Superbike, Test Aragon: esordio con Honda per Stefan Bradl

Primi giri per il pilota tedesco ex-MotoGP sulla CBR

Superbike, Test Aragon: esordio con Honda per Stefan BradlSuperbike, Test Aragon: esordio con Honda per Stefan Bradl

La due giorni di winter test Worldsbk che si sta svolgendo al Motorland di Aragon sta riservando molti punti di interesse in vista del Campionato Mondiale del prossimo anno, già molto atteso da addetti ai lavori e appassionati.
Uno dei temi di maggiore interesse è senz’altro l’esordio di Stefan Bradl sulla CBR1000RR Fireblade SP dell’Honda World Superbike Team: il tedesco fresco ex-MotoGP ha effettuato in primi giri, 60 in totale, in sella alla nuova moto con l’obiettivo di cominciare a conoscere il mezzo e la nuova squadra.

“Tutto è stato molto ben organizzato, abbiamo appena fatto uno shakedown con la moto. All’inizio era piuttosto fresco, ma nel complesso tutto era normale” – ha spiegato Stefan Bradl – “Le mie aspettative erano che le gomme sarebbero state diverse e chiaramente la moto, così ho dovuto adattarmi e fondamentalmente le differenze sono chiare, posso sentirle. C’è solo un po’ più di movimento in sella e ci sono molte parti diverse, come i freni in acciaio. In generale, mi sento come se fossi già a casa. Ci sono ancora molte cose da imparare, ma le mie prime impressioni sono state positive”.

Proseguendo la sua valutazione, il tedesco ha aggiunto: “Ci sono molte cose su cui abbiamo ancora bisogno di lavorare, è stato solo il primo giorno e possiamo essere contenti perché tutto è andato secondo i piani. Ma come ho detto ho ancora molto da imparare, ho ancora bisogno di adattare il mio stile di guida a questa moto che richiede uno stile di guida diverso, con le varie cose nuove. Questo avverrà passo dopo passo. Abbiamo fatto 60 giri oggi e penso che non vada così male, resto in attesa della giornata di domani”.

Oltre a conoscere la nuova moto, Bradl dovrà adattarsi alle gomme Pirelli, fornitore unico per il WorldSBK Championship, di cui però è già rimasto sorpreso dalla qualità: “Le gomme erano abbastanza facili da capire. Ci danno molte informazioni. Questo è qualcosa che ho potuto veramente capire direttamente, perché la mattina era freddo e ho avuto qualche preoccupazione, per quello che ero abituato in MotoGP™, cioè quando le temperature sono basse è un punto critico. Con queste invece è più facile ottenere subito il feeling. Sono rimasto sorpreso dalla quantità di informazioni che il pneumatico può dare”.

Nonostante l’entusiasmo per il debutto, la giornata non è stata priva di imprevisti per il neo rookie WorldSBK, costretto a rientrare ai box per problemi tecnici, ma Bradl ha minimizzato: “Non si è trattato di un grosso problema, c’era fumo che usciva dal tubo di scarico. Non ho sentito nulla, a essere onesti. Non è stato un grosso problema ci siamo fermati abbiamo controllato e riparato”.

Bradl e Nicky Hayden saranno impegnati in pista ad Aragon anche nella giornata odierna, giovedì 17 novembre, per poi spostarsi a Jerez la prossima settimana: in questi primi winter test i piloti hanno a disposizione praticamente la moto di quest’anno, la versione 2017 arriverà a gennaio.

“Una nuova moto è sempre nuova, ma dipende da come reagisce” – ha detto Stefan Bradl – “Potrò sicuramente dire le differenze tra le nuove moto quando arriverà. Sono davvero entusiasta pensando a come sarà quella nuova, ma prima mi concentro su domani. Avremo poi un altro test a Jerez, e sono impaziente di farlo perché quando si cambia pista le cose possono cambiare ed è importante per me capire la moto su diversi circuiti. Dopo questo, aspetteremo la nuova moto”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Primo Piano

Superbike | Cambia il regolamento

Le novità riguardano la Tissot Superpole Race introdotta quest’anno
Condividi su WhatsApp Alla vigilia del secondo appuntamento della stagione, in programma domani in Thailandia, al Buriram, Dorna WSBK Organization