MotoGP Test Valencia Day 1: Marquez, “Oggi non era importante essere il più veloce”

La Honda si rifà "anima" e "scheletro, sulla moto del campione del mondo nuovo il motore e il telaio

MotoGP Test Valencia Day 1: Marquez, “Oggi non era importante essere il più veloce”MotoGP Test Valencia Day 1: Marquez, “Oggi non era importante essere il più veloce”

MotoGP Test IRTA Valencia Honda Repsol – Il neo campione del mondo, Marc Marquez, ha chiuso la prima giornata test sul circuito spagnolo di Valencia con il terzo tempo, staccato di poco più di un decimo dalla vetta.

L’esa-campione del mondo dopo un inizio “dirompente”, sua la migliore prestazione nella prima parte della giornata, ha proseguito facendo un lavoro di comparativa tra la vecchia e nuova moto. La versione 2018 è equipaggiata con un nuovo telaio e con un nuovo motore che si accoppia con uno scarico inedito, sostituita, almeno al momento, la vecchia conformazione a chiocciola sotto al codone per fare spazio a una versione più lineare.

Il pilota di Carvera non ha provato le Michelin 2018.

Queste le parole di Marc Marquez: “Oggi è stata una tipica giornata di test, si ha bisogno di lavorare e di essere pazienti nel box perché tutto è nuovo. La cosa più importante è stata quella di capire la direzione da prendere con la nuova moto, non era importante essere il pilota più veloce. Naturalmente la mattina sono stato veloce e costante con la mia moto attuale, ma poi nel pomeriggio siamo passati a quella nuova, che ovviamente ha molte cose nuove su cui lavorare per configurarla. Domani avremo la possibilità di raccogliere molti più dati, oggi sono stato in grado di completare tanti giri con la 2018. Ha un telaio diverso, un motore diverso e altri dettagli diversi da configurare, ora è importante cercare di capire i punti di forza e quelli che devono essere migliorati, e poi trovare il miglior compromesso”.

MotoGP Test Valencia Day 1: Marquez, “Oggi non era importante essere il più veloce”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati