Moto2 Sepang, Warm Up: Miglior tempo per Franco Morbidelli

Il pilota del Team Estrella Galicia 0,0 Marc VDS ha preceduto Folger e Nakagami

Moto2 Sepang, Warm Up: Miglior tempo per Franco MorbidelliMoto2 Sepang, Warm Up: Miglior tempo per Franco Morbidelli

GP Malesia Moto2 Warm Up – La pioggia caduta nella notte e la pista che non si era ancora del tutto asciugata, hanno creato “confusione” all’inizio del warm up della classe Moto2 sul circuito di Sepang, teatro della penultima tappa del motomondiale 2016.

I piloti sono scesi in pista con pneumatici rain (qualcuno ha azzardato un’anteriore rain e una slick posteriore) ma dopo pochi giri quasi tutti sono rientrati ai box per mettere le slick. Ricordiamo che la pista è stata completamente riasfaltata, ma il nuovo asfalto nonostante fornisca più grip, fatica ad asciugarsi, questo anche nonostante le elevate temperature malesi. Rimangono delle visibili chiazze di bagnato, che non sono il “massimo” sia a livello visivo che di grip.

In queste condizioni il miglior tempo è stato fatto registrare dal nostro Franco Morbidelli, che ha portato la Kalex del Team Estrella Galicia 0,0 Marc VDS davanti a tutti con il crono di 2:09.750.

Il pilota della VR46 Riders Academy ha preceduto Jonas Folger e Takaaki Nakagami, staccati rispettivamente di 0.439s e 0.532s.

Quarto tempo per Xavi Vierge, quinto per il leader della classifica iridata Johann Zarco e sesto per Alex Marquez.

Chiudono la Top Ten Axel Pons, Thomas Luthi, Hafizh Syahrin e Sam Lowes. Lorenzo Baldassarri e Mattia Pasini occupano la tredicesima e quattordicesima posizione mentre Luca Marini, Simone Corsi e Alessandro Nocco sono in venticinquesima, ventiseiesima e ventisettesima posizione.

moto2 Warm Up Phillip Island - GP Australia - I tempi


Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


Phillip Island - GP Australia - Risultati Warm Up

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati