MotoGP Stati Uniti: Iannone, “Buon settimo posto, ma punto più in alto”

Gara in rimonta per il pilota abruzzese della Suzuki

MotoGP Stati Uniti: Iannone, “Buon settimo posto, ma punto più in alto”MotoGP Stati Uniti: Iannone, “Buon settimo posto, ma punto più in alto”

Suzuki MotoGP GP Austin GP – Andrea Iannone ha chiuso al settimo posto il Gran Premio delle Americhe dopo una gara in rimonta. Il pilota abruzzese della Suzuki che scattava dall’undicesima casella parlando ai microfoni di Sky Sport si è detto soddisfatto ma non troppo, visto che gli obiettivi sono ben altri. A lui la parola.

“Ho vissuto un momento duro, le prime due gare sono state veramente difficili perché non siamo mai riusciti ad essere competitivi come avremmo voluto. Le mie aspettative sono forse troppo alte, per cui dobbiamo abbassare un po’ l’asticella per procedere con serenità. La cura per i nostri mali ancora non c’è, ma sono sicuro che la troveremo. Sono un tipo molto severo con me stesso, a volte sin troppo. Da quando sono piccolo corro per vincere o comunque stare davanti e se non ci riesco vedo tutto nero. Dopo però reagisco, il settimo posto è un buon risultato ma non è certo quello a cui aspiro, voglio arrivare in alto.”

Iannone ha poi parlato dei punti positivi e negativi della sua Suzuki sulla pista di Austin.

“Ero efficace nel primo e nel secondo settore, mentre perdevo molto nel terzo. Purtroppo abbiamo bisogno di troppo spazio per frenare e poi nei punti lenti non ero competitivo. Poi sono cresciuto, ho migliorato, ma ho perso troppo tempo dietro a Jorge Lorenzo. La potenza della sua Ducati non mi ha reso facile il sorpasso (ride parlando della potenza della sua ex moto, ndr).”

Foto: Alex Farinelli

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati