Superbike: concluso il test a Portimao per il Kawasaki Racing Team

I Campioni in carica non si fermano mai

Superbike: concluso il test a Portimao per il Kawasaki Racing TeamSuperbike: concluso il test a Portimao per il Kawasaki Racing Team

Per essere sempre un passo avanti rispetto ai rivali, uno dei segreti è quello di non adagiarsi mai sugli allori delle vittorie: lo sa bene il Kawasaki Racing Team che questa settimana è sceso in pista al Autodromo Internacional Do Algarve a Portimao per una due giorni di test in vista dell’Acerbis Dutch Round, in programma il prossimo fine settiman al TT Circuit di Assen.

Jonathan Rea e Tom Sykes hanno lavorato molto sul passo gara della ZX-10RR e su alcuni problemi incontrati fino a questo punto della stagione, oltre a poter aver un assaggio di quella che sarà la pista che ospiterà il decimo round 2017, a settembre.

Girando sull’1’41 Rea ha potuto lavorare con le nuove gomme da qualifica Pirelli: “Abbiamo lavorato con calma e in maniera metodica, anche se non abbiamo mai avuto condizioni perfette d’asfalto perché c’erano solo un paio di moto in pista. Il meteo è comunque stato fantastico e abbiamo potuto fare diversi giri – abbiamo fatto uno step in avanti con il telaio, le prove di partenza e abbiamo svolto due simulazioni di gara complete. Dopo aver completato il programma di lavoro ho usato la gomma per le qualifiche e ho potuto fare un giro davvero veloce. Punto a mantenere lo slancio che abbiamo costruito in vista del prossimo round ad Assen”.

Ancora non perfettamente ristabilito dai dolori allo stomaco che l’hanno tormentato in occasione del Pirelli Aragon Round, tanto da non andare oltre l’1’42.3, Sykes lascia comunque il Portogallo con un buon feeling specialmente con le gomme da gara.

“Provare a guidare una Superbike molto veloce nella mia condizione attuale non è l’ideale” – ha spiegato Tom Sykes, autore anche di una piccola scivolata martedì pomeriggio – “Questo test è stato molto utile e abbiamo confermato molte cose, anche se il mio rendimento non è ancora come dovrebbe essere. Il primo giorno abbiamo fatto la pausa pranzo un po’ prima di quanto era stato programmato e nel pomeriggio abbiamo preso la giusta direzione. Sono felice con i passi in avanti fatti e non vedo l’ora di andare ad Assen. Con le gomme da gara abbiamo girato molto bene e questo è positivo, dato che sicuramente non sono me stesso sulla moto. Considerando tutto siamo comunque contenti del test”.

Rea e Sykes si concentreranno ora sul prossimo appuntamento del Campionato, al mitico TT Circuit di Assen, dove il Campione in carica spera di incrementare la leadership, mentre il compagno di team punta alla prima vittoria stagionale.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati