MotoGP Barcellona: Dovizioso, “Credo che abbiamo le carte per stare davanti”

Il "Dovi" ha aggiunto: "Lorenzo ha fatto un bel giro, e gli faccio i complimenti"

MotoGP Barcellona: Dovizioso, “Credo che abbiamo le carte per stare davanti”MotoGP Barcellona: Dovizioso, “Credo che abbiamo le carte per stare davanti”

MotoGP GP Catalunya 2017 Barcellona Ducati – Il vincitore del Mugello Andrea Dovizioso ha ottenuto il settimo tempo nelle qualifiche di Barcellona. Il “Dovi” è comunque fiducioso in ottica gara, una gara che a suo dire sarà problematica per tutti, visto l’alto degrado delle gomme. Due Ducati sono in prima fila, quelle di Jorge Lorenzo e Danilo Petrucci, a conferma della competitività della Desmosedici GP17.

Andrea, racconta la tua giornata di prove.

“E’ stata una giornata strana per tutti. Primo perché si è tornati a cambiare la chicane, poi perché è difficile un pò per tutti gestire il grip e le gomme. Però tutti fanno fatica, qualsiasi moto fa fatica. Le condizioni sono difficili. Sono contento, nel pomeriggio quando c’era caldo abbiamo migliorato il feeling con il davanti. Avevo paura non ci potessimo riuscire. purtroppo non abbiamo potuto fare tempi interessanti nel pomeriggio perché avevamo gomme usate, credo che nessuno fosse partito con gomme usate. quindi eravamo un pò lenti. Il feeling era buono. Comunque è una questione di sopravvivenza. Non puoi spingere devi solo amministrare. Credo che abbiamo le carte per stare davanti. Speravo meglio della settima posizione, ma con le gomme morbide non sono mai stato veloce. Nei test ero lento, e anche stamattina ero lento, non ho mai feeling quando mettiamo la morbida. Quindi tutto sommato il mio tempo è buono. Lorenzo ha fatto un bel giro, e gli faccio i complimenti, ma credo che domani con una buona partenza possiamo dire la nostra.”

La pista è al limite della “praticabilità”?

“No, non fino a questo punto, noi piloti della MotoGP siamo abituati abbastanza bene credo ci sia stato un lavoro grosso dal punto di vista di sicurezza e anche dal punto di vista degli asfalti. Noi chiediamo spesso di riasfaltare le piste e spesso veniamo ascoltati. E’ logico che è una delle peggiori che possiamo trovare nel campionato, ma ripeto, siamo abituati bene. Barcellona è una delle piste peggiori a livello di consumo gomme. Lo è sempre stato e lo sarà sempre, per conformazione della pista. Poi il poco grip che c’è complica il lavoro delle gomme. Ieri alla Safety Commission abbiamo deciso che è fondamentale riasfaltare e tornare al layout classico, facendo una via di fuga adeguata alla curva 13. Un idea che ci è venuta è fare come Assen, dove hanno fatto spazio sotto alla tribuna.”

La Ducati è diventata la moto più costante?

“Se guardiamo dal Mugello si ma da inizio stagione no. A le Mans abbiamo sofferto, e se guardiamo le altre gare dove non ci siamo giocati il podio abbiamo sempre preso parecchi secondi. §Quindi non si può parlare di una moto costante e competitiva, e questo è il motivo per cui dico che non ci possiamo ancora giocare il campionato. In piste dove non siamo competitivi perdiamo troppo. Il campionato però sta andando in una direzione molto strana, magari qualcuno si aspetta certe prestazioni ma poi questo non succede. E’ palese che le gomme stiano influenzando il campionato, in che direzione non so perché ogni volta succede qualcosa di diverso. Se guardiamo il passo di valentino possiamo dire che si può giocare la vittoria, al sabato si danno già per scontati i risultati, quando poi domani tutto può succedere, aspettiamo domani e trarremo conclusioni.”

Foto: Alex Farinelli

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati