Superbike: Ancora incerta la line up del Perdercini Racing Team

Il Team Manager deve scegliere il secondo pilota per il prossimo anno

Superbike: Ancora incerta la line up del Perdercini Racing TeamSuperbike: Ancora incerta la line up del Perdercini Racing Team

Il Pedercini Racing Team dopo aver chiuso un anno molto interessante in cui è riuscito ad andare a punti in alcune gare con Saeed Al Sulaiti, al suo primo anno nel massimo campionato delle derivate di serie e unico rider della squadra ad aver preso parte ad ogni round.

Sebbene manchi ancora la conferma ufficiale, il team manager Lucio Pedercini spera che il giovane qatarino rimanga nel team: “Al momento vorrei mantenere Saeed per un’altra stagione perché si sa che non conosceva nessuna pista e quindi il venerdì si è sempre dovuto concentrare su quello. Per questo penso che abbia bisogno di un’altra opportunità per dimostrare il suo valore. Per il prossimo anno cercheremo di lavorare con un altro pilota di punta per ottenere un altro buon risultato”.

Al Sulaiti ha avuto in totale quattro compagni di squadra durante l’anno: Sylvain Barrier, sostituito da Lucas Mahias nel round di Assen per infortunio, dopodiché per ben otto appuntamenti è stato Anthony West a salire sulla Ninja, fino a quando in quello conclusivo è apparso Leon Haslam.

“L’anno non è andato male, ma abbiamo iniziato con Sylvain Barrier e dopo il suo infortunio ad Aragon tutti i nostri piani sono cambiati” – ha spiegato Pedercini – “Ora vedremo cosa ci riserverà il futuro e cosa possiamo fare. Di certo faremo del nostro meglio come sempre e sono sicuro che le nostre moto sono buone abbastanza, non sono così lontane dalle factory Kawasaki, quindi sono molto felice”.

Dei quattro, Anthony West e Leon Haslam hanno ottenuto maggior successo, conquistando un quinto posto come miglior risultato: al momento il secondo pilota non è ancora stato deciso, sembrava che West fosse il candidato più autorevole ma Pedercini è rimasto evasivo sull’argomento.

“Abbiamo parlato con West nell’ultima gara e lui è uno dei top rider con cui vorrei continuare a lavorare” – ha spiegato Pedercini – “Con Leon Haslam avevo parlato lo scorso novembre e quando l’ho incontrato mi aveva chiesto se fosse possibile fare una wild card a Donington quest’anno. Abbiamo lavorato per questo, ma alla fine non è stato possibile, il suo team non l’ha consentito perché stava lottanto per il titolo BSB. Ora quel Campionato è terminato e abbiamo lavorato insieme per il Qatar. Anche Kawasaki era molto felice perché lui è un pilota Kawasaki. Per ora il futuro non è deciso. Uno dei piloti nella lista è Anthony West, ma non è ancora stato confermato nulla”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati