MotoGP Jerez: Petrucci, “Abbiamo margine, ma intanto siamo tra i primi”

Fuori dalla top ten il compagno di squadra Scott Redding, ma il passo gara è buono

MotoGP Jerez: Petrucci, “Abbiamo margine, ma intanto siamo tra i primi”MotoGP Jerez: Petrucci, “Abbiamo margine, ma intanto siamo tra i primi”

Gp Jerez MotoGP Ducati Pramac– Ottimo avvio del team Ducati Pramac sul circuito di Jerez de la Frontera. La seconda sessione di libere si è conclusa con il quinto tempo di Danilo Petrucci e l’undicesimo di Scott Redding.

Il ternano sotto la pioggia della mattina non era andato oltre l’ottava posizione, ma nel pomeriggio è riuscito a trovare il giusto feeling con la moto, chiudendo come seconda migliore Ducati dello schieramento alle spalle di Jorge Lorenzo. Per domani c’è ancora molto lavoro da fare ma le sensazioni di Petrux sono buone.

Queste le parole di Danilo Petrucci: “E’ stata una giornata un po’ strana. La pista non è asciugata completamente dopo la pioggia del mattino. Nel pomeriggio il circuito era ancora un po’ umido quindi era molto rischioso andar forte. Ci ho messo un po’ ma alla fine abbiamo fatto un buon lavoro. Abbiamo ancora margine ma intanto siamo tra i primi e domani abbiamo tante soluzioni da provare. Per questo sono molto soddisfatto”.

Dall’altra parte del box le cose non sono andate allo stesso modo, ma a dare fiducia a Scott Redding è la costanza sul passo gara. Al’inglese è mancato il time attack e ha mancato al top ten per soli 66 millesimi.

Queste le parole di Scott Redding: “Questa mattina abbiamo girato solo per trovare un po’ di feeling in condizioni di pista bagnata e le cose non sono andate male. Nel pomeriggio ho fatto un po’ di fatica soprattutto in percorrenza di curva e questo non mi ha consentito di essere veloce come vorrei. Sinceramente temevo che potesse andare peggio per questo sono abbastanza contento. Abbiamo lavorato anche un po’ con le gomme e le indicazioni sono buone”.

Foto di Alex Farinelli

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati