MotoGP Preview Qatar: Michelin ci introduce ai segreti del circuito di Losail

Tre mescole a disposizione e posteriore asimmetrico, e per la prima volta, anche gomme da bagnato

MotoGP Preview Qatar: Michelin ci introduce ai segreti del circuito di LosailMotoGP Preview Qatar: Michelin ci introduce ai segreti del circuito di Losail

Michelin MotoGP Qatar- Durante i test pre-stagionali, la Michelin, ha portato in pista un nuovo profilo della gomma anteriore: la Power Slick. Visto il largo consenso che ha avuto tra i piloti, la gomma verrà portata in occasione della prima tappa del motomondiale 2017 sul circuito di Losail. Per il Gp del Qatar, sarà inoltre disponibile, anche una gomma posteriore aggiornata e provata durante i test.

Con il nuovo regolamento, le mescole a disposizione dei piloti passano da 2 a 3, sia per il posteriore che per l’anteriore. Le diverse mescole saranno rese identificabili grazie alle bande colorate: bianca per la morbia, nessuna per la media, gialla per la dura.

Vista la conformazione del tracciato di Losail, che conta 6 curve a sinistra e 10 a destra, tutte le gomme posteriori saranno asimmetriche con il lato destro più duro per resistere alla superficie abrasiva di Losail.

In caso di pioggia, saranno i piloti a decidere se scendere o meno in pista; infatti, nonostante le modifiche fatte all’illuminazione, il protocollo prevede che non si possa correre. Saranno quindi i piloti in collaborazione con la Safety Commission a dover decidere se scendere in pista o meno. In ogni caso la casa francese si è portata avanti, e per la prima volta, i piloti avranno a disposizione le gomme da bagnato.

Queste le parole di Piero Taramasso, responsabile della sezione due ruote Michelin: “Dopo tutto il duro lavoro dell’inverno e delle prove pre-stagionali, è giunto il momento di scendere al business competitivo delle corse. Il Qatar è un evento unico, con le sue sfide, qui lo scorso anno  abbiamo avuto un ottimo inizio per il nostro ritorno in MotoGP, quindi speriamo di poter ripetere quelle prestazioni anche questa volta. La pista può essere molto abrasiva quando la sabbia è soffiata sull’asfalto o molto scivolosa quando l’umidità aumenta, e questo rende la scelta delle gomme una decisione molto importante e impegnativa. Questa sarà la prima volta che daremo  la possibilità di scegliere tra tre anteriori e posteriori, così avremo le mescole corrette per qualsiasi condizione del circuito. Per questa gara sarà la prima volta che porteremo gomme da bagnato in Qatar. Si spera che, se dovesse piovere i piloti proveranno le condizioni mettendo alla prova le gomme che porteremo per vedere se sarà sicuro correre. Non c’è mai stata una gara bagnata a Losail, quindi se piove ei piloti sono d’accordo per correre, potrebbe essere uno spettacolo straordinario sotto le luci “.

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati