MotoGP Le Mans: Rossi, “Peccato per la caduta, stavo facendo una grande gara”

Zero pesante in ottica campionato per il campione della Yamaha

MotoGP Le Mans: Rossi, “Peccato per la caduta, stavo facendo una grande gara”MotoGP Le Mans: Rossi, “Peccato per la caduta, stavo facendo una grande gara”

Gp Le Mans MotoGP Yamaha Gara – E’ un Valentino Rossi deluso quello che ha parlato al termine del Gran Premio di Francia della classe MotoGP. Il pilota della Yamaha dopo essere partito dalla prima fila stava lottando per la vittoria con il suo team-mate Maverick Vinales, quando a poche curve dalla fine ha perso il posteriore della sua Yamaha M1. Con la caduta non se ne va solo la vetta del mondiale, ma anche la seconda posizione. A lui la parola.

“E’ veramente un peccato, è stato il miglior weekend della stagione, in cui ero competitivo in pista, anche sul bagnato, ma soprattutto in gara. Di sicuro, per me questo poteva essere il miglior risultato della stagione. E’ stato molto difficile perché il ritmo era sempre molto alto, ma alla fine mi sentivo a mio agio sulla moto, avevo un buon feeling, quindi ho provato ad attaccare – ha detto Valentino Rossi – Purtroppo, all’ultimo giro ho fatto un errore e Maverick mi ha superato. Sapevo di avere un’altra possibilità, perché eravamo molto vicini e ho cercato di rimanere lì, perché nel settore 4 ero veloce. Sinceramente, non so cosa sia successo durante la caduta. Di solito si deve prestare attenzione alla parte anteriore, ma ho perso il posteriore quando sono caduto. In ogni caso, ho fatto un errore.”

Il campione della Yamaha ha poi parlato della perdita della vetta del campionato.

“E’ un grande peccato tornare a casa con zero punti. Prima di tutto, mi dispiace molto perchè ho perso una probabile vittoria e poi ho perso anche la testa del campionato. Per me, comunque è stato un buon fine settimana, ero forte. Ora dobbiamo iniziare a pensare al Mugello, spero di guidare lì come ho fatto in questo fine settimana. Speriamo di continuare così.”

Rossi ha poi spiegato il perchè ha provato a vincere, sentiva che poteva essere la sua giornata.

“Ci sono dei giorni in cui senti di poter vincere e altri in cui capisci che è meglio accontentarsi. Oggi sapevo di poter vincere, c’ho provato e poi purtroppo ho sbagliato. La gara finisce la domenica pomeriggio alla bandiera a scacchi, sapevo di poter avere un’altra possibilità al T4, la caduta non me l’aspettavo, mi ha colto di sorpresa. Disastro di Jerez a parte siamo sempre stati veloci in gara, credo di poter andar forte anche al Mugello.”

Foto: Alex Farinelli

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

14 commenti
  1. Avatar

    cujo

    21 maggio 2017 at 18:14

    veramente un peccato, poteva finire con una tripletta Yamaha, ma queste sono le corse…..

    ci vediamo al Mugello!!!

  2. Avatar

    zukki

    21 maggio 2017 at 19:15

    Peccato ma grazie lo stesso x lo spettacolo

  3. Avatar

    Rachele

    21 maggio 2017 at 19:25

    Che gran peccato! Secondo me avrebbe anche vinto!
    Speriamo che al mugello vada meglio!

  4. Avatar

    Ronnie

    21 maggio 2017 at 21:01

    Gran bella gara, anche se i 2 errori dell’ultimo giro sono da principiante.

    A Rossi è mancata una cosa, l’esperienza di tirare sempre al limite la moto.

    Maverik vuoi per quanto è andato forte nei test precampionato e quanto è andato forte in campionato, con la caduta di Austin e dando sempre il massimo ad ogni prova secondo me riesce a sentire un po’ meglio la moto e a capire qual è il limite.

    Questa gara sia in Moto 2 che in MotoGP è stata una gara tiratissima una delle più belle degli ultimi anni.

    A Rossi è mancata precisione nell’ultimo giro, Maveric ha fatto il giro più veloce, e se si guardano gli intertempi migliori dei giri migliori di Rossi e Vinales, Rossi era persino un 15 millesimi più veloce, ma non è stato capace di mettere tutti quei buonissimi settori in un giro solo nell’ultimo giro, mentre Vinales è stato proprio più bravo in questo, nel tirare la moto al limite quasi al livello del suo ideal lap senza sbavature e senza cadere.

  5. Avatar

    marquinho

    21 maggio 2017 at 21:44

    Rossi sentiva di potercela fare e ha rischiato. Anche se non sono suo tifoso un bravo se lo merita, le corse sono anche questo, la differenza tra una grande vittoria e una delusione simile è spesso impalpabile

  6. Avatar

    MSC crociere

    21 maggio 2017 at 23:52

    Ha sentito la pressione dell’ultimo giro e da uno come lui ci si aspetta il contrario, ma ha sicuramente dato spettacolo facendo una grande gara, quindi complimenti!

  7. Avatar

    cujo

    22 maggio 2017 at 10:13

    non credo che sia stata pressione…. non voleva perdere il distacco, la moto la sentiva bene, il problema secondo me è che ha accellerato un pelino di più proprio per la sicurezza che aveva e gli è partito il posteriore….. ci può stare, cmq ha fatto un gran bel week di gara…..

  8. Avatar

    Bestlap

    22 maggio 2017 at 10:14

    Bella gara con diversi spunti.. Maverick ha vinto meritatamente ma Rossi non è stato da meno anzi ha fatto vedere che con la moto a posto può battere Maverick, quando il 46 ha deciso che era il momento ha impresso una notevole accelerazione alla sua gara e in pochi giri ha superato Zarcò e Maverick quest’ultimo però non si è dato x vinto ed è rimasto attaccato a Rossi con le unghie ma si vedeva che ne aveva meno, decisivo è stato il lungo del 46, errore ingenuo ma che ci sta quando stai provando ad andartene.. Cmq anche Maverick sente la pressione di Rossi lo testimoniano i 2 lunghi fatti mentre inseguiva.. Pedro fa vedere ogni volta di più che sarà della partita fino in fondo ed è almeno da 2 gare che pare più a posto di marc sulla moto, mi sembra anche che marc senta più la pressione del team mate che delle M1… La ducati è tornata alla normalità dopo Jerez, come mi aspettavo, il dovi contiene le perdite con 11 secondi dal primo ma Jorge a 24 secondi è davvero una enormità e i contrasti emersi con Tardozzi dopo le FP3 non fanno ben sperare x il futuro. Cmq il campionato è lungo ci sono ancora 13 gare può succedere di tutto…..

    • Avatar

      Ronnie

      22 maggio 2017 at 11:23

      Nessuno dei 2 ne aveva di più giravano in fotocopia.

      Ultimi giri Valentino Rossi e Maverick Vinales

      Valentino Rossi Giro 22 – 1’32.766
      T1 21.258 – T2 21.181 – T3 25.871 – T4 24.456 – 304.7 km/h
      Maverick Vinales – Giro 22 – 1’32.736
      T1 21.158 – T2 21.248 – T3 25.805 – T4 24.525 – 301.6 km/h

      Valentino Rossi Giro 23 – 1’32.537
      T1 21.193 – T2 21.260 – T3 25.681 – T4 24.403 – 305.5 km/h
      Maverick Vinales – Giro 23 – 1’32.563
      T1 21.087 – T2 21.326 – T3 25.645 – T4 24.505 – 301.7 km/h

      Valentino Rossi Giro 24 – 1’32.373
      T1 21.144 – T2 21.143 – T3 25.664 – T4 24.422 – 303.5 km/h
      Maverick Vinales – Giro 24 – 1’32.691
      T1 21.274 – T2 21.217 – T3 25.592 – T4 302.3 – 24.608 km/h

      Valentino Rossi Giro 25 – 1’32.576
      T1 21.128 – T2 21.291 – T3 25.766 – T4 24.391 – 299.9 km/h
      Maverick Vinales – Giro 25 – 1’32.832
      T1 21.165 – T2 21.486 – T3 25.670 – T4 24.511 – 300.9 km/h

      Valentino Rossi Giro 26 – 1’32.675
      T1 21.402 – T2 21.165 – T3 25.725 – T4 24.383 – 301.7 km/h
      Maverick Vinales – Giro 26 – 1’33.243
      T1 21.846 – T2 21.219 – T3 25.673 – T4 24.505 – 301.4 km/h

      Valentino Rossi Giro 27 – 1’32.395
      T1 21.161 – T2 21.187 – T3 25.779 – T4 24.268 – 301.6 km/h
      Maverick Vinales – Giro 27 – 1’32.418
      T1 20.994 – T2 21.279 – T3 25.601 – T4 24.544 – 305.6 km/h

      Valentino Rossi Giro 28 – unfinished
      T1 21.142 – T2 21.160 – T3 26.004 – T4 caduta – 300.8 km/h
      Maverick Vinales – Giro 28 – 1’32.309
      T1 20.940 – T2 21.185 – T3 25.584 – T4 24.600 – 303.8 km/h

      Giro 24 veloce Valentino Rossi: 1’32.373
      Giro 28 veloce Maverick Vinales: 1’32.309

      Forcing penultimo giro Valentino Rossi: 1’32.395
      Forcing penultimo giro Maverick Vinales: 1’32.418

      Ideal lap Valentino Rossi: 1’32.203
      T1 25° giro 21.128 – T2 24° giro 21.143 – T3 24° giro 25.664 – T4 27° giro 24.268
      Velocità massima rilevata 23° giro : 305.5 km/h

      Ideal lap Maverick Vinales: 1’32.214
      T1 28° giro 20.940 – T2 28° giro 21.185 – T3 28° giro 25.584 – T4 23° e 26° giro 24.505
      Velocità massima rilevata 27° giro : 305.6 km/h

  9. Avatar

    TONYKART

    22 maggio 2017 at 13:23

    Rossi la gran gara stavolta devo ammettere senza problemi che la stava facendo ,perché è andato forte in qualifica e in gara era competitivo quanto il suo compagno che è l uomo da battere,mi ha stupito che la sua moto aveva una trazione incredibile nelle ripartenze dalle curve più lente quasi montasse un pneumatico nuovo e gli altri finito ,Maverick però quando si è messo a staccare sul serio spingeva rossi …alla fine è caduto perché c era in palio più dei punti che si potevano prendere ,rossi a parità di condizioni ha dovuto inchinarsi a Maverick e lasciare che sia il nuovo leader della yamaha a tutti gli effetti

    • Avatar

      nandop6

      22 maggio 2017 at 18:00

      Sicuramente penserai come sempre che Rossi aveva il famoso gommino, se non avesse sbagliato la curva 6 all’ultimo giro avrebbe vinto, ricordati per il futuro che questa gomma era la 06, non vorrei che le prossime gare tornate di nuovo a parlare di agevolazioni per Rossi con la 070, scelta da 20 piloti su 23.

      • Avatar

        cujo

        22 maggio 2017 at 22:52

        poi c’è anche da dire che il sorpasso su Maverick qualunque pilota della domenica lo avrebbe fatto, le staccate serie le fa solo il 25……

        ma dai, te l’ho detto altre volte, ma ti rileggi prima di cliccare “invia”

  10. Avatar

    cujo

    22 maggio 2017 at 14:13

    non mi sembra proprio, e in più anche Maverick ha sbagliato come Rossi in staccata al limite, ha avuto più fortuna trovando la curva che gli ha permesso di fare il taglio e guadagnando metri (ma queste cose si possono dire solo al 46 che beneficia di queste cose, vero…), mentre Rossi non ha avuto quel beneficio, però gli è ritornato subito addosso……

    ancora una volta spari minki@te di rosica!!!

  11. Avatar

    TONYKART

    22 maggio 2017 at 20:14

    Nando con i se nn andiamo da nessuna parte ,rossi era dietro ed è finita che è caduto ,stop.
    Io nn faccio parte di quelli del gommino,mi ha solo stupito quanta trazione aveva e ho pensato che fosse riuscito a preservarla meglio di chiunque altro ma forse può aver messo a punto un setting con l elettronica che stressa meno lo pneumatico posteriore .
    Maverick su 5 gare 3 vittorie e fra test,qualifiche e gare rossi mai davanti a lui ,giusto dire prima guida ?!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati