MotoGP Aragon, Conferenza Stampa: Rossi, “Era importante tornare in moto il prima possibile”

Il campione della Yamaha sarà da domani sarà in sella alla sua M1

MotoGP Aragon, Conferenza Stampa: Rossi, “Era importante tornare in moto il prima possibile”MotoGP Aragon, Conferenza Stampa: Rossi, “Era importante tornare in moto il prima possibile”

Gp Aragon MotoGP Conferenza StampaValentino Rossi è stato uno dei protagonisti della conferenza stampa del Gran Premio di Aragon, quattordicesima tappa del Motomondiale 2017. Il campione della Yamaha ha avuto l’ok per provare domani mattina, 22 dopo giorni dalla frattura di tibia e perone, avvenuta mentre si allenava il 31 agosto con la moto da enduro. Rossi nei giorni scorsi aveva provato a Misano con una Yamaha YZF-R1, ma come ha detto il #46 guidare una MotoGP è tutta un’altra cosa. A lui la parola.

“Sono felice di provare domani, fortunatamente, non ho troppo dolore. Cercheremo di capire se è possibile guidare ad un buon livello e anche preparare le gare seguenti. Ogni ferita è diversa. L’operazione è andata bene. Motegi era nella mia mente, ma ho migliorato giorno dopo giorno, quindi cercherò di fare bene qui ad Aragon – ha detto Valentino Rossi – Un conto è guidare una MotoGP, ma a Misano ho avuto un buon feeling. Ho dolore, ma sono stato fortunato perchè il Dr. che mi ha operato è stato bravissimo e capiremo di più nei prossimi giorni. Ogni tipo di frattura è diversa, ho lavorato sodo e ho un buon livello di energia. Era importante tornare in moto il prima possibile, senza saltare un’altra gara. Spero che la gamba migliori giorno dopo giorno. Non sono tornato in pista per il campionato, è che voglio tornare in piena forma prima possibile. Il numero di titoli non aiuta, riguardo all’età dipende dalle motivazioni, mi è pesato tanto perdere la gara di Misano. Per questo tipo di frattura mettono un chiodo, lo fanno anche con le persone “normali”. Io mi sento meglio rispetto a 7 anni fa. Nel 2010 dopo l’intervento per 5/6 giorni ero stato molto male, mentre questa volta mi sono sentito subito bene. La medicina è progredita, sto meglio rispetto a 7 anni fa. I primi giorni ho capito che sentivo meno dolore rispetto al 2010 e dopo 10 giorni ho migliorato la sensazione ed ho iniziato a pensare ad Aragon. Ho parlato con i miei ragazzi e ci siamo detti che era importante non perdere un’altra gara, anche per capire cosa fare per tornare al meglio. Domenica non saprei che risultato aspettarmi, non conosco ancora il mio livello, concludere la gara sarebbe un buon obiettivo.”

Rossi ha proseguito: “Quando succedono queste cose è importante pensare giorno per giorno e ho iniziato a lavorare molto bene. E’ molto importante essere qui anche per prepararsi per la tripla. La gamba fa male nelle curve a destra e nei cambi di direzione, ma cercheremo di arrivare in fondo. Non credo sia intelligente tornare pensando al mondiale, è più importante capire come stai e se avessi saltato pure questa sarei arrivato in Giappone con tanti punti interrogativi. Solo martedì dopo aver provato la moto ho deciso di venire qui ad Aragon.”

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

8 commenti
  1. Avatar

    ligera

    21 settembre 2017 at 18:40

    Ma dai!!! Perchè dire che non pensa al mondiale? E’ l’unico motivo per scendere in pista così presto, ma va bene se se la sente, è anche giusto risalire subito in moto, ma una caduta, in questa fase, potrebbe risultare parecchio pericolosa e certi rischi si prendono solo per un motivo, non certo per “arrivare in fondo”. Non capisco perchè non possa essere sincero neppure in questi frangenti.

    Grande Dovizioso
    Grande Lorenzo
    Grande Ducati

    • Avatar

      gprg67

      21 settembre 2017 at 20:32

      macchec@xx0 dici lingerie, ma tu pensi davvero che ancora pensi al mondiale? potrebbe pensarci se qui vincesse e tutti gli altri big cadessero… ma pensi davvero che scenda qui in pista per vincere? hahahahahahahah Casomai vorrebbe recuperare su compagno, e correndo questa gara, da allenamento, sarà più competitivo la prossima

      • Avatar

        fattina

        21 settembre 2017 at 20:54

        eh si, perché lui pensa come il suo Grande Lorenzo che ancora può vincere…ahahah

    • Avatar

      Ronnie

      22 settembre 2017 at 01:41

      Di sicuro non lo sta facendo per vincere il titolo.

      Forse non vuole perdere la posizione su Pedrosa, ma sa benissimo che senza qualche miracolo non può nemmeno raggiungere il compagno di squadra in terza posizione.

      Oltre al tornare in forma, io credo che lo stia facendo per la squadra.

      Yamaha si sta ancora giocando il mondiale costruttore e quello Team, senza Rossi sarebbero perdenti di sicuro, con Rossi in pista potrebbero ancora prendere punti per il campionato a squadre e magari fare qualche punticino in più in quello costruttori in qualche occasione.

      Che è possibile che si faccia più male è vero, basti pensare a cosa era successo a Lorenzo, non è bello correre quando si è infortunati perché bene o male si corre con qualche paura in più ed inoltre potrebbe cadere per “stanchezza” o perché perde le forze in una data situazione o perché non ha l’agilità necessaria.

  2. Avatar

    TONYKART

    21 settembre 2017 at 22:46

    potrebbe anche non pensare al mondiale gia’ dalla prima gara se e’ per quello

  3. Avatar

    V.D.S

    22 settembre 2017 at 08:41

    Ribadisco un comcetto già espresso in un altro post.
    Questi sono piloti…gente con i contro co***oni, come si usa dire!
    Che sia Valentino, o Lorenzo o Pedrosa poco importa,questi a pochi giorni da un intervento chirurgico salgono in moto e corrono,chissenefrega se vincono o arrivano ultimi,é nel loro dna.
    Solo a pensare a quello che rischiano in caso di caduta c’è da impallidire,per me si parla di eroi,al di là delle idee di ogni “comune mortale”!

  4. Avatar

    V.D.S

    22 settembre 2017 at 08:44

    ..concetto.

  5. Avatar

    cujo

    22 settembre 2017 at 08:46

    un’altra perla di TONY… è farina del tuo sacco, oppure hai un suggeritore…..

    ahahahahahahahahahahahah

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati