Superbike, Round Phillip Island, Gara 1: settimo posto per Jordi Torres

Markus Reiterberger mantiene la dodicesima posizione

Superbike, Round Phillip Island, Gara 1: settimo posto per Jordi TorresSuperbike, Round Phillip Island, Gara 1: settimo posto per Jordi Torres

Buone prestazione per i piloti dell’Althea Racing Team quest’oggi sulla pista di Phillip Island per la prima gara del Yamaha Finance Australian Round: Jordi Torres ha tagliato il traguardo in settima posizione, mentre Markus Reiterberger è andato a punti con la dodicesima piazza.

Il pilota spagnolo, che partiva proprio dalla settima casella in griglia è incappato in una partenza non brillante si è trovato tredicesimo, ma nel corso dei 22 giri è riuscito a recuperare posizioni importanti che gli permetteranno domani di partire dalla seconda fila dello schieramento, in virtù delle novità del regolamento 2017.

“Tutto sommato, abbiamo finito abbastanza bene la gara” – ha spiegato Jordi Torres – “Ringrazio i miei meccanici che hanno fatto un ottimo lavoro in quanto il set-up della moto era molto buono. Purtroppo però ho perso tanto all’inizio. Dobbiamo lavorare sulla strategia del launch control. Se invece fossi riuscito a stare con Camier e Forés dopo il via, probabilmente avrei potuto tenere il loro passo. Abbiamo migliorato comunque, il ritmo era buono ed anche il risultato lo è stato. Domani, secondo il nuovo regolamento, partiremo quarti in griglia, e dobbiamo assolutamente sfruttare questa opportunità”.

Una gara decisamente più complicata invece è stata quella di Markus Reiterberger, che non è riuscito a migliorare la sua dodicesima posizione sullo schieramento di partenza, che manterrà anche domani per la seconda manche.

“Oggi è stato un po’ difficile” – ha dichiarato Markus Reiterberger – “Durante le prove, abbiamo cercato di migliorare la parte posteriore della mia moto, lavorando sull’assetto e questo ci ha portato via del tempo. Ho faticato a fare un giro veloce con la gomma da qualifica ed ho finito la Superpole in dodicesima posizione. Poi in gara non ho fatto una buona partenza, ma ero dietro a Jordi ed ho quindi cercato di seguirlo e di stare con lui. Ci sono riuscito per alcuni giri, ma lui ha superato Laverty e io non sono riuscito a fare lo stesso, anche perché avendo forzato il mio ritmo ho stressato troppo la gomma anteriore. Il mio passo non era così veloce come speravo, ma mi auguro di poter fare meglio domani”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati