MotoGP Test Valencia Day 2: Vinales sale sulla Yamaha e vola, bene Dovizioso 3°

Lo spagnolo subito protagonista con la M1, più attardati Rossi 7° e Lorenzo 8°

MotoGP Test Valencia Day 2: Vinales sale sulla Yamaha e vola, bene Dovizioso 3°MotoGP Test Valencia Day 2: Vinales sale sulla Yamaha e vola, bene Dovizioso 3°

E’ di Maverick Vinales il best time della due giorni di test a Valencia. Il pilota della Yamaha, appena salito in sella alla M1 ha iniziato a volare, chiudendo con il tempo di 1:29.975, davvero un inizio alla grande per il giovanissimo spagnolo.

Alle spalle del baby fenomeno chiude Marc Marquez che si piazza a +0.196, ottimo 3° tempo per il ducatista Andrea Dovizioso a +0.468. Il forlivese è stato a lungo miglior tempo, prima di essere superato dai due spagnoli che a fine turno hanno iniziato a girare a suon di giri veloci.
4° tempo per Andrea Iannone, che chiude a +0.624, ottimo esordio anche per lui in sella alla Suzuki. 5° il convalescente Pedrosa a +0.711, 6° Crutchlow a +0.734, 7° Valentino Rossi a +0.734, 8° Jorge Lorenzo con l’altra Ducati a +0.769, 9° Aleix Espargarò a +0.910, 10° il rookie Folger a +0.973.

Impressionante quindi l’esordio di Vinales con la Yamaha, lo spagnolo ha mostrato subito un ottimo passo e verso le 15:30 ha inanellato una serie di giri veloci a cui solo Marquez ha cercato di rispondere. Per Rossi, che sperava senza Lorenzo di tornare leader indiscusso nel suo team, ci sarà invece una bella gatta da pelare! Bene anche Jorge Lorenzo, anche se il maiorchino, su una pista che ama particolarmente chiude a quasi 4 decimi dal suo team mate Dovizioso.

Foto: Alex Farnelli

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

39 commenti
  1. Avatar

    un meccanico della dacia logan

    16 novembre 2016 at 18:48

    L’Aprilia forte dell’esperienza in SBK il giorno del suo ingresso in motogp si trovo à 4-5 secondi dai più veloci.
    La KTM sorprende con 1,8 secondi dalla vetta.
    Dove sarà a meta stagione?

    • Avatar

      fatman

      16 novembre 2016 at 19:23

      …sulla KTM ci avrei giurato: gli austriaci fanno bene nelle categorie minori e nel cross, non vogliono fare figuracce in motogp…l’Aprilia mi suona strano, vedremo…in ogni caso in KTM hanno previsto almeno 3 anni per essere competitivi riguardo la vittoria e mi fido del loro modo di operare.

    • Avatar

      Surrogo

      20 novembre 2016 at 01:55

      Capirai da povera ritardata qual’ é cerca solo di spillare dei soldi, e ho idea che ne vedrà pochi.

  2. Avatar

    TONYKART

    16 novembre 2016 at 21:47

    Mo viene il dubbio che il muro in yamaha l abbia messo Maverick per non far copiare rossi …ahahahahahah cOme diceva Emilio fede che figura di m…a ahahahahahahah

  3. Avatar

    supermariacion

    16 novembre 2016 at 22:07

    Hahahahahahahahha e come direbbe Sgarbi leggendoti: capra capra capra capra capra capra capra capra capra

    • Avatar

      gigetto

      16 novembre 2016 at 23:27

      Non ti agitare, energumeno, che ti esce il cetriolo :)

  4. Avatar

    gigetto

    16 novembre 2016 at 23:13

    “Mi aspettavo di più dal motore 2017” ha detto Vinales oggi…aahahahahahahahhahahahahahahahahhahahahahhahaha

  5. Avatar

    supermariacion

    16 novembre 2016 at 23:35

    Hehehheheheh sei forte gigetto!

  6. Avatar

    TONYKART

    17 novembre 2016 at 00:12

    presto arrivera’ un bel t max per maverick,troppo veloce a confronto….

    • Avatar

      nandop6

      17 novembre 2016 at 14:12

      Sempre la scusa pronta eh?????
      Comunque non preoccupatevi, prima o poi arriverà il momento del ritiro ma ad oggi ultimi tre anni davanti al compagno di box e senza muro, quanti anni ha…….?? Aspetta……., ah, mi sembra 38.
      Ahahahahahahah.

      • Avatar

        MSC crociere

        17 novembre 2016 at 23:40

        ormai li compie più volte l’anno gli anni..sembra che a breve farà i 40, mentre gli altri ringiovaniscono

  7. Avatar

    kappa

    17 novembre 2016 at 09:25

    Un nuovo muro è all’orizzonte,lui gli copia gli assetti ahhahhaha

    A parte gli scherzi questo Maverick,fra proprio paura,ne vedremo delle belle!!

  8. Avatar

    V.D.S

    17 novembre 2016 at 14:12

    Beh..è un po’prestino per darlo già sicuramente più veloce di Rossi però..

    • Avatar

      nandop6

      17 novembre 2016 at 14:18

      Non è per mettere le mani avanti ma prima o poi il pilota che lo manda in pensione deve arrivare, a me Vinales piace molto, potrebbe essere quello giusto.

      • Avatar

        V.D.S

        17 novembre 2016 at 14:27

        Non lo so,sono curioso di vedere cosa farà in un team abituato a lottare per vincere e con un compagno difficile come Valentino.
        Finora non ha convinto come era successo ai tempi per i vari Rossi Lorenzo Marquez ecc..

      • Avatar

        nandop6

        17 novembre 2016 at 17:01

        V.D.S
        Non sono daccordo,Rossi al debutto non aveva una Honda ufficiale ma se non mi sbaglio mi sembra che gli dettero un trattamento come le ufficiali, Lorenzo e Marquez avevano moto top, Vinales una Suzuki nettamente inferiore e nonostante questo ha fatto vedere grandi cose. Il suo potenziale lo vedremo il prossimo anno in Yamaha e secondo me andrà fortissimo.

      • Avatar

        V.D.S

        17 novembre 2016 at 18:19

        Può essere come dici Nando,il talento c’e di sicuro.
        Io mi riferivo più alla gestione gara e alla sua capacità di reggere la pressione che inevitabilmente dovrà affrontare.
        Ripeto,non saprei esprimermi ora,se dovesse andare come Rossi sarebbe un gran risultato per lui.

      • Avatar

        nandop6

        17 novembre 2016 at 18:46

        Sono daccordo ma essendo un giovane anche se al terzo anno in motoGP non ha l’obbligo di essere più forte di Rossi al primo anno per cui il problema della pressione…. mentre la pressione secondo me la sentirà di più Lorenzo nel caso in cui dovesse andare come Dovizioso o peggio cosa che non credo.

      • Avatar

        ligera

        17 novembre 2016 at 19:20

        X Nandop6

        Vale, al Debutto era solo in squadra, ma con una Honda ufficialissima, mi pare che ebbe anche il team che era stato di Doohan se non sbaglio.

        Vinales ha fatto vedere buone cose con la Suzuki quando hanno sistemato meglio il motore. In un GP si prendeva regolarmente 9 Km/h, dal GP sucessivo divennero costantemente 2 i Km/h di differenza con la Ducati. La Suzuki è una moto molto simile, per concezione alla Yamaha e per concludere in bellezza, a me risulta che Vinales abbia provato solo la 2016 o almeno con quella ha fatto i temponi. Il suo compito è stato quello di prendere confidenza e andare veloce, cosa che gli è riuscita particolarmente bene avendo una Yamaha già bella settata, molto simile alla sua Suzuki, ma con performance nettaemte migliori

        Grande Ducati
        Grande Lorenzo
        Grande Dovizioso

  9. Avatar

    ligera

    17 novembre 2016 at 16:41

    Prove di fine anno, ma prove che hanno fatto la “voce grossa”.

    Tante cose da provare, alcuni piloti alle prime armi con le loro moto, altri molto più esperti e navigati a cui, sicuramente, è stato chiesto un lavoro più impegnativo, comunque sono stati 2 giorni con tanti spunti di riflessione.

    Suzuki: 2 piloti nuovi, Iannone e Rins. 2 prestazioni agli antipodi, Iannone 4° e Rins 24°. Iannone si riconferma un gran manico e la Suzuki una moto buona, anche se l’Italiano non si è esentato dallo stendersi, si doveva “battezzare anche la nuova moto. Riins oggetto sfuggente.

    Yamaha: un Senatore, Vale e un giovane Vinales. In entrambe le giornate, il giovane ha preceduto il senatore e se nella prima giornata il divario era minimo, nella seconda ci sono stati ben 7 decimi. Lo Spagnolo ha confermato di essere un ottimo pilota e di avere la possibilità di esprimersi al meglio su una Yamaha che per concezione non è diversa dalla moto precedente, ma che ha performance nettamente migliori e Lui le ha sfruttate ottimamente. Il Senatore le ha prese, è indubbio. Ormai la Yamaha è considerata una sua creazione, ma Lui non riesce comunque a sfruttarla appieno, sarà per la pista, sarà per il lavoro svolto, ma deve starci molto attento se non vuole che questo “giovine” appena arrivato, lo releghi subito al ruolo di seconda guida. Una cosa, finitela, per favore, di “menarla” con l’età di Vale, se non si sentiva in grado si sarebbe ritirato, così non è e comunque, coi metodi attuali, si resta in forma anche sino a 40 anni, a mio avviso, l’età non può essere presa a parziale scusante di certe prestazioni.

    Ducati, finalmente Ducati. 2 piloti e 2 senatori. Dovi, più esperto in fatto di caratteristiche della moto, ha fatto valere questa prerogativa e nel 2° giorno si è messo davanti a Lorenzo, ma Lorenzo, appena arrivato su una moto con caratteristiche molto diverse dalla Yamaha che definirei “peggiorative”, ha comunque fatto ottimi tempi, anche se verso la fine della seconda giornata, erano ancora intenti a parlare della posizione di guida. Da quello che si è potuto notare, Lorenzo ha ancora ampi margini, sia perchè gli altri piloti che hanno cambiato moto, sono passati su moto simili (da Suzuki a Yamaha), oppure considerate più facili (da Ducati a Suzuki), solo Lorenzo è passato dalla moto che più di altre unisce prestazioni alla facilità di guida, ad una moto, si prestazionale, ma complicata sotto diversi aspetti che cozzanno anche con le caratteristiche di guida di Lorenzo (da Yamaha a Ducati). Proprio per tale aspetto, tanti tifosi “contro” gufavano sulle prestazioni di Lorenzo, invece ha girato in ottimi tempi.

    Aprilia, con A. Espargaro che si conferma fortissimo con moto nuove e riesce a portarla subito a ridosso delle marche che si giocano il mondiale, mentre Lowes (dalla moto 2) e Laverty, anchessi al primo contatto, restano fermi su tempi più simili a quelli fatti segnari dai precedenti piloti.

    KTM, in gara non ha fatto vedere nulla di veramente importante, mentre i piloti che la porteranno in gara nel 2017, sono riusciti ad “estrarre” da questa nuova moto delle prestazioni ottime. P. Espargaro e B. Smith, passati in blocco alla KTM dal team Tec3, hanno mantenuto lo stesso divario, lo Spagnolo più performante dell’Inglese, con lo Spagnolo che si attesta a 1.8 secondi dal tempone di Vinales.

    Nessun confronto col passato in Ducati tra Vale e Lorenzo, ma voglio comunque fare un appunto che poi potrete comunque contestare, ma siete pregati di non farlo unicamente a parole.
    Lorenzo, al suo debutto sulla “nera” di Borgo Panigale, ha ottenuto ottime prestazioni, molto simili a quelle ottenute dai 2 piloti in gara, molto simili anche ai tempi che ha ottenuto Lui stesso in gara, girando spesso in 1.31.basso.
    Valentino, al debutto in Rosso, è stato molto meno performante, sopratutto se paragonato ai tempi fatti in gara qualche giorno prima, sia dal pilota che ha sostituito, sia dai tempi fatti da Lui stesso in gara.
    Poi si potrà dire di tutto sul miglioramento della moto e ci mancherebbe che non ci fosse stato aggiungerei, resta comunque indiscutibile che, a confronto con le gare svolte 2 giorni prima, lo Spagnolo ha fatto molto meglio di quanto fatto vedere dall’Italiano.

    Spero ci attenda un gran 2017.
    e sempre:

    Grande Ducati
    Grande Lorenzo
    Grande Dovizioso

    • Avatar

      nandop6

      17 novembre 2016 at 17:36

      Ligera
      Al di la che sono per Rossi ti vorrei far capire per come la vedo io quanto sia sbagliato il paragone tra la Ducati GP10 su cui salì Rossi e La GP16 quella in cui è salito Lorenzo, la GP10 non la guidava nessun pilota è inutile elencare i nomi sia prima di Rossi che dopo e quì abbiamo un riferimento in Dovizioso. Poi il paragone in Ducati tra Stoner e Rossi riguardo all’1.8 di differenza tra i due dimostra solamente che su una moto concezionalmente diversa dalle giapponesi Rossi non si trovava, Stoner ci è cresciuto, la conosceva da 4 anni per cui conosceva i limiti e possiamo toglierci il cappello per i risultati avuti.
      Ora voglio fare un altro paragone, Stoner e Pedrosa in Honda, vogliamo mettere Pedrosa allo stesso livello di Rossi? Secondo me no a favore di Rossi ma mettiamoli sullo stesso livello, dove è il secondo e otto? In oltre sempre con i paragoni, in Honda abbiamo visto il confronto tra Stoner e Pedrosa e abbiamo visto quello tra Marquez e Pedrosa, possiamo dire che Marquez ha fatto più differenza da quello fatto da Stoner? Da quì potremmo dire che Marquez sulla GP10 avrebbe dato almeno 2 secondi a Rossi battendo anche Stoner?

      • Avatar

        ligera

        17 novembre 2016 at 19:06

        Parto dalla fine. A te sembra davvero coerente paragonare 2 piloti tra loro per ricavarne indicazioni per un terzo? A me sembra una forzatura colossale.

        Tornando all’inizio, non è vero che non la guidava nessuno, con Stoner c’era Hayden e ben che andava, non ai livelli di Stoner, ma ha fatto un buon 2010. Limitiamoci a Valencia, l’ultima gara. Stoner fece secondo e Hayden cadde, ma nel WU Hayden finì 1° girando in 1.33.2. Non è vero che nessuno ci sapeva girare oltre a Stoner, ma è vero che solo Stoner arrivava alla vittoria. Vale, a Valencia nei test, si è preso 1.2 secondi da Hayden. Queste sono le cifre. Non parliamo poi di ciò che è avvenuto in seguito.

        Grande Ducati
        Grande Lorenzo
        Grande Dovizioso

      • Avatar

        nandop6

        17 novembre 2016 at 19:17

        Ligera
        Di coerente non c’è niente infatti, era una provocazione al paragone che avevi fatto tu nel commento sopra, vuoi che te lo posto?

        Valentino, al debutto in Rosso, è stato molto meno performante, sopratutto se paragonato ai tempi fatti in gara qualche giorno prima, sia dal pilota che ha sostituito, sia dai tempi fatti da Lui stesso in gara.
        Poi si potrà dire di tutto sul miglioramento della moto e ci mancherebbe che non ci fosse stato aggiungerei, resta comunque indiscutibile che, a confronto con le gare svolte 2 giorni prima, lo Spagnolo ha fatto molto meglio di quanto fatto vedere dall’Italiano.

        Questo tuo paragone è coerente? Però se lo fate voi va bene, se ve lo rigiro a sfavore di Stoner non va più bene.

      • Avatar

        nandop6

        17 novembre 2016 at 19:25

        Dimenticavo, visto che citi Hayden ti voglio ricordare che nel 2011 era compagno di box di Rossi e non mi sembra abbia fatto meglio con quella moto e per di più quando cambiarono la moto Hayden fu positivo riguardo ai cambiamenti.
        Questi sono i fatti.

      • Avatar

        ligera

        17 novembre 2016 at 19:42

        Allora vuoi che si infierisca?
        Nel 2011 Hayden ha avuto prestazioni molto vicine e a volte anche migliori di quelle di Vale, cosa che con Stoner non riocordo sia mai avvenuta.
        Quando cambiarono la filosofia costruttiva della moto e Hayden ne fu soddisfatto, ti ricordo che, dall’inizio dell’anno avevano cambiato un’infinità di cose, cose che, andavano contro le indicazioni di Preziosi, ma che furono cambiate perchè nel contratto Vale aveva ottenuito di indirizzare lo sviluppo e stranamente Vale ebbe più voce in capitolo dello stesso Preziosi. Mi sto riferendo all’aggiunta di un peso nell’albero motore (non so darti la spiegazione tecnica) per rendere più “dolce” il motore, cosa che tolse da subito una delle qualità di forza della moto.
        Non so se ricordi, ma appena venne fatto il telaio come “sua maesta” Valentino aveva richiesto, Preziosi, per fargli capire l’antifona, gli fece provare una moto con la distribuzione dei pesi tale e quale alla versione precedente. Tu ti rocordi con quali risultati? Io si, nulla di rilevante, stesse identiche prestazioni. Che il problema principale non fosse nel tanto sbandierato “telaio”, ma in altri posti?
        Concludo con questo: l’anno del ritorno in Yamaha fu deludente per Vale, mentre l’anno dopo sembrava rinato e voi tutti li a dire che era stato un anno per riprenderci la m,ano. Ma de chè direbbe un amico romano, Vale cambio letteralmente stile di guida, cominciando a muoversi più e meglio stando in sella, cosa che già gli fu chiesta in Ducati, ma che Lui non ci pensò minimamente ad azzardare.

        Grande Ducati
        Grande Lorenzo
        Grande Dovizioso

      • Avatar

        nandop6

        17 novembre 2016 at 20:02

        Ligera
        Guarda che sei forte… Prima dici che anche Hayden andava forte con quella moto poi dici che nel 2011 Hayden ha avuto prestazioni molto vicine e a volte anche migliori di quelle di Vale
        per cui anche Vale andava forte con quella moto? Poi sostieni che:

        “l’anno del ritorno in Yamaha fu deludente per Vale, mentre l’anno dopo sembrava rinato e voi tutti li a dire che era stato un anno per riprenderci la m,ano. Ma de chè direbbe un amico romano, Vale cambio letteralmente stile di guida, cominciando a muoversi più e meglio stando in sella, cosa che già gli fu chiesta in Ducati, ma che Lui non ci pensò minimamente ad azzardare.”

        Ma dove sta scritto che in Ducati non ci ha provato? Non è che di lavoro fai il mago ed hai una sfera di cristallo e leggi anche nel pensiero?
        Riguardo alla chiacchierata non ho mai minimamente voluto sostenere che Rossi in Ducati fosse meglio di Stoner, anzi sostengo il contrario.

      • Avatar

        ligera

        17 novembre 2016 at 22:24

        Non era difficile capire che stavo dicendo altro, ad esempio che Vale andava anche peggio di Hayden, non di Stoner, di Hayden su una moto che Lui ha voluto così. Scusa Nandop6 ora non voglio fare il saputello perchè poi voi esagerate, ma basta guardare a come guidava la moto, Vale era molto meno mobile, solo nel 2012 la sua guida è visibilmente cambiata. Scusa la battuta, ma durante i GP guardi solo chi taglia il traguardo? Da buon tifoso Giallo non hai mai notato questo? Allora di cosa stiamo parlando se non ne hai idea e se mi dai del veggente?
        Sono io che voglio sostenere che Vale ha fatto un debutto sulla Rossa, molto meno “interessante” di quello fatto da Lorenzo e senza guardare alla differenza tra le moto Ducati, ma alla gara precedente ai test poi fatti, confrontando i tempi ottenuti in quella gara, coi tempi ottenuti nelle prove. Mentre Lorenzo girava con lo stesso passo, Vale assolutamente no.

        Grande Ducati
        Grande Lorenzo
        Grande Dovizioso

    • Avatar

      ligera

      17 novembre 2016 at 19:29

      Ma cosa vuol dire “a sfavore di Stoner”? Io ti porto risultati concreti, cronometrati, non un discorso del tipo se tizio arriva vicino a caio di 2 decimi, allora sempronio è più forte di tizio di 3 decimi, ma che razza di paragoni. Io ti porto solo dati di fatto, incontrovertibili dai dati cronometrici. Vale al debutto in Ducati non si avvicinò neppure ai tempi della seconda giuda Ducati (alla faccia del: solo Stoner la sapava portare), di Hayden, non di un fenomeno. Lorenzo ha comunque girato su tempi da gara, sia simili ai suoi, sia della Ducati, segno che ha fatto un gran debutto. Poi siamo tutti daccordo che si tratta dei primi test e che ci sarà ancora parecchio da lavorare per tutti.

      Grande Ducati
      Grande Lorenzo
      Grande Dovizioso

      • Avatar

        nandop6

        17 novembre 2016 at 19:42

        Ligera scusa ma credo tu sia confuso, tu porti tempi cronometrati confrontando una moto Ducati del 2010 con una Ducati del 2016 come se le moto fossero uguali, il tuo paragone avrebbe un senso se potessi paragonare i tempi di Rossi del 2010 con quelli di Lorenzo sempre nel 2010 con la GP10 per capirci. Mi sono spiegato?????????????

      • Avatar

        ligera

        18 novembre 2016 at 00:15

        Anche questo ti devo dire?

        Tempi del 2010 confrontati coi tempi del 2010.

        Tempi del 2016 confrontati coi tempi del 2016

        Non credo sia stato difficile da capire, ma tant’è…….

        Grande Ducati
        Grande Lorenzo
        Grande Dovizioso

      • Avatar

        nandop6

        18 novembre 2016 at 06:19

        Mi spieghi che senso ha questo paragone? 2010 Ducati GP10, pilota uscente Stoner, 2016 GP16 piloti Iannone e Dovizioso, però se a te fa piacere far notare che Rossi ha avuto un risultato peggiore di Lorenzo va bene.

      • Avatar

        nandop6

        18 novembre 2016 at 06:33

        Provo a spiegarmi meglio poi mi arrendo, secondo te Lorenzo sulla GP10 avrebbe fatto meglio di Rossi? Questo potrebbe essere un giusto paragone, quella di oggi è totalmente un altra moto il paragone è inutile.

      • Avatar

        ligera

        18 novembre 2016 at 10:52

        Ho parlato di Hayden, non Stoner, troppo impietoso il confronto, non solo, ma pure i tempi in gara, non di Hayden che è caduto subito, ma si possono considerare i tempi del W.U. Vale non si è neppure avvicinato a sti tempi, mentre Lorenzo ha fatto tutt’altro.

        Si, il debutto di Vale è sicuramente stato (a parità di condizioni e rapportato ai tempi dello stesso periodo) molto meno performante del debutto fatto da Lorenzo.

      • Avatar

        nandop6

        18 novembre 2016 at 14:20

        Ligera
        Mi arrendo, il debutto di Vale è sicuramente stato (a parità di condizioni e rapportato ai tempi dello stesso periodo) molto meno performante del debutto fatto da Lorenzo, ma questo lo sanno anche gli analfabeti, Rossi nei test 2010 finì a 1.8 da Stoner e 1.2 da Hayden, Lorenzo ha girato nei tempi di Dovizioso o giù di li ma non capisco dove vuoi arrivare, vuoi dire che Lorenzo e Hayden sono marziani e Rossi una pippa? No perchè il tuo paragone se preso così dice questo, capisci che non ha un senso? Moto completamente diverse. Guarda puoi già da ora iniziare a scrivere per la fine del 2017 che Lorenzo al primo anno in Ducati ha lottato per il mondiale mentre Rossi al primo anno in Ducati ha fatto pena. Io ti risponderò…… è vero.

    • Avatar

      MSC crociere

      18 novembre 2016 at 00:01

      Tutto condivisibile quello che dici, però non sappiamo veramente quali fossero gli obiettivi del test per ogni pilota. Secondo me qualcuno ha pensato solo ad andare forte, e tra questi ci metto in primis Iannone (caduto ben due volte) e Vinales e magari anche A. Espargaro per fare qualche nome.
      Altri hanno lavorato più di fino, tra questi ci metto sicuramente Lorenzo e Dovi, Rossi.
      Quindi prestazioni tutte da verificare.

      Sicuramente Lorenzo più che bene, ha preso 7 decimi
      che non sono tanti, e dicono abbia apprezzato la moto.
      Se per sbaglio si trova bene con telaio e ciclistica, con un motore cosi sono guai per tutti.
      Speriamo!!

  10. Avatar

    fatman

    17 novembre 2016 at 20:46

    …tutto questo casino: Stoner, Hayden, il geriatra…basta scrivere valem@rda ed il cerchio si chiude,,,è cosi’ semplice!!!

    • Avatar

      gigetto

      21 novembre 2016 at 15:59

      Bravo, per non dimenticare l’ennesimo cetriolo che Marquez ha servito a rossi e a voi tutti.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati