

      • TONYKART

        16 novembre 2017 at 17:23

        sono spariti tutti aahahahahhahaha

  2. supermariacion

    16 novembre 2017 at 23:17

    Potrebbero mettere voi come direttore sanitario al Cottolengo hahaahhahhahahhahhahahhahahhahhahhahah di sicuro le fosse settiche non saranno mai piene!

  3. nandop6

    17 novembre 2017 at 07:46

    Lorenzo ha fatto meno punti di Rossi nel 2011 con una moto con la quale un certo Dovizioso ha lottato per il mondiale fino all’ultima gara, sinceramente non mi aspettavo che vincesse il mondiale al primo anno di Ducati ma almeno davanti a Dovizioso si, provate a sostituire per un momento il nome di Lorenzo con quello di Rossi e riscrivete i vostri commenti. Siete troppo concentrati a sparlare di un 39enne che non sapete più cosa dite, ma si può perdere tempo a commentare le vostre caz..te?

    • fatman

      17 novembre 2017 at 09:52

      …sostituendo il nome resta valem@rd@, il risultato non cambia, continua a rosicare
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah…

  4. TONYKART

    17 novembre 2017 at 18:05

    Nando su Lorenzo un po’ ti do ragione ,indubbiamente un campione doveva ottenere di più !ma più di dovizioso di questo anno c è stato solo Marquez che ha vinto il mondiale …
    Non era pessima nemmeno la ducati di rossi se facciamo un paragone diretto con le prestazioni di Stoner che l ha usata a fine campionato vincendo ,secondo me Lorenzo ha avuto bisogno di tempo perché è uno che guida molto pulito molto preciso senza minima sbavatura guida come un compasso nelle curve e senza le condizioni perfette non è uno che in qualche modo la fa andare la moto ,probabilmente anche nel lavoro ai box e’ uno che con calma lavorando arriva al suo obbiettivo,l impressione è che gli manca poco per battagliare per il campionato del mondo ma penso che sarà un problema per la ducati come lo è ora rossi con Maverick

    • nandop6

      18 novembre 2017 at 19:45

      Ci provo ma sicuramente per dare contro ti inventerai qualcosaltro, se vuoi fare paragoni allora parliamo di una GP11 che solo Stoner sapeva portare al limite, aveva vinto 3 gp l’anno prima, Rossi primo Ducatista. Dall’altra arte una GP17 con la quale vanno forte bene o male tutti, che ha vinto 6 gare nello stesso anno e che ha lottato per il mondiale fino all’ultima gara con Dovizioso che per quanto lo stimo non credo sia dello stesso livello di Soner, o no?

      • nandop6

        20 novembre 2017 at 10:06

        Senza parole???? Azz…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati