Superbike, Geico US Round: il Team Pata Yamaha pronto per Laguna

Lowes e Van der Mark vogliono un bel risultato prima della pausa estiva

Superbike, Geico US Round: il Team Pata Yamaha pronto per LagunaSuperbike, Geico US Round: il Team Pata Yamaha pronto per Laguna

Dopo le convincenti prestazioni fatte vedere al Pirelli Riviera di Rimini Round a Misano i piloti del Pata Yamaha Official WorldSBK Team, Alex Lowes e Michael van der Mark, sono ottimisti in vista del Geico US Round di Laguna Seca, dove puntano a confermare i progressi fatti sinora.

Arrivati all’ottava tappa del Campionato, Alex Lowes è in gran forma dopo il secondo podio della stagione ed attualmente è quinto in campionato con 141 punti: “Laguna è un grande circuito ed arriva dopo un paio di buoni weekend e due podi e voglio allungare questa striscia positiva. È un circuito adatto alla R1 e che a me piace davvero. Inizieremo a lavorare sodo con il team già da venerdì, pensando alla gara. È sempre entusiasmante correre in America e non vedo l’ora di iniziare la seconda parte della stagione. Sono molto motivato e cosciente dei miglioramenti sia miei che della moto e non vedo l’ora di tornare sul circuito californiano”.

Michael van der Mark spera di migliorare il quarto posto ottenuto in Gara2 a Misano, dopo il ritiro nella prima corsa a causa di problema a una gomma mentre si trovava in testa: l’olandese guarda a Laguna Seca con fiducia e spera di lottare ancora per le prime posizioni.
In classifica occupa il sesto posto con 115 punti.

“Possiamo dire di aver fatto un ottimo week end a Misano. Nonostante i problemi, abbiamo ottenuto un risultato davvero buono e sono stati evidenti i miglioramenti della R1. Perciò andiamo a Laguna con grande fiducia e con una buona base per il setting della moto. Laguna Seca è un circuito diverso da tutti gli altri e sono curioso di scoprire come si comporterà la moto. Ho buone sensazioni con la moto, grande fiducia e sento di poter essere in grado di entrare ancora una volta nei primi cinque”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati