MotoGP: Valentino Rossi, “La Yamaha non è migliorata nella seconda parte della stagione”

Il pesarese ha parlato alla vigilia della prima giornata di prove del GP d'Australia

MotoGP: Valentino Rossi, “La Yamaha non è migliorata nella seconda parte della stagione”MotoGP: Valentino Rossi, “La Yamaha non è migliorata nella seconda parte della stagione”

Valentino Rossi MotoGP 2016 Phillip Island Yamaha MovistarValentino Rossi dopo la caduta di Motegi, punta a far bene nelle ultime tre gare del campionato, Phillip Island, Sepang e Valencia, dove il prossimo 13 novembre si chiuderà il campionato. Il pesarese non sale sul gradino più alto del podio dalla gara di Barcellona e la Yamaha non vince da ben 8 gare. A lui la parola.

“Bisognerà stare attenti e concentrati, voglio arrivare in fondo a tutti e tre gli ultimi GP e lottare per il podio, voglio prendere punti – spiega Rossi a Sky – Questa è una delle piste più belle anche se forse nel weekend il tempo può essere variabile. A Sepang ci sarà, invece, l’asfalto nuovo e dovremo vedere come reagiranno le gomme. E’ la gara più difficile fisicamente. Poi a Valencia, che non è tra le mie preferite, vorrei fare una bella gara”.

Rossi ha poi parlato della sua moto, la sua amata M1, che rispetto alla Honda non è migliorata durante la seconda parte della stagione. “Ai giapponesi della Yamaha non piace che si rompano i motori, è capitato a me e Jorge, e allora hanno modificato qualcosa per non farli rompere più. Il nostro problema però è stato che non siamo riusciti a migliorare la moto durante l’anno mentre gli altri sono migliorati”.

Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

21 commenti
  1. Avatar

    gigetto

    20 ottobre 2016 at 09:31

    Lo sapevo…che triste uomo che uomo triste.
    il settimo cetriolo fa più male che mai, eh?
    E pensare che mi ero convinto che dopo il sesto sarebbero entrati senza sfiorare le pareti :))))))))))

    • Avatar

      Il Pescatore Più Veloce Al Mondo

      20 ottobre 2016 at 11:17

      Hey topo, toglimi una curiosità…ti arrivano le notifiche per commentare per 1° le news sul tuo idolo, oppure ti hanno dato il pass?
      Sempre in prima fila! Eheheheh

      • Avatar

        gigetto

        20 ottobre 2016 at 16:20

        Se vuoi ti tolgo un cetriolo…

  2. Avatar

    supermariacion

    20 ottobre 2016 at 11:30

    Eh ma si sa, a topo Gigio piace stare davanti! Ciuuf ciuuf!

    • Avatar

      gigetto

      20 ottobre 2016 at 16:23

      sei un classico, credi di essere caduto nella pentola della sagacia da piccolo…e però…era quella dei cetrioli.

  3. Avatar

    V.D.S

    20 ottobre 2016 at 13:08

    Ah,ecco perchè ha di nuovo perso,mi pareva strano che non fosse colpa dela moto!

    • Avatar

      nandop6

      20 ottobre 2016 at 15:15

      Non mi sembra che Rossi abbia detto che il mondiale l’ha perso per colpa della moto anzi in altre interviste ha dato merito a Marquez, comunque a mio parere la Yamaha è partita bene perchè la Honda si è trovata male con l’elettronica, in più seguendo le indicazioni di Marquez la moto ha messo maggiormente in difficoltà gli altri piloti (vedi le lamentele di Pedrosa), durante la stagione la Honda ha lavorato sull’elettronica e gli scarichi per migliorare l’erogazione della potenza e sul telaio con conseguente miglioramento da parte degli altri piloti Honda, per contro la Yamaha oltre a non aver progredito la rottura dei due motori ha messo ancor più in difficoltà le prestazioni della moto.
      Queste non vogliono essere scuse perchè Marquez è stato il migliore, anche un po fortunato ma il mondiale se lo è meritato, ti dirò di più, se rimane in Honda i prossimi mondiali saranno suoi.

      • Avatar

        V.D.S

        20 ottobre 2016 at 15:28

        Le rotture hanno sicuramente influito sullo sviluppo a livello motoristico,però affermare che la moto non è migliorata non è corretto.
        Lo stesso Valentino ammise i miglioramenti,anche se ora dice il contrario.

        Semplicemente Honda ha fatto progressi maggiori,era anche partita con molte difficoltà,ma la vera differenza l’ha fatta Marquez,questo nessuno lo può negare,e ti fa onore averlo riconosciuto.

      • Avatar

        nandop6

        20 ottobre 2016 at 15:59

        V.D.S
        Ti ricorderai sicuramente quando Honda sosteneva che i mondiali li vinceva la moto e non il pilota, abbiamo visto con Rossi che non è proprio così ma la Honda non aveva del tutto torto, sempre dal mio punto di vista un top rider sulla Honda ammazza tutti i campionati, anche quando non è al top ha reazioni che le altre case si sognano, Marquez è uno dei tre quattro fenomeni della motoGP e su quella moto stravincerà per molti anni a meno che non gli mettano in squadra un altro fenomeno.

      • Avatar

        gigetto

        20 ottobre 2016 at 16:38

        anando, con rossi cos’è che abbiamo visto? ahahah forse te intendevi il maestro di rossi, quello che vinceva con la ducati, ricordi?
        Altri pianeti…capisco il senso di smarrimento :)

      • Avatar

        nandop6

        20 ottobre 2016 at 19:26

        gigetto
        Il maestro di Rossi? Quello che in Honda lottava con Pedrosa? Be in questo caso per quanto mi sta sui c…ni Marquez devo dire che è molto meglio del tuo maestro ma mi ripeto, con te non vale la pena.

      • Avatar

        V.D.S

        20 ottobre 2016 at 19:26

        @ nando
        Vero che in Honda avevano dichiarato questo,erano campioni del mondo costruttori sin da quando si è passati ai motori 1000 e hanno peccato indubbiamente di..superbia!
        Se pensi poi a come erano messi nel 2015,con problemi di chattering e variazioni di commportamento dell’avantreno passando dal caldo al freddo quasi insiegabili,hanno sicuramente fatto un passo avanti.
        Anche Marc nel 2015 ha fatto un sacco di errori,non riusciva guidarla come voleva,e nonostante ciò spingeva come un disperato in ogni condizione,con i risultati che abbiamo visto.
        La politica di Yamaha è sempre stata quella dei piccoli miglioramenti apportati di volta in volta,al contrario di Honda abituata a più frequenti e “drastici” cambiamenti.
        Bisogna riconoscere un passo avanti sicuramente di Honda rispetto alla scorsa stagione,e direi che ai loro livelli era prevedibile,e una maturazione di Marquez che ha saputo adattarsi a una moto che,pur se costruita sulle sue caratteristiche,non era certo quella che avrebbe voluto per il suo stile di guida.
        Per contro Yamaha che è partita in vantaggio,alla fine non ha saputo reagire abbastanza,ma nel complesso quest’anno a detta di molti addetti ai lavori è stata la moto migliore,poi ci si sono messi i piloti con i loro errori,e le due rotture che hanno limitato lo sviluppo dei motori per trovare più potenza,ma questo è un demerito Yamaha,non certo una colpa di Honda.
        Vedremo l’anno prossimo come andranno anche Suzuki e Ducati,se ci fosse una battaglia tra quattro team sarebbe solo un bene per lo spettacolo.

      • Avatar

        nandop6

        20 ottobre 2016 at 20:24

        V.D.S.
        Quello che dici ci sta, la mia opinione è che se il Marquez del 2015 fosse stato il Marquez di questo anno avrebbe vinto il mondiale anche l’anno passato, solo un’ultima riflessione, se Rossi fosse rimasto in Honda fino ad oggi, quanti mondiali credi avrebbe potuto vincere? Se tu fossi stato un pilota motoGP quale moto avresti scelto tra Honda e Yamaha?

      • Avatar

        V.D.S

        20 ottobre 2016 at 21:03

        Non so risponderti su quanti mondiali avrebbe vinto in più Rossi,certo la parentesi Ducati è stata un fallimento e se fosse stato in Honda sicuramente sarebbe stato li a giocarsela,avrebbe potuto vincere oppure no,non lo sapremo mai.
        Su quale moto oggi sceglierebbe un pilota,la risposta l’ha data Capirossi.
        Alla stessa domanda lui ha risposto Yamaha,ma anche aggiunto che le differenze sono minime,e forse anche per questioni..di cuore, ci ha messo anche Suzuki,a suo dire molto molto vicina come prestazioni ai missili di Honda e Yamaha.

  4. Avatar

    max3isback

    20 ottobre 2016 at 15:43

    VDS e ti dimentichi che inoltre il finale del mondiale dell’anno scorso ha influenzato lo sviluppo della moto ;)

    Scherzi a parte, si dispiace che fuori pista Lamentino sia peggiorato di anno in anno, un campione come lui dovrebbe essere un esempio per questo sport…soprattutto quest’anno, che inoltre secondo me e un degli ultimi 10 anni che ha guidato meglio, con determinazione e grinta sia in prove che gara.. Ma pazienza, finale correttissimo che tra i due piagnucoloni Yamaha ha vinto il ragazzino che è stato zitto e si è impegnato in pista con cervello e gas… Grande Marc, bene per lo sport!!!

  5. Avatar

    supermariacion

    20 ottobre 2016 at 17:13

    “un campione come lui dovrebbe essere un esempio per questo sport” no comment!

  6. Avatar

    marquinho

    20 ottobre 2016 at 19:53

    vero, la Yamaha non è cresciuta nella seconda metà dalla stagione, peccato che nella prima era di gran lunga la moto migliore e Honda ha solo ridotto al minimo il gap.

    • Avatar

      RottaMayer

      21 ottobre 2016 at 12:11

      Strano…. che la Yamaha non sia migliorata nella seconda parte della stagione…
      sarà mica per il fatto che hanno costretto Lorenzo ad andarsene ad inizio anno? così lo sviluppo è ricaduto sulle capaci spalle del giallognolo che avrà detto: “in 15 minuti la mettiamo a posto”…. e comunque se anche non ci fosse riuscito, lui guida sopra i problemi, e ha mezzo secondo nel polso…

  7. Avatar

    fatman

    20 ottobre 2016 at 20:05

    …raga, ma tutti questi post lunghissimi ed elaborati…besta scrivere valem@rd@ e siamo tutti d’ccordo ahahahahahahahahahahahahah!!!

  8. Avatar

    TONYKART

    20 ottobre 2016 at 20:51

    E’la stessa storia di quando correva stoner su ducati ,Marquez guida e vince con una honda che nn e’ proprio la moto migliore infatti tutti gli altri …
    Lui è un fenomeno e in questo momento vincerebbe anche se si sedesse su yamaha o ducati ma secondo alcuni e’addirittura una colpa sua che sia solo lui a vincere su Honda non un merito
    Assurdo

    • Avatar

      RottaMayer

      21 ottobre 2016 at 12:14

      Ricordiamoci che il mondiale dell’anno passato MM93 l’ha cominciato a correre dopo 4-5 gare, quando è riuscito a farsi ridare il telaio dell’anno precedente… altrimenti secondo me vinceva tranquillo anche il mondiale 2015

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati