MotoGP Mugello: Johann Zarco, “Domani da metà gara posso fare la differenza”

Il compagno di squadra, Jonas Folger ha detto: "Possiamo ancora fare un buon lavoro domani"

MotoGP Mugello: Johann Zarco, “Domani da metà gara posso fare la differenza”MotoGP Mugello: Johann Zarco, “Domani da metà gara posso fare la differenza”

Gp Mugello MotoGP Yamaha Tech3 Day 2 – Una delle qualifiche peggiori della stagione per il Team Tech3, che chiude il sabato del Gran Premio d’Italia, sul circuito del Mugello, in 11esima posizione con Johann Zarco e 15esimo, con Jonas Folger.

Johna Zarco non è riuscito a qualificarsi direttamente nella Q2, ma con fredda lucidità ha gestito alla perfezione la Q1 passando il turno con il miglio tempo. Purtroppo però nel secondo turno non è risuscito a migliorare e ha chiuso a soli 2 decimi dalla seconda fila.

Queste le parole di Johann Zarco: “E ‘stata la decisione migliore di aspettare in Q1 e poi spingere negli ultimi momenti, ma quando si dà tutta l’energia per fare un buon tempo, è difficile rifare la stessa cosa nella seconda sessione senza rischiare tutto. Nel Q2 gli altri piloti hanno avuto molto grip con i pneumatici nuovi e hanno potuto approfittare di questo per il singolo giro, io non sono riuscito a farlo finora in questo fine settimana. Ho fatto il mio meglio ma non volevo sbattere, quindi alla fine ho finito 11°. E’ stato un sabato duro, la mattina tutti i piloti hanno avuto una sensazione migliore, io ho cominciato a lottare un po’, però sono molto contento della mia prestazione nella FP4 perché la guida con i pneumatici morbidi era ok, ma quando abbiamo girato con il composto più duro abbiamo migliorato. Ci sono alcuni punti positivi quando i pneumatici iniziano a usurarsi quindi questo può essere il mio vantaggio domani. Partendo undicesimo ho bisogno di mantenere la calma, ma dalla metà della gara posso fare la differenza e sono fiducioso.”

Anche Jonas Folger non è riuscito ad accedere direttamente in Q2, ma al contrario del compagno di squadra non è riuscito a passare la tagliola della Q2, a causa di una caduta: fortunatamente senza conseguenze.

Queste le parole del tedesco: “Anche se inizierò il GP più dietro di dove mi piacerebbe, sono sicuro che possiamo ancora fare un buon lavoro domani. Il FP4 è andato positivamente e abbiamo trovato la fiducia che ci serviva per le qualifiche e poi, all’inizio Di Q1, mi sono sentito a mio agio e ho completato due giri solidi, subito dopo sono tornato nella box per cambiare i pneumatici e ho deciso di mantenere lo stesso anteriore, alla fine ho spinto molto forte ma alla curva 11, all’uscita della chicane, ho perso l’anteriore. Dobbiamo analizzare il motivo per cui questo è accaduto, ma non mi sono fatto male. Sono sicuro che avrei potuto migliorare ma quando ti avvicini al limite, a volte queste cose accadono. Dobbiamo ancora decidere quale pneumatico che useremo per la gara di domani, ma non vedo l’ora di combattere “

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati