Acerbis Dutch Round, Gara 2: risultato deludente per Xavi Fores

il pilota del Team Barni Racing conclude solo 13esimo

Acerbis Dutch Round, Gara 2: risultato deludente per Xavi ForesAcerbis Dutch Round, Gara 2: risultato deludente per Xavi Fores

Dopo l’ottimo quarto posto ottenuto nella prima manche al TT Circuit di Assen, per Xavi Fores è arrivata una corsa difficile in cui l’unico pilota del Team Barni Racing non è riuscito ad andare oltre la 13esimo posizione.

Scattato alla grande dalla pole position in virtù del nuovo regolamento, lo spagnolo ha tenuto la testa del gruppo per il primo giro ma ha avuto un ritmo decisamente più lento con la sua Panigale rispetto alla giornata di ieri, ed è retrocesso in fretta fino alla nona posizione.
Forés è stato poi rallentato dalla caduta di Marco Melandri: costretto a frenare per non centrare il pilota a terra, è precipitato fino alla tredicesima piazza.
Il bilancio del week end olandese è comunque positivo per il Barni Racing Team che ha raccolto 16 punti per la classifica di campionato in cui Forés occupa la settima posizione con 60 punti.

Marco Barnabò, Principal Manager: “Purtroppo oggi non è andata secondo le nostre aspettative, queste sono le corse. Xavi non aveva più la stessa confidenza con la moto. Abbiamo fatto delle piccole modifiche che per noi erano migliorative e invece non è stato così. Le temperature sono cambiate e rispetto a ieri e anche questo ha influito. E’ stato davvero un peccato perché l’idea era ripetere il risultato di ieri, ma Xavi è stato bravo a portare in fondo la gara e raccogliere comunque punti preziosi per il campionato”.

Xavi Forés: “Oggi è stata una gara molto più dura di come me l’aspettavo. Dopo il feeling che avevo ieri con la moto speravo di poter essere competitivo, ma abbiamo avuto problemi che non mi hanno consentito di spingere come avrei voluto. Di questo week end portiamo comunque a casa il bel risultato di ieri e la partenza dalla pole position di oggi. A Imola cercheremo di fare gli stessi risultati e se possibile migliorare”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati