MotoGP: Test Sepang Day 1, Andrea Iannone “Sensazioni positive, con la squadra mi sento a mio agio”

Buon inizio per il pilota di Vasto, autore del quinto tempo

MotoGP: Test Sepang Day 1, Andrea Iannone “Sensazioni positive, con la squadra mi sento a mio agio”MotoGP: Test Sepang Day 1, Andrea Iannone “Sensazioni positive, con la squadra mi sento a mio agio”

Test Irta, MotoGP Sepang Day 1 | Suzuki – Dopo la presentazione ufficiale della Suzuki avvenuta poche ore fa, oggi è stato giorno della prima giornata di test IRTA. Sono scesi in pista per la prima volta con la tuta ufficiale Andrea Iannone e Alex Rins.

Il pilota di Vasto, dopo la lunga esperienza in Ducati, si sente già a suo agio e spende subito buone parole per il nuovo mezzo. Iannone ha chiuso la prima giornata di test in quinta posizione, staccato di 8 decimi dalla vetta. Queste le prime parole del 29:

“Per il momento tutto sembra a posto. Ovviamente dopo una lunga pausa la cosa principale era ritrovare la fiducia il più velocemente possibile e trovare un buon ritmo. Potremmo già avere alcuni riscontri dalle moto, è molto importante avere dei paragoni così stiamo lavorando molto alternando la moto 2016 con la prima evoluzione della 2017. Non abbiamo preso ancora una decisione, ovviamente, è un lungo lavoro che richiede pazienza, ma noi siamo felici di tutte le informazioni che abbiamo raccolto. Il rapporto con la squadra è molto positivo, tutti lavorano duramente, ma lo stato d’animo mi rende molto a mio agio, direi che la mia sensazione adesso è molto buona.”

MotoGP: Test Sepang Day 1, Andrea Iannone “Sensazioni positive, con la squadra mi sento a mio agio”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP Gp Austria: Sunday Guide, statistiche pre-evento

E’ la prima volta che tra i primi quattro posti in griglia ci sono tre Ducati, per la precisione Dovizioso, Lorenzo e Petrucci.
Condividi su WhatsApp Marc Marquez si è qualificato in pole position per la seconda volta consecutiva al GP d’Austria. Il