MotoGP Valencia: Iannone, “A Lorenzo lascio una Ducati competitiva”

L'abruzzese ha aggiunto: "Per Ducati ho dato tutto, loro non hanno fatto altrettanto"

MotoGP Valencia: Iannone, “A Lorenzo lascio una Ducati competitiva”MotoGP Valencia: Iannone, “A Lorenzo lascio una Ducati competitiva”

Andrea Iannone MotoGP 2016 Valencia Team Ducati – Andrea Iannone è riuscito a salire sul podio alla sua ultima gara con la Ducati corsa sul circuito Ricardo Tormo di Valencia. Il pilota abruzzese ha duellato senza esclusione di colpi con Marc Marquez e Valentino Rossi, riuscendo ad avere la meglio su quest’ultimo. A fine gara ha voluto ringraziare la Ducati per questi quattro anni trascorsi insieme (vedi maglietta in foto con scritto One World, One Love, One Family, Grazie Ducati), ma si è anche voluto togliere qualche sassolino dalla scarpa, a lui la parola.

Hai corso una gara strepitosa, racconta come l’hai vissuta.

“Non ero in ottime condizioni, ma durante questi giorni ho cercato di tirare fuori il meglio. Con la squadra abbiamo fatto un grandissimo lavoro e dalle FP4 ad oggi abbiamo fatto un grande passo in avanti. Senza l’infortunio credo che avremmo potuto fare un finale di stagione diverso, ma è andata così, non ho nessun rimpianto. In questi anni ho sempre dato tutto me stesso, ma soprattutto oggi, ho fatto una battaglia con Marc e Vale come se fosse stato sempre l’ultimo giro e credo che sia stata la chiave di questo podio.”

E’ il tuo settimo podio con la Ducati, qual’è il bilancio dopo quattro anni?

“Ci sono state tante cose belle, tante persone mi hanno voluto bene, è sicuramente la parte più importante della mia carriera. Con Ducati ho centrato la mia prima vittoria, sono arrivato in MotoGP con un Team incredibile come Pramac, ho dei ricordi fantastici. Mi dispiace molto per come è andata, ma d’altra parte sono contento di iniziare una nuova avventura con la Suzuki. Una parte del mio cuore vivrà sempre qui.”

A caldo dopo la gara hai parlato di atmosfera strana vissuta nelle ultime due gare, puoi spiegare meglio?

“L’Atmosfera era strana perchè arrivi a fine stagione, rientri da un infortunio sapendo di andare via, sento queste cose. Vedevo un rapporto più freddo, anche se non mi hanno mai fatto mancare nulla. Io sembro un ragazzo “sbruffone”, ma ho imparato a non arrabiarmi, ora prevale la parte buona, comprendo di più, ma sono una persona che sente certe cose e ci soffre.”

Hai sempre parole d’amore per la Ducati, cosa ti ha spinto ad andartene?

“Entrambi volevamo continuare, ma io ho dato tutto me stesso per restare e credo che la Ducati non abbia fatto altrettanto. Ha dato tutta se stessa da un’altra parte (si riferisce all’ingaggio di Lorenzo), a me è arrivata un’offerta valida da parte di un’altra casa, una proposta difficile da rifiutare. L’ho valutata bene e alla fine ho deciso per quella direzione. Certo non è stata una scelta facile, Ducati non mi ha fatto mancare nulla sin dal debutto con il Team Pramac.”

Hai qualche rammarico di questi due anni nel Team ufficiale?

“Sicuramente quest’anno è stata la stagione peggiore. Ho commesso tanti errori, altrimenti avrei potuto raccogliere molto di più. E’ stata comunque una lezione di vita importante, andiamo avanti.”

Che Ducati lasci a Lorenzo?

“Lascio una Ducati che nel circuito peggiore è arrivata sul podio, quindi una moto competitiva.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

8 commenti
  1. Avatar

    supermariacion

    13 Novembre 2016 at 20:38

    Gigetto chi???

  2. Avatar

    supermariacion

    14 Novembre 2016 at 11:27

    Hehehheheheh fartman capisco la tua provenienza…ma questa dell’ano è proprio una fissa per te!!

  3. Avatar

    V.D.S

    14 Novembre 2016 at 12:40

    Cosi parlò l’ignorante Supremo!

  4. Avatar

    supermariacion

    14 Novembre 2016 at 12:51

    Oh mi scusi professora vds!

  5. Avatar

    fatman

    14 Novembre 2016 at 16:03

    …che bello leggere superm@rikki@n al limite della disperazione…tra due o tre anni sparirà nella palude di m@rd@ dalla quale è uscito ahahahahahahahahahahahahahahahahah…

  6. Avatar

    supermariacion

    14 Novembre 2016 at 19:19

    Si al limite della disperazione buabahahahaahahhahhahhahaha dopo la professora, lo psicologo da web!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati