SBK, Pirelli French Round, Gara1: tre volte Jonathan Rea

Straordinaria impresa del Campione del Mondo che conquista la terza corona iridata. Stoico Sykes che cede a Melandri solo all'ultimo

SBK, Pirelli French Round, Gara1:  tre volte Jonathan ReaSBK, Pirelli French Round, Gara1:  tre volte Jonathan Rea

Jonathan Rea entra di diritto nella storia del Motorsport completando un’impresa che ha del leggendario: oggi sul circuito di Magny-Cours con l’ennesima affermazione in Gara 1 conquista la terza corona iridata consecutiva grazie a un pacchetto moto-pilota che attualmente non ha eguali forse in nessuna categoria del motociclismo di velocità.

Il nord-irlandese rinnova il suo dominio nel Campionato Mondiale delle derivate di serie con ben cinque gare di anticipo: una stagione netta, pulita, senza sbavature, dove mai è sembrato potesse perdere il controllo della situazione, dove a turno Sykes e Davies hanno provato a impensierirlo ma senza successo.
Complice anche bisogna dirlo un po’ di fortuna che invece non ha sorriso ai suoi avversari, a turno colpiti da guai vari, di moto e fisici (Davies infortunato in Gara a Misano, Sykes nelle libere a Portimao) ma in momenti in cui il titolo aveva già preso una via chiara.

La forza di Rea non è solo nella moto e nel suo team, di cui si fida ciecamente, ma è soprattutto mentale: Rea è un pilota sicuro, determinato, con un talento straordinario, già evidente ai tempi di Honda, che unito a una Ninja ancora superiore alla concorrenza, con cui è praticamente in simbiosi ne fanno un pilota senza punti deboli.

Complimenti quindi a Jonathan Rea per un titolo che scrive il suo nome nella leggenda: è il primo pilota ad aver conquistato tre mondiali consecutivamente.

Tornando alla gara, sottolineiamo la prova maiuscola di Tom Sykes, stoico a guidare sul dolore alla mano sinistra e a non mollare mai il compagno di team, proiettato verso la storia: il pilota inglese solo sul finale si è arreso a Marco Melandri, autore forse della sua migliore gara della stagione, per il terzo posto finale.
Con il pilota ravennate che ha conquistato uno splendido secondo posto, la Ducati ha però faticato con Chaz Davies con la moto che non sembrava al meglio oggi, almeno quella del gallese, e che non ha permesso di andare oltre il decimo posto.

Ancora una quarta posizione, in solitaria dato il distacco con i piloti davanti e quelli dietro di lui, per Leon Camier con MV Agusta, che precede Alex Lowes su Yamaha e Eugene Laverty su Aprilia, che accusa però ben un minuto di ritardo dal leader.
Jonathan Rea, complice anche la pista e il meteo che ha spiazzato tutti facendo uscire un bel sole, ha fatto il vuoto dietro di lui: Melandri ha visto la bandiera a scacchi oltre sedici secondi dopo e da Lowes in giù i distacchi superano il minuto.

Settima posizione per la sorpresa delle qualifiche di questa mattina, Tati Mercado, che com’era prevedibile ha pagato in gara la differenza tecnica della sua Aprilia, seguito da Davide Giugliano autore di una gara finalmente consistente con Honda, e Michael Van der Mark, nono dopo una scivolata primi giri che ha coinvolto Xavi Fores, ritiratosi a differenze dell’olandese.

Ricordiamo infine la grande prestazione di Lorenzo Savadori, undicesimo e al via nonostante la bruttissima caduta di qualche ora prima nelle qualifiche.

Prossimo appuntamento domani ore 13:00 con Gara2.

Di seguito l’ordine di arrivo di Gara1 del Pirelli French Round:

1. Jonathan Rea GBR Kawasaki Racing ZX-10RR 21 laps
2. Marco Melandri ITA Aruba.it Racing Ducati Panigale R +16.316s
3. Tom Sykes GBR Kawasaki Racing ZX-10RR +16.666s
4. Leon Camier GBR MV Agusta RC F4 RR +22.133s
5. Alex Lowes GBR PATA Crescent Yamaha R1 +41.210s
6. Eugene Laverty IRE Milwaukee Aprilia RSV4 +1m
7. Leandro Mercado ARG IodaRacing Aprilia RSV4 +1m
8. Davide Giugliano ITA Red Bull Honda CBR1000RR SP2 +1m
9. Michael van der Mark NED PATA Yamaha YZF-R1 +1m
10. Chaz Davies GBR Aruba.it Racing Ducati Panigale R +1m
11. Lorenzo Savadori ITA Milwaukee Aprilia RSV4 +1m
12. Roman Ramos ESP Team Go Eleven Kawasaki ZX-10RR +1m
13. Raffaele De Rosa ITA Althea BMW S1000RR +1m
14. Jordi Torres ESP Althea BMW S1000RR +1m
15. Riccardo Russo ITA Pedercini Kawasaki ZX-10RR +1 lap
16. Ondrej Jezek CZE Grillini Kawasaki ZX-10RR +1 lap
17. Alessandro Andreozzi ITA Guandalini Yamaha YZF-R1 +1 lap
18. Anthony West AUS Puccetti Kawasaki ZX-10RR +1 lap
19. Jake Gagne USA Red Bull Honda CBR1000RR SP2 +1 lap

Did not finish

Xavi Fores ESP Barni Ducati Panigale R

Did not start

Ayrton Badovini ITA Grillini Kawasaki ZX-10RR

Matthieu Lussiana FRA Team ASPI BMW S1000RR

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati