MotoGP: Valentino Rossi tenta l’impresa, ad Aragon ci sarà

Ventidue giorni dopo la frattura di tibia e perone tornerà in sella alla sua Yamaha M1

MotoGP: Valentino Rossi tenta l’impresa, ad Aragon ci saràMotoGP: Valentino Rossi tenta l’impresa, ad Aragon ci sarà

MotoGP Valentino Rossi – Ventidue giorni dopo la frattura di tibia e perone, con relativa operazione avvenuta nella notte tra il 31 agosto e il 1 settembre, Valentino Rossi risalirà in sella alla sua Yamaha M1, per affrontare il primo turno di prove libere del Gran Premio di Aragon, quattordicesima tappa del Motomondiale 2017.

Un’impresa che ha del miracoloso, visto che il campione della Yamaha già 18 giorni dopo, era salito in sella ad una Yamaha YZF-R1M sul circuito di Misano, per “testare” la tenuta dell’arto fratturato mentre si allenava con la moto da enduro.

Rossi rientra così a cinque Gran Premi dalla fine del mondiale (Aragon, Motegi, Phillip Island, Sepang e Valencia) e con 42 punti da recuperare sulla coppia Marquez – Dovizioso, che guida il campionato con 199 punti (con lo spagnolo che ha però migliori piazzamenti e che quindi è al momento davanti al pilota della Ducati).

Rossi scenderà in pista nelle Free Practice 1 e se tutto andrà per il verso giusto continuerà il weekend di Aragon; in caso contrario in sella alla M1 ci sarà Michael van der Mark, pilota Yamaha Superbike.

Di recuperi record nel mondo dello Sport ce ne sono stati tanti, sia negli sport motoristici che in altre discipline, ma quello che impressiona di più è che Rossi a 38 anni abbia ancora la forza di rialzarsi sempre, combattendo contro l’unica cosa che al momento possa fermarlo, la sua età. Il pesarese correrà sicuramente nel 2018, ma non saremmo sorpresi di vederlo in pista anche nel 2019 e 2020.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

1 commento
  1. Avatar

    Ronnie

    20 settembre 2017 at 15:20

    Bah, quello che sta facendo Rossi non lo ritegno folle, ma al limite stupido.

    Non ha alcun senso rientrare ora, tanto il mondiale è perso, con la gamba acciaccata non può andare forte come prima, rischia solo di farsi più male e non poter rientrare nemmeno per le ultime 2 gare.

    Inoltre se 7 anni fa quando era più giovane sono serviti 40 giorni e quando è rientrato era abbastanza competitivo, non penso che oggi possa fare meglio.

    Per rientrare e arrivare da quinto in giù, non ne capisco il senso.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati