MotoGP Sepang Gara: Rossi, ” E’ stata una gara dura, ci manca sempre grip al posteriore”

Rossi si è poi complimentato con Morbidelli, iridato 2017 della classe Moto2

MotoGP Sepang Gara: Rossi, ” E’ stata una gara dura, ci manca sempre grip al posteriore”MotoGP Sepang Gara: Rossi, ” E’ stata una gara dura, ci manca sempre grip al posteriore”

Gp Malesia Sepang MotoGP Yamaha Movistar Gara – Gara difficile quella di Valentino Rossi a Sepang, teatro della diciassettesima e penultima tappa del Motomondiale 2017.

Il pesarese della Yamaha, che scattava dalla seconda fila, non aveva feeling con l’asfalto bagnato del circuito malese e solo verso fine gara ha iniziato a girare più forte. Ha tagliato il traguardo in settima posizione, ad oltre trenta secondi dal vincitore Andrea Dovizioso. In condizioni “miste” (non c’era molta acqua sul tracciato), le M1 naufragano, a lui la parola.

“Oggi era importante fare un buon risultato, ne avevamo bisogno, perche quest’anno raramente siamo riusciti a fare bene in due gare di fila. Purtroppo sul bagnato abbiamo problemi, mentre sull’asciutto saremmo stati competitivi. E’ stata una gara dura, ci manca sempre grip al posteriore, ho cercato di portare a casa il massimo.”

A Rossi viene fatto notare che Zarco con la moto 2016 e gomma soft è riuscito a salire sul podio.

“La moto 2016 va forte, lo scorso anno qui lottai con Dovizioso, era una moto che funzionava bene. Il potenziale della moto attuale non è male, ma abbiamo il problema delle gomme che non lavorano.”

Un pensiero poi su Franco Morbidelli, pilota della “VR46 Riders Academy” e campione del mondo della Moto2 2017.

“Sono veramente contento, quest’anno ha dominato, ha vinto 8 gare e si è meritato il titolo. E’ una gran brava persona ed è piacevole lavorare con lui. Il prossimo anno saremo insieme in MotoGP, sarà bello battagliare con lui.”

Foto: Alex Farinelli

MotoGP Sepang Gara: Rossi, ” E’ stata una gara dura, ci manca sempre grip al posteriore”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

31 commenti
  1. fatman

    29 ottobre 2017 at 12:29

    …anche il Morbido ti bastonerà l’anno prossimo
    ahahahahahahahahahahahahahahahahahah…

    • carlo

      29 ottobre 2017 at 19:29

      Leggo da molto questo sito ma non riesco a capire cosa ci fanno elementi come fatman che con lo sport, specialmente quello motoristico, non hanno nulla da spartire.

      • nandop6

        29 ottobre 2017 at 21:53

        Carlo, lui ama solo Rossi.
        Ahahahahahahahahahahah.

      • fatman

        30 ottobre 2017 at 07:45

        …parli proprio tu che ti chiami come Pernat..valem@rd@ forever and ever, fatevene una ragione ahahahahahahahahahahahahahahahah…

  2. nandop6

    29 ottobre 2017 at 19:33

    Per i soliti…..

    Zarco ha detto che nel 2018 vorrebbe tenersi la M1 2016.

    «E fa bene, non è stupido. Aveva già fatto così in Moto2: nel 2016 aveva provato la nuova Kalex ma ha preferito tenersi la 2015, con la quale aveva vinto l’anno precedente. E si è riconfermato campione».

    • fatman

      30 ottobre 2017 at 07:46

      …quindi? Valem@rd@ e torna tutto ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah…

  3. supermariacion

    29 ottobre 2017 at 21:05

    Hahahahahahahahha Carlo devi capirlo….sai lui odia Rossi Ahhahahahhahaha è proprio un magnam3rda

  4. nandop6

    29 ottobre 2017 at 22:03

    Comunque un bravo a Rossi che come sempre da il massimo.

  5. TONYKART

    30 ottobre 2017 at 01:07

    rossi oggettivamente oggi era meglio di maverick ma il disastro yamaha continua…da che parte staranno gli ingegneri l anno prossimo???maverick e rossi non possono funzionare insieme,uno comanda in casa sua e l altro deve subire le scelte,giuste o sbagliate che siano,secondo me maverick non e’ felice in yamaha

    • fatman

      30 ottobre 2017 at 07:48

      ….vallo a spiegare all’ignorante universale che ha appena aperto la catena M@rdDonalds
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah…

    • nandop6

      30 ottobre 2017 at 09:59

      Rossi a fine 2016 disse che non sapeva niente della M1 2017 e che l’avrebbero vista solamente nei test invernali, poi ha anche detto che non gli era piaciuta ma visto quello che faceva Vinales ha pensato che fosse un suo problema per cui si sarebbe adattato, poi dopo Jerez e Barcellona hanno deciso di modificare la moto e Vinales era soddisfatto, parole sue, capisco che per voi quello che dice Rossi vale 0 ma Vinales se voleva poteva tenersi la prima versione ma se non capite questo……

      • TONYKART

        30 ottobre 2017 at 16:35

        dimentichiamoci allora per un istante che parliamo di rossi e facciamo finta che maverick sia il compagno di squadra di un qualsiasi altro pilota,maverick fin dai test invernali va fortissimo ogni sessione e’ sempre davanti al suo compagno ma nn solo,e’ davanti anche a tutti gli altri,la moto dice che e’ perfetta,la yamaha giustamente pensa di aver trovato un giovane fenomeno alla marquez,e qui arriva il problema,visto che maverick corre insieme al padrone di casa e non uno qualsiasi,il padrone inizia a lamentarsi,ovvio lo capisco la figura per un pluricampione del mondo e padrone del box yamaha non e’ facile da digerire,mediaticamente inizia a martellare sugli pneumatici,e nel mentre maverick continua a metterlo dietro,poi richiede e ottiene un telaio uovo in tempi record,le prime dichiarazioni del padrone sono di entusiasmo mentre maverick con la faccia scura dice che quel telaio forse in alcune occasioni potrebbe essere meglio,iniziano i problemi alla yamaha perche’ ora nessuno dei due va piu’ forte,maverick muso sempre piu’ scuro mentre il padrone di casa inizia con mah,forse,colpa di,colpa delle….ora io dico che yamaha ha nella sua coppia di piloti l unico problema reale e se tutto rimaneva come era forse era campione del mondo

      • nandop6

        30 ottobre 2017 at 18:49

        Peccato che non è come dici tu, c’era un articolo in cui Vinales elogiava il lavoro di Rossi e ha apprezzato il nuovo telaio, Vinales dava la colpa alla Michelin fino al punto di dover tacere perchè stava esagerando. Comunque ripeto Rossi insieme ad altri 20 piloti su 23 ha votato per scegliere la gomma anterore e Vinale poteva benissimo tenersi il telaio di inizio stagione non glie lo vietava nessuno, anche oggi se lo volesse lo potrebbe usare.

      • TONYKART

        30 ottobre 2017 at 20:57

        evidentemente maverick non puo’ decidere di tenersi la prima versione!tu hai mai visto che rifanno il telaio di uno che sta dominando a campionato in corso ??????????????????????
        yamaha ha pagato e paghera’ caro l’ego di rossi che nn sopporta uno del livello di maverick in squadra

      • Ronnie

        31 ottobre 2017 at 20:34

        Vi fate troppe paranoie.
        Maverick e Valentino corrono per una squadra ufficiale, che fa tutto quello che vogliono loro.

        Vinales può chiedere un telaio tutto suo, e Rossi può fare lo stesso.

        Come è stato fatto in Honda e anche in Ducati.

        Petrucci ha una moto tutta sua, con sviluppi diversi.
        Lorenzo usa una carena tutta sua.

        Dovizioso perlopiù usa una carena “standard”

        Non ci arrivate?

        Per quanto ne sappiamo potevano anche usare i telai 2016 se lo vogliono.

        Yamaha ha portato almeno 3 telai dall’inizio dell’anno.

        E Maverick ha subito voluto il telaio della moto dell’anno prossimo non appena l’ha provato. Prima che Rossi lo avesse. E quello è l’ultimo telaio sviluppato.

        Finiamola con le cavolate montate ad arte.
        A questi danno ciò che vogliono.

      • nandop6

        1 novembre 2017 at 09:06

        Ronnie
        Non è proprio come dici il team ufficiale non può riprendere il telaio 2016 se non sbaglio per regolamento per di più gli attacchi del motore 2017 non combaciano con il telaio 2016.

      • Ronnie

        1 novembre 2017 at 16:52

        nando non ho mai letto di alcuna regola che dice che ci sono limitazioni sui teali.

        Possono fare quello che vogliono con i telai, fabbricarne quanti ne vogliono, modificarne quanti ne vogliono. E ci mancherebbe.

        Ciò che è limitato è lo sviluppo del motore a stagione iniziata, e il numero di carene.

        Al telaio per quanto ne so io, possono fare tutto ciò che vogliono.

        Yamaha sta già usando il telaio 2018 da quanto ha dichiarato Vinales, quello che c’era sulla moto in versione 2018 lui l’ha già voluto.

        Per quello che ne so io, il motore Yamaha di qust’anno non è diverso da quello dell’anno scorso, per quanto riguarda gli attacchi.

        I motori che stanno usando Zarco e il suo compagno di squadra sono gli stessi che stanno usando Rossi e Vinales. Quello che cambia è il telaio, e non si sa nemmeno quale evoluzione del telaio stiano usando Zarco e il suo compagno di squadra. Visto che anche l’anno scorso durante la stagione vi erano state evoluzioni.

        Lo stesso si può dire per Vinales e Rossi, non si sa quante evoluzioni hanno avuto con certezza, e cosa stiano usando ora.
        Quando Yamaha ha cominciato ad avere problemi sono corsi ai ripari, ma questo è avvenuto con gare di ritardo rispetto alle vittorie di Vinales. Anche Vinales ha cominciato ad andare male e allora si sono resi conto che le critiche iniziali di Rossi erano effettivamente fondante, anche Vinales ha cominciato a lamentarsi e sono corsi ai ripari.

        La prima modifica credo che a Vinales non sia piaciuta come a Rossi e quindi, non appena hanno portato la moto 2018 in pista Vinales ha voluto da subito quel telaio sul con il motore del 2017.
        Non so se anche Rossi ha fatto lo stesso.
        Non sappiamo nemmeno se stanno correndo tutti e 2 con lo stesso telaio, e secondo me non è nemmeno detto che stiano usando lo stesso telaio Rossi e Vinales.

      • nandop6

        2 novembre 2017 at 10:14

        Ronnie
        Sul telaio passo ma sugli attacchi del motore sono sicurissimo, quelli della 2017 sono diversi dalla 2016 è stato detto più volte dall’ing. Bernardelle in dopogp.

      • Ronnie

        3 novembre 2017 at 22:44

        Se il motore ha degli attacchi diversi, e quindi i 2 motori sono realmente diversi, non capisco come il TechIII possa avere le prestazioni del team ufficiale.

        Forse hanno dato ad entrambi i motori nuovi, ma hanno modificato il telaio 2016 per potervi attaccare quello nuovo. In se queste modifiche possono cambiare il bilanciamento della moto, ma sono semplicemente dei fori in un tealio di alluminio in posizioni diverse, per poter agganciare un motore. Certo che puô cambiare e di parecchio il comportamento della moto, dato che si va ad irrigidire i punti in cui vi era il foro e si va a togliere materiale la dove i fori non c’erano.

      • nandop6

        4 novembre 2017 at 08:42

        Ronnie
        Per quello che so io non potrebbero anche volendo prendere la M1 2016 proprio per gli attacchi del motore 2017 che nonvanno sul telaio 2016.

      • Ronnie

        4 novembre 2017 at 18:56

        Online si trova chi ha paragonato i 2 telai mostrando in che modo sono diversi e come sono effettivamente diversi gli attacchi sul motore.

        In sé non vi è nulla di complicato nel cambiare i punti di attacco, prendi un telaio e lo fori, in altri punti o crei dei braccetti per collegarlo al motore.

        In se mi pare siano 5 viti per parte in posizioni diverse a legare il motore al telaio per quanto riguarda Yamaha.

        Il problema è cosa succede al comportamento della moto andando a modificarlo in quel modo.

        Se le 2 moto restano diverse proprio per la ragione che hai citato, magari il motore 2016 ha solo subito degli upgrade di potenza e di elettronica, malgrado gli attacchi siano diversi non è detto che non abbiano apportato modofiche o non vi siano modifiche al motore che hanno potuto fare ad entrambe le versioni.

        Perché se guardo i dati delle velocità massime mi sembra che sia il TechIII che il Team Ufficiale abbiano a disposizione un ottimo motore, davvero molto simile nelle prestazioni.

  6. V.D.S

    30 ottobre 2017 at 08:15

    @ carlo
    Leggi da molto questo sito e “te la prendi” con fatman per i suoi post solo perché sono anti Rossi?
    Le meraviglie partorite dai soliti tre o quattro fanatici invasati invece non le vedi?

  7. maxjalo

    30 ottobre 2017 at 11:28

    OBIETTIVAMENTE, LO DICO DA TIFOSO DI VALENTINO ROSSI, SE IL PROSSIMO ANNO DESSERO LA MI UFFICIALE A ZARCO, TRASFERISSERO ROSSI IN SBK CON LA R1 AL POSTO DI VAN DER MARK E APPUNTO VAR DER MARK LO METTESSERO SULLA M1 TECH 3 CHE LASCEREBBE LIBERA ZARCO, PENSO CHE SAREBBE UNA COSA GIUSTA, CHE RIDAREBBE VERVE AD ENTRAMBI I MONDIALI E ROSSI POTREBBE GIOCARSI IL DECIMO TITOLO MONDIALE.

    • fatman

      30 ottobre 2017 at 14:26

      …guarda che contro questo Rea c’è poco da fare, non sfigurerebbe in un confronto con le MotoGP anzi, in alcune piste risulterebbe più veloce..si è cucito una moto fantastica addosso ed attualmente, anche a detta di molti esperti che collaborano con riviste specializzate, su moto da pista è il migliore…non so se segui assiduamente la SBK ma attualmente come Rea non guida neppure Marquez, dunque non credo che andando in SBK il geriatra stravincerebbe, come del resto Marc…vorrei proprio vedere un confronto diretto in una pista veloce come al Mugello ed in una guidata come in Germania come andrebbe a finire Rea in una gara con le MotoGP ma non lo sapremo mai…in ogni caso, a Jerez era stato il più veloce, anche delle MotoGP…Rea, in questo momento, non si batte!!!

      • Ronnie

        31 ottobre 2017 at 20:38

        fatman la sbk è più tarocca della MotoGP, a turno cambiano le gomme e fanno vincere il mondiale a quel pilota, a quella casa…

        PS i piloti di MotoGP se si portano il loro team e le loro conoscenze di elettronica e applicano anche un decimo alla moto in sbk vincono a mani basse.

        Piloti come Rossi, Marquez, Pedrosa, Vinales, Lorenzo, Dovizioso, Crutchlow, e altri stravincerebbero in SBK…

      • fatman

        31 ottobre 2017 at 21:13

        …più tarocca della motogp…ma bevi meno e leggi qualche intervista a persone che se ne capiscono veramente….anzi, segui solo la F1, ti si addice!!!

      • fatman

        31 ottobre 2017 at 21:15

        …hanno sicuramente dato a Rea per tre anni la gomma giusta….ma sparati nel c+l@ ahahahahahahahahahah…

      • Ronnie

        1 novembre 2017 at 16:58

        fatman in questi ambienti, con i milioni che girano, nulla è trasparente e MotoGP e SBK appartengono alla stessa congrega…

        La F1 è altrettanto tarocca, ma visto il gioco di sponsor e quanto contano le case, non c’è nulla di realmente pulito.

        Le case che partecipano vogliono vincere per vendere, e si accordano per far si di avere qualcosa per tutti.

        Il gommista deve fare in modo che ci sia spettacolo, i talenti vengono a turno avvantaggiati sugli altri per attirare persone nei circuiti, e far rendere la baracca, lo spettacolo dev’essere avvincente e ci devono essere rivali e moto all’altezza per vendere i diritti televisivi.

        Ci sono cose che vanno ben oltre lo sport e la sportività, chi investe soldi vuole visibilitâ e ritorni economici.

  8. maxjalo

    2 novembre 2017 at 10:43

    Si fatman seguo con passione anche la sbk da diversi anni. Ma non si parlava in effetti del passaggio di Rea in motogp il prossimo anno? Perciò ho ipotizzato il trasferimento di Rossi in sbk, per tenere alto l’interesse in questo mondiale.

    • fatman

      2 novembre 2017 at 11:32

      …Rea non vuole cambiare categoria e forse ha ragione: meglio numero 1 in SBK che a punti in MotoGP…i primi 4 o 5 della MotoGP avranno sempre il materiale migliore, gli altri inseguiranno a vita.

      • Ronnie

        4 novembre 2017 at 18:59

        Senza un’evoluzione delle altre case ufficiali come Suzuki, Aprilia e KTM, hai ragione fatman.

        Difficilmente vi sono piû di 3-6 aspiranti al titolo.

        L’unico modo è fare come hanno fatto quest’anno, ovvero dare a più piloti più pneumatici adatti a più moto e piloti.

        La differenza la sta facendo quello, e come era successo negli ultimi anni, sembra che Marquez sia il più bravo ad adattarsi a diversi tipi di pneumatici e avversari.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati