MotoGP Jerez: Dani Pedrosa, “E’ una delle qualifiche più belle della mia carriera”

Ventinovesima pole in MotoGP per il pilota della Honda

MotoGP Jerez: Dani Pedrosa, “E’ una delle qualifiche più belle della mia carriera”MotoGP Jerez: Dani Pedrosa, “E’ una delle qualifiche più belle della mia carriera”

GP Jerez MotoGP Repsol Honda TeamDani Pedrosa ha conquistato a Jerez la prima pole position della stagione, la numero 29 in MotoGP, la numero 47 in carriera. Il pilota della Honda, veloce sin dal venerdì, ha battuto il suo team-mate Marc Marquez e Cal Crutchlow. Ha definito questa come una della sue più belle qualifiche in carriera, a lui la parola.

“Questa è una delle qualifiche più belle della mia carriera. E’ stata dura, Marc (Marquez, ndr) era dietro, in scia, non sapevo se spingere o no. Mi andava bene anche la prima fila, ero contento, ma il feeling era buono e ci ho provato. Ero sempre un po’ in difficoltà in qualifica, sono soddisfatto di aver finalmente invertito la rotta – ha detto Dani Pedrosa – Anche le piccole cose contano, stiamo cercando di fare sempre il meglio, il Team e anche le nuove persone che mi affiancano ai box (come Sete Gibernau, ndr).

Pedrosa ha poi parlato della strategia da utilizzare in gara.

“E’ difficile dire come andrà la gara. Saranno importanti le condizioni dell’asfalto e spero di riuscire ad essere concentrato per tutta la gara. In prima fila ci sono tre Honda, solitamente questa è una pista Yamaha, ma in questo caso siamo noi che andiamo meglio o loro in difficoltà.”

Foto: Alex Farinelli

MotoGP Jerez: Dani Pedrosa, “E’ una delle qualifiche più belle della mia carriera”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP Gp Austria: Sunday Guide, statistiche pre-evento

E’ la prima volta che tra i primi quattro posti in griglia ci sono tre Ducati, per la precisione Dovizioso, Lorenzo e Petrucci.
Condividi su WhatsApp Marc Marquez si è qualificato in pole position per la seconda volta consecutiva al GP d’Austria. Il