Winter Test Jerez, Day 2: Jonathan Rea chiude ancora con il miglior tempo

Tra le due Kawasaki si piazza un sorprendente Lorenzo Savadori, mentre Melandri precede Davies

Winter Test Jerez, Day 2: Jonathan Rea chiude ancora con il miglior tempoWinter Test Jerez, Day 2: Jonathan Rea chiude ancora con il miglior tempo

La prima sessione di Winter Test sul circuito di Jerez de la Frontera è terminata con la giornata odierna: tanto lavoro in pista per i numerosi team coinvolti, ben 27 sono stati infatti i piloti in pista, che continueranno ora lo sviluppo a Portimao e ancora sul circuito andalusa, prima di volare in Australia.

Il miglior crono è stato siglato ancora una volta da Jonathan Rea, nonostante una caduta, in 1’39.809, staccando di 4 decimi Tom Sykes che ha spinto molto sul finale del secondo giorno, agguantando la terza posizione assoluta.
Tra le due Ninja troviamo Lorenzo Savadori che ha sorpreso sotto il sole spagnolo, non solo i giri percorsi – oltre 70 giri – ma anche per il crono, fermato a soli a +0.111 da Rea.
Probabilmente ottenuto con le gomme da qualifica Pirelli, il suo tempo sul giro di 1’39.920 è un indice del ritmo che la RSV4 RF potrà mostrare nella nuova stagione.
Il compagno di squadra Eugene Laverty ha proseguito il lavoro sul set-up della nuova moto e ha concluso con il quattordicesimo tempo, coinvolto in un incidente con Randy Krummenacher.

Marco Melandri ha concluso in quarta piazza assoluta, dopo aver preso anche la testa della classifica a fine mattinata, precedendo Chaz Davies, che ha continuato a concentrarsi sugli aggiornamenti della Panigale R.

La nuova Fireblade è uscita in pista per la seconda giornata, completando con Nicky Hayde 67 giri: nonostante non sia ancora al 100% a causa dell’infortunio al ginocchio, l’americano ha migliorato i suoi riferimenti, chiudendo con sesto tempo in 1’40.548.
Stefan Bradl si è pizzato in nona posizione, 1’40.854, continuando l’adattamento alla nuova moto e alla nuova categoria.

In Yamaha Alex Lowes si è concentrato sullo sviluppo della YZF R1, siglando 83 giri e migliorando il suo riferimento cronometrico di ben 4 decimi abbondanti, mentre il nuovo arrivato Michael van der Mark si è assicurato un posto nella top ten con un 1’41.450.

L’unico pilota del BARNI Racing Team, Xavi Fores, ha fatto passi avanti sulla sua Panigale R, concludendo la giornata di oggi in ottava posizione a meno di un secondo da Rea.
Il debuttante della top class, Randy Krummenacher (Kawasaki Puccetti Racing) ha affrontato una giornata impegnativa ed è stato costretto a passare al centro medico a causa di una caduta rimediata a due ore dal termine della sessione, fortunatamente senza conseguenze.

Giornata complicata anche nel team Althea BMW Racing con Jordi Torres che è stato costretto ad interrompere il lavoro per un infortunio al braccio destro rimediato a seguito di un high side alla curva tre, mentre per Reiterberger il lavoro da fare in vista del 2017 rimane tanto.

Anche quattro team Supersport hanno provato in vista del primo round di Phillip Island: Zulfhami Khairudin (Orelac Racing VerdNatura) ha continuato a mantenere un passo competitivo, ottenendo il miglior tempo in 1’44.410.
Jules Cluzel (CIA Landlord Insurance Honda) ha fatto un grande miglioramento iniziando a modificare il suo stile di guida e chiudendo in seconda posizione, davanti al compagno di squadra Robin Mulhauser.
Nacho Calero ha ottenuto il quarto posto nella classifica generale e ha preceduto Kyle Ryde (Kawasaki Puccetti Racing), mentre la classifica è completata da Hikari Okubo (CIA Landlord Insurance Honda), dato che Federico Caricasulo e Lucas Mathias non hanno registrato tempi.

In pista a Jerez c’erano anche i team dell’European Superstock 1000: l’Aruba.it Racing – Junior Team, che ha siglato il miglior crono in 1’43.343 con Michael Rinaldi, seguito da compagno di squadra Mike Jones, l’Althea BMW Racing Team con Marco Faccani e l’Althea MF84 con Julian Puffe.

Di seguito i tempi:

WorldSBK

Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team): 1.39.809
Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia Team): 1.39.920
Tom Sykes (Kawasaki Racing Team): 1.40.219
Marco Melandri (Aruba It.Racing- Ducati): 1.40.313
Chaz Davies (Aruba It.Racing- Ducati): 1.40.324
Nicky Hayden (Honda World Superbike Team): 1.40.548
Alex Lowes (Pata Yamaha Official Team): 1.40.600
Xavi Forés (Barni Racing): 1.40.738
Stefan Bradl (Honda World Superbike Team):1.40.854
Michael van der Mark (Pata Yamaha Team): 1.41.450
Randy Krummenacher (Puccetti Kawasaki Racing):1.41.566
Markus Reiterberger (Althea BMW Racing):1.41.578
Jordi Torres (Althea BMW Racing): 1.41.619
Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia Team): 1.41.886

World Supersport

Zulfhami Khairuddin (Orelac Racing VerdNatura): 1.44.410
Jules Cluzel (CIA Landlord Insurance Honda):1.45.199
Robin Mulhauser (CIA Landlord Insurance Honda): 1.44.410
Nacho Calero (Orelac Racing VerdNatura):1.45.507
Kyle Ryde (Kawasaki Puccetti Racing): 1.45.625
Hikari Okubo (CIA Landlord Insurance Honda):1.45.852
Federico Caricasulo (GRT Yamaha): Sin tiempo registrado
Lucas Mathias (GRT Yamaha): Sin tiempo registrado

European STK000

Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing-Junior Team):1.43.343
Mike Jones (Aruba.it Racing-Junior Team): 1.43.670
Marco Faccani (Althea BMW Racing Team): 1.43.769
Julian Puffe (Althea MF 84): 1.46.176

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati