Superbike Losail: Chaz Davies punta al secondo posto in campionato

Davide Giugliano vuole salutare nel migliore dei modi la squadra

Superbike Losail: Chaz Davies punta al secondo posto in campionatoSuperbike Losail: Chaz Davies punta al secondo posto in campionato

Chaz Davies e la Ducati arrivano in splendida forma al circuito internazionale di Losail per l’ultimo appuntamento della stagione: cinque vittorie in sei gare fanno della Casa di Borgo Panigale e del pilota gallese i favoriti nelle due gare.
Davies oltretutto ha nel mirino il secondo posto in classifica, distante 19 punti, per cui avrà una motivazione in più per continuare lo straordinario trend di crescita che il team Aruba Racing Ducati sta avendo dopo la pausa estiva.

La prima parte di stagione non è stata esaltante per la Ducati, che con i numeri attuali avrebbe potuto tranquillamente competere fino in fondo in entrambi i campionati, costruttori e piloti, ma questo ma i miglioramenti fatti vedere in questi ultimi tre round fanno ben sperare i tifosi riguardo al prossimo anno: forse il gap con Kawasaki non sarà più così netto.

“Siamo giunti all’ultimo round, ma sinceramente parte di me vorrebbe che la stagione in realtà fosse appena iniziata, visti i risultati che abbiamo ottenuto di recente” – ha spiegato Chaz Davies – “Siamo arrivati un po’ tardi alla festa, ma dobbiamo guardare avanti. Lo scorso anno siamo stati abbastanza competitivi in Qatar, centrando il secondo posto in Gara 2, e quest’anno abbiamo qualche cavallo in più che dovrebbe aiutarci nel lungo rettilineo. Correre di notte poi è sempre divertente. Ci restano 19 punti da recuperare per il secondo posto. Penso che la lotta al vertice avrà qualche protagonista in più rispetto alle gare passate, e nelle corse tutto può succedere. Quindi, perché no? Noi dobbiamo solo provare ad ottenere gli stessi risultati delle ultime gare, e poi faremo i conti”.

Profondamente diversa è la situazione di Davide Giugliano, che dopo due round difficili per l’infortunio alla spalla, vuole concludere nel miglior modo possibile la stagione, che sarà per lui l’ultima in Ducati, almeno nell’immediato futuro.
Al suo posto l’anno prossimo vedremo di nuovo in sella Marco Melandri: una sfida davvero suggestiva sia per lui che per la Casa.

“Vado in Qatar in condizioni fisiche migliori rispetto a Jerez” – ha commentato Davide Giugliano – “Ho continuato il programma di fisioterapia, e in settimana sono riuscito a girare forte e con continuità in allenamento con il motard, nonostante abbia ancora dolore ovviamente. Quello del Qatar è un tracciato molto scorrevole, teoricamente meno duro per la spalla rispetto ai precedenti, e sicuramente mi piace molto come layout. Lo scorso anno ero ai box per infortunio, ma all’esordio nel 2014 avevamo ottenuto la pole position. In gara avevamo sofferto un po’ in termini di velocità di punta, ma da allora la Panigale R è migliorata molto sotto questo aspetto. La priorità per me sarà salutare la squadra con due belle gare, anche se di ricordi belli ne abbiamo già tanti, soprattutto per il grande lavoro svolto sulla moto in questi anni”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati